Skip to Content skip-to-menu

Lotta all'inquinamento

In Primo Piano

Piano regionale per la qualità dell'aria

Il 20 novembre 2017 con la proposta di deliberazione al Consiglio regionale n. 14, la Giunta regionale ha inviato al Consiglio regionale la proposta di Piano regionale per la...

Inquinamento acustico

L'inquinamento acustico costituisce uno dei principali problemi ambientali

Rumore da infrastrutture di trasporto

Procedure e obiettivi dei piani di abbattimento e contenimento

Inquinamento elettromagnetico

La maggiore fonte di inquinamento a bassa frequenza sono gli elettrodotti; per quanto riguarda le alte frequenze gli impianti di radiocomunicazione.

Inquinamento atmosferico

Tra i vari tipi di inquinamento, quello atmosferico rappresenta la principale causa di incremento di mortalità e di malattie.

Mappe acustiche aggiornate

Sono state pubblicate le mappe acustiche aggiornate degli agglomerati urbani della Toscana

Elenco dei tecnici competenti in acustica ambientale

Elenco dei tecnici competenti in acustica ambientale

La legge n°447/1995 "Legge quadro sull'inquinamento acustico", definisce il tecnico competente come quella figura professionale idonea all'effettuazione di misurazioni acustiche per verificare l'ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti norme, redigere i piani di risanamento acustico e svolgere le relative attività di controllo.

L'attività di tecnico competente in acustica ambientale può essere svolta previa presentazione di apposita domanda al Settore regionale preposto, corredata da  documentazione comprovante i requisiti di cui all'articolo 22 del DLgs. 42/2017.

Si precisa che con decreto dirigenziale n.15331 del 24-10-2017  sono stati fatti propri i pareri espressi e verbalizzati dalla Commissione regionale di verifica dei requisiti per l'iscrizione all'elenco regionale di tecnico competente in materia di acustica ambientale nella seduta del 19/09/17 ed in particolare ai fini del previsto riconoscimento regionale di corsi formativi di cui alla lettera b) comma 1 art. 22 del D.Lgs. n°42/2017, si ritiene necessaria la presenza di un Tecnico Competente come istruttore per lo svolgimento delle esercitazioni pratiche comprendenti l'effettuazione di misure di rumorosità ambientale; mentre per il riconoscimento dei crediti universitari previsti alla lettera c) del medesimo comma, si ritiene, nelle more di quanto sarà successivamente stabilito dalle previste linee guida che il Tavolo tecnico di coordinamento nazionale dovrà produrre, che il raggiungimento del requisito relativo all'ottenimento di crediti universitari rilasciati per esami, comporti la necessità che detti esami siano individuabili all'interno di uno specifico corso e finalizzati al raggiungimento del relativo titolo accademico di cui gli insegnamenti costituiscono parte integrante.

Le attività di tecnico competente, ai sensi del comma 8, dell'articolo 2 della legge n°447/1995, possono essere svolte altresì da coloro che, in possesso del diploma di scuola media superiore, fossero in servizio presso strutture pubbliche territoriali e vi svolgessero attività nel campo dell'acustica ambientale, all'entrata in vigore della Legge n°447/1995; tali soggetti potranno operare solo all'interno della propria struttura territoriale di competenza, nel caso in cui voglia operare al di fuori dello svolgimento dei compiti d'istituto, dovrà dimostrare di rispettare gli obblighi di cui ai commi 6 e 7 dell'articolo 2 della legge n°447/1995.

Il riconoscimento della qualifica di tecnico competente da parte dell'Ente competente, è valido su tutto il territorio nazionale e può essere acquisito previa presentazione di apposita domanda al Settore regionale competente in materia ai sensi dell'articolo 2, comma 7 della legge 447/1995, che in caso di positiva espressione della Commissione appositamente istituita porterà all' inserimento del nominativo del richiedente nell'elenco dei tecnici competenti in acustica ambientale di cui all'articolo 16bis della legge regionale 89/98, da parte dello stesso Settore regionale che lo gestisce.

La domanda dovrà essere redatta secondo il facsimile "modulo domanda d'iscrizione nell'Elenco dei Tecnici competenti in Acustica" di cui all'allegato A del decreto dirigenziale n.15331 del 24-10-2017 (scarica una versione in formato doc editabile), mediante trasmissione PEC (Posta elettronica certificata) -  indirizzando le comunicazioni alla casella istituzionale di Regione Toscana regionetoscana@postacert.toscana.it solo da caselle PEC, corredata  delle necessarie informazioni e dichiarazioni, rese ai sensi del D.P.R. del 28 dicembre 2000 n°445.

ll pagamento dell'imposta di bollo digitale per la trasmissione delle domande in modalità telematica può avvenire con le seguenti modalità:
- versamento su c/c postale n. 1020546857 intestato a Regione Toscana, causale: "Imposta di bollo virtuale";
- bonifico bancario su IBAN IT88 Z 07601 02800 001020546857 intestato a Regione Toscana, causale: "Imposta di bollo virtuale".
Nella trasmissione dell'istanza firmata digitalmente dovrà poi essere essere allegata copia dell'attestazione del versamento dell'imposta. In deroga a quanto sopra indicato, nel caso di bolli adesivi già applicati sulla domanda, non è richiesto il pagamento di ulteriore imposta, deve però essere trasmessa copia della stessa, mostrante l'annullamento della marca, corredata da dichiarazione in cui si dichiara la futura non riutilizzabilità della marca, individuata con l'identificativo sopra riportato.

A fine 2016, a seguito del ritorno delle competenze provinciali, è stato effettuato un riordino dei vari elenchi presenti. Detta rivisitazione ha portato alla definizione di un nuovo elenco regionale provvisorio: la definizione di provvisorio è dovuta al fatto che, reputando necessario l'aggiornamento e/o la  verifica dei nominativi e dei dati associati si è predisposto che questi vengano confermati in tempo utile per l'elaborazione del prossimo aggiornamento, previsto sulla base della periodicità semestrale stabilita entro giugno 2016, in modo da poter fornire entro tale termine una versione aggiornata con tutti i riferimenti corretti e divulgabili dei Tecnici effettivamente ancora in attività residenti sul territorio regionale.

A tal fine a tutti i Tecnici Competenti in Acustica Ambientale inseriti nell'elenco provvisorio sopra indicato è richiesto di inviare mediante PEC utilizzando il seguente fac simile di liberatoria con i dati personali per completare l'elenco regionale provvisorio entro il 30 aprile 2017. In mancanza di tale comunicazione il TCAA potrà essere provvisoriamente escluso dall'elenco ufficiale fino a invio della documentazione richiesta.


Ultima modifica: 24/10/2017 18:03:18 - Id: 13961120
  • Condividi
  • Condividi