Skip to Content skip-to-menu

Caccia e pesca

In Primo Piano

Caccia di selezione al cinghiale e altri ungulati: sessioni d'esame 2017

Le convocazioni agli esami presso le diverse Sedi territoriale degli Uffici regionali per la caccia. Materiali di studio per prepararsi all'esame

Modulistica per attività venatoria e pesca

Tutti i modelli da utiizzare per i procedimenti amministrativi relativi ad attività faunistico venatorie, pesca dilettantistica e pesca in mare. Invio delle richieste e comunicazioni a...

Conseguimento della licenza di pesca dilettantistica

Il conseguimento della licenza di pesca dilettantistica si ottiene effettuando il versamento degli importi richiesti sul conto corrente postale n° 26730507 intestato a "Regione...

Tesserino venatorio digitale TosCaccia

Il tesserino digitale, rappresenta una grande innovazione nella gestione e conoscenza da parte della Regione, in tempo reale, dell'entità dei prelievi su ciascuna specie. La Regione Toscana è...

Esame per l'abilitazione all'esercizio venatorio 2017

In questa pagina sono pubblicati gli elenchi relativi alle richieste di partecipazione all'esame per l'abilitazione all'esercizio venatorio presentate al settore "Attività...

Brevetti Enci: abilitazioni, regolamenti e brevetti cinofili

Il conseguimento dei brevetti consente l’utilizzo di unità cinofile in contesti tecnicamente complessi. Dal monitoraggio di particolare selvaggina da piuma alla caccia selettiva di una sola specie...

FAQ - Domande più frequenti

FAQ - Domande più frequenti



- Come fare ad iscriversi ad un ATC?

- Che tipo di caccia può esercitare e quante giornate può prenotare in mobilità un cacciatore residente in Toscana?

- Che tipo di caccia può esercitare e quante giornate può prenotare in mobilità un cacciatore non residente in Toscana?

- Come richiede il codice di mobilità, per effettuare la teleprenotazione venatoria (mobilità) in Toscana, un cacciatore non residente in Toscana?

- Come si  prenota una giornata di caccia in mobilità?

 

 

D - Cosa si deve fare per ottenere il rilascio della licenza di porto di fucile per uso di caccia?

R - La licenza di porto di fucile per uso di caccia ha la durata di sei anni ed è rilasciata dalla Questura in conformità alle leggi di Pubblica Sicurezza, tramite apposita concessione, dopo il conseguimento dell'abilitazione all'esercizio venatorio a seguito di esame pubblico da sostenere presso la provincia. L'esame si svolge di fronte ad una commissione nominata dalla
provincia . Lo svolgimento dell'esame di abilitazione dell'esercizio venatorio riguarda le
seguenti materie:

  • legislazione venatoria
  • zoologia applicata alla caccia con prove pratiche di riconoscimento delle specie cacciabili
  • armi e munizioni di caccia e relativa legislazione
  • tutela della natura e principi di salvaguardia delle colture agricole
  • norme di pronto soccorso

L'abilitazione è concessa se il giudizio è favorevole in tutte e cinque le materie.
Per sostenere l'esame il candidato deve essere munito del certificato medico di idoneità.


- inizio pagina


D - Quando si devono pagare le tasse di concessione regionale e governativa, per il rinnovo del porto d'armi?

R - Le tasse devono essere pagate, per ciascun anno successivo a quello di emanazione della licenza, prima dell'uso dell'arma e non è dovuta per gli anni nei quali non se ne fa uso. I versamenti dei tributi possono essere effettuati, per ogni annualità, soltanto a decorrere dalla data corrispondente a quella di emanazione della licenza ed hanno validità esclusivamente fino al giorno precedente a quello di inizio della successiva annualità: nell'esempio di rilascio di licenza in data 1° settembre, le annualità successive alla prima hanno tutte inizio in data 1° settembre e terminano con il 31 agosto dell'anno successivo: pertanto i relativi versamenti
possono essere effettuati soltanto a partire dal 1° settembre ed hanno validità solo fino al 31 agosto dell'anno successivo e ciò indipendentemente dal numero di giorni che separano la data del versamento da quella di scadenza, che, nel caso limite di pagamento effettuato il 31 agosto, consente la validità della licenza per un solo giorno (il 31 agosto stesso).

- inizio pagina

D - Dove si richiede il codice cacciatore e il tesserino venatorio necessari per esercitare la caccia in Toscana?

R - Il codice cacciatore si richiede all'Ufficio Caccia del proprio Comune di residenza. Lo stesso Comune di residenza rilascia al cacciatore il tesserino venatorio previa esibizione del porto d'armi valido (ovvero con i pagamenti delle tasse, regionale e governativa, regolari) e del cedolino attestante la riconsegna del tesserino della stagione venatoria precedente.

- inizio pagina

D - Come fare ad iscriversi ad un ATC?

R - Ogni cacciatore ha diritto ad un proprio ambito territoriale di caccia denominato, se è il primo, ATC di residenza venatoria. I cacciatori residenti nel comune di Firenze hanno diritto all'iscrizione in un ATC tra quelli presenti nella provincia di Firenze. La prima iscrizione all'ATC avviene su domanda del cacciatore all'ATC prescelto ed è convalidata con il pagamento della relativa quota.
Ogni anno l'iscrizione all'ATC è confermata con il pagamento della quota di iscrizione, che deve essere effettuato entro il 15 maggio. Ogni cacciatore può chiedere l'iscrizione a ulteriori ATC diverso da quello di residenza venatoria, fino ad un massimo di 19 ATC. La prima iscrizione agli ulteriori ATC avviene su domanda del cacciatore agli ATC prescelti ed è convalidata con il pagamento delle relative quote. Ogni anno le iscrizioni agli ulteriori ATC sono confermate con il pagamento delle quote di iscrizione, che deve essere effettuato entro il 15 maggio. Ogni anno, nel periodo compreso tra il 1° e il 31 marzo, i cacciatori possono chiedere l'iscrizione ad ATC diversi da quelli dell'anno precedente.


- inizio pagina

D - Che tipo di caccia può esercitare e quante giornate può prenotare in mobilità un cacciatore residente in Toscana?

R – Dal 1° ottobre al termine della stagione venatoria i cacciatori residenti in Toscana e iscritti ad un massimo di due ATC sul territorio regionale possono esercitare la caccia in mobilità al cinghiale in battuta e alla selvaggina migratoria da appostamento per un massimo di venti giornate in ATC della Toscana diversi da quelli a cui sono iscritti senza l'utilizzo del sistema regionale di prenotazione venatoria.
Ogni cacciatore può attivare presso un qualsiasi ATC della Toscana, previo pagamento di euro 15,00 sul c/c 91504688 postale oppure tramite bonifico bancario IT97M0760102800000091504688 intestato a Regione Toscana Mobilità Venatoria Toscana (causale: Pacchetto 5 giornate e codice cacciatore), un pacchetto di 5 giornate da utilizzare per la caccia vagante alla selvaggina migratoria e alla selvaggina stanziale esclusi gli ungulati. Il pacchetto è utilizzabile a partire dal 1° ottobre in ATC della Toscana diversi da quelli in cui il cacciatore è iscritto utilizzando il sistema regionale di prenotazione venatoria. I cacciatori con l'opzione di caccia lettera B ( appostamento fisso) hanno a disposizione dieci giornate di caccia alla selvaggina migratoria da appostamento temporaneo negli ATC toscani a partire dal 1 ottobre senza l'utilizzo del sistema regionale di prenotazione venatoria. Le giornate di caccia in mobilità devono essere sempre segnate sul tesserino venatorio regionale.


- inizio pagina

D - Che tipo di caccia può esercitare e quante giornate può prenotare in mobilità un cacciatore non residente in Toscana?

R - Il cacciatore non residente in Toscana ha a disposizione 20 giornate di caccia
da appostamento alla selvaggina migratoria e per la caccia agli ungulati, se non diversamente specificato da accordi interregionali.


- inizio pagina

D - Come richiede il codice di mobilità, per effettuare la teleprenotazione venatoria (mobilità) in Toscana, un cacciatore non residente in Toscana?

R - Il codice di mobilità per i cacciatori non residenti in Toscana ("fuori regione") si richiede via web collegandosi al sito internet https://webs.rete.toscana.it/sifv cliccando sulla voce "Richiesta codice di mobilità per fuori-regione". Le istruzioni le potete consultare e scaricare alla voce "Mobilità venatoria". I codici assegnati sono validi anche per le stagioni venatorie successive, senza la necessità di ripetere la richiesta.
Per l'utilizzazione del sistema regionale di prenotazione venatoria i cacciatori "fuori-regione" devono effettuare il pagamento di € 150 utilizzando un bollettino di c\c postale intestato a Regione Toscana-Mobilità venatoria toscana c\c postale n. 91504688. Per eventuali bonifici su questo c\c postale si segnala che il codice IBAN è il seguente: IT 97 M 07601 02800 000091504688.

- inizio pagina

D - Come si prenota una giornata di caccia in mobilità?

R - Per prenotare una giornata di caccia in mobilità occorre seguire le istruzioni riportate alla voce "Mobilità venatoria". Le giornate di mobilità sono prenotabili dal 1° ottobre e fino al 31 gennaio di ogni stagione venatoria, a partire dal settimo giorno antecedente la prenotazione fino alle ore 11.00 del giorno stesso della prenotazione. Il sistema rilascia un numero di teleprenotazione che il cacciatore deve segnarsi sul tesserino venatorio nell'apposito spazio. I cacciatori fuori regione che non hanno spazio sul proprio tesserino venatorio possono segnare il codice di prenotazione su un foglio da portare con se e presentare a richiesta della vigilanza.
Ogni prenotazione viene scalata dal totale delle giornate, anche se non viene utilizzata o non è segnata sul tesserino venatorio, senza possibilità di recupero. Si possono effettuare più prenotazioni in ATC diversi o per tipologie diverse per lo stesso giorno. Ogni prenotazione equivale ad una giornata.

- inizio pagina


Ultima modifica: 21/10/2016 16:42:29 - Id: 46513
  • Condividi
  • Condividi