Skip to Content skip-to-menu

Fep: normativa

Fep: normativa

 

Normativa comunitaria:

Regolamento CE n. 1198/2006 del Consiglio del 27 luglio 2006 che disciplina il Fondo europeo per la pesca (FEP) per finanziare interventi strutturali nel settore della pesca marittima e dell'acquacoltura.

Regolamento CE n. 498/2007 della Commissione del 26 marzo 2007, che ne stabilisce le modalità attuative
Vademecum della Commissione Europea ha l'obiettivo di fornire ai paesi membri alcuni elementi utili per la corretta attuazione delle diverse misure.

 

Normativa nazionale:

Programma operativo nazionale (PON) modificato dalla Decisione della Commissione Europea C(2013) 119  del 17.1.2013

Il PON è relativo all'intervento comunitario del Fondo Europeo per la pesca in Italia per il periodo di programmazione 2007-2013, precedentemente approvato con decisione C(2007) 6792, del 19 dicembre 2007 (che a sua volta modificava la decisione C(2010) 7914 dell'11 novembre 2010).

Individua le seguenti misure d'intervento:

  • Arresto definitivo delle attività di pesca
  • Arresto temporaneo delle attività di pesca
  • Investimenti a bordo e selettività
  • Piccola pesca costiera
  • Compensazioni socio-economiche
  • Investimenti produttivi nel settore dell'acquacoltura
  • Misure idroambientali
  • Misure sanitarie
  • Misure veterinarie
  • Pesca nelle acque interne
  • Trasformazione e commercializzazione
  • Azioni collettive
  • Protezione della fauna e della flora acquatiche
  • Porti di pesca
  • Modifiche pescherecci per destinarli ad altre attività
  • Promozione
  • Progetti pilota
  • Sviluppo sostenibile
  • Assistenza tecnica

Il programma operativo prevede l'attuazione degli interventi secondo le modalità previste da un Accordo Multiregionale stipulato tra Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali – Direzione Generale della pesca marittima e dell'acquacoltura – e le Regioni dell'Obiettivo di convergenza e dell'Obiettivo non di convergenza.

L'Accordo è stato approvato in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano nella seduta del 18-09-2008 ha previsto; esso in particolare:

  1. approva i piani finanziari dell'Amministrazione centrale, delle Amministrazioni delle Regioni e delle Province autonome,
  2. definisce le norme di funzionamento della Cabina di regia,
  3. identifica le funzioni delegate dall'Autorità di gestione e dall'Autorità di certificazione agli Organismi intermedi,
  4. regolamenta le attività in capo a ciascun soggetto attuatore del Programma.

L'art. 3, paragrafo IV del citato l'Accordo Multiregionale "IV. Funzioni delegate alle Regioni e Province autonome dall'Autorità di gestione e dall'Autorità di certificazione" in particolare stabilisce che"Su mandato dell'Amministrazione centrale, le Regioni e Province autonome, in qualità di Organismi intermedi, sono incaricate di gestire direttamente le seguenti misure:

  • Investimenti a bordo dei pescherecci e selettività
  • Piccola pesca costiera;
  • Compensazioni socio economiche;
  • Acquacoltura (comprese misure idroambientali, sanitarie e veterinarie);
  • Acque interne;
  • Trasformazione e commercializzazione;
  • Azioni collettive;
  • Fauna e flora acquatica;
  • Porti da pesca;
  • Modifiche dei pescherecci;
  • Sviluppo sostenibile zone di pesca.

Inoltre, le Regioni e Province autonome gestiscono parte dei fondi assegnati alle seguenti misure:
 

  • Sviluppo mercati e campagne consumatori;
  • Progetti pilota;
  • Assistenza tecnica.

 

A livello nazionale è stato adottato il Programma Strategico Nazionale che descrive gli aspetti della politica comune della pesca ed individua le priorità, gli obiettivi e le risorse finanziarie pubbliche ritenute necessarie per l'attuazione del programma stesso, nonché i termini di attuazione; detto programma è stato sottoposto alla Commissione nel giugno 2007 e adottato e trasmesso formalmente con nota prot. n. 23896 del 6 settembre 2007.



Normativa regionale:

Con deliberazione di G.R. n. 1056 del 28 novembre 2011 è stata revocata la precedente deliberazione di G.R. n. 958/2010 ed è stato approvato il nuovo Documento di Attuazione Regionale con i relativi allegati. I documenti, in parte modificati con la delibera di G.R. n. 482/2012,  il decreto dirigenziale n. 5906/2012 e la delibera di G.R. n. 577/2013, sono di seguito riportati:


Documentazione per i bandi di finanziamento:

Allegati alla nota di concessione:

 


Ultima modifica: 07/07/2016 12:13:45 - Id: 13378186