Skip to Content skip-to-menu

Prodotti tipici

In Primo Piano

Olio extravergine della Toscana: le 23 eccellenze della Toscana

Selezione 2017 Sono 23 gli oli extravergini di oliva che rappresentano l'eccellenza in Toscana e che da oggi diventeranno ambasciatori della nostra produzione olearia nelle...

Corsi per assaggiatori di olio d'oliva

Procedure amministrative per il rilascio dell'autorizzazione per la realizzazione di corsi per assaggiatori di olio d'oliva (decreto 18 giugno 2014 del Ministro delle Politiche...

Elenco dei tecnici ed esperti degli oli di oliva vergini e extravergini

Articolazione regionale toscana: come iscriversi   L'articolazione regionale toscana dell'elenco dei tecnici ed esperti degli oli di oliva vergini e extravergini è...

Organizzazioni di Produttori - OP

Le Organizzazioni di Produttori, OP, sono società di produttori di un settore specifico che si aggregano per perseguire uno o più degli obiettivi previsti all'art. 152 del Reg. (UE) n. 1308/2013.

Modifica del disciplinare di produzione del vino a DOCG

Riunione di pubblico accertamento per esaminare la proposta di modifica del disciplinare di produzione del vino a DOCG Chianti presentata dal Consorzio Vino Chianti.

La nuova OCM vitivinicola

Dal 1° gennaio 2016 le nuove regole per la gestione del potenziale viticolo   Con il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17...

Dichiarazioni obbligatorie settore latte e derivati

Dichiarazioni obbligatorie settore latte e derivati

 

ll regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, all'articolo 151 (Dichiarazioni obbligatorie nel settore del latte e dei prodotti lattiero - caseari) ha introdotto, a decorrere dal 1° aprile 2015, che i primi acquirenti di latte crudo devono dichiarare all'autorità nazionale competente dello Stato membro il quantitativo di latte crudo che è stato loro consegnato ogni mese direttamente dagli allevatori.

 

In applicazione del richiamato disposto normativo dell'Unione il regolamento di esecuzione (UE) n. 1097/2014 nel modificare il regolamento (UE) n. 479/2010 ha stabilito che gli Stati membri devono comunicare alla Commissione, entro il giorno 25 di ogni mese, il quantitativo totale di latte vaccino crudo, espresso in chilogrammi e riferito al tenore effettivo di materie grasse, consegnato il mese precedente da parte dei produttori di latte vaccino ai primi acquirenti stabiliti nel loro territorio.

La Commissione ha inteso in tal modo assicurare che il monitoraggio delle produzioni lattiero-casearie sul territorio dell'Unione possa continuare ad essere effettuato anche dopo la scadenza del regime delle quote latte, nell'ottica di creare una rete di sicurezza contro la volatilità dei prezzi.

Per garantire che tutti i primi acquirenti stabiliti nel territorio nazionale dichiarino, in modo tempestivo e preciso, il quantitativo di latte vaccino crudo loro consegnato ogni mese dai produttori, per le finalità di cui ai capoversi precedenti, è stato emanato da parte del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali  il  decreto 7 aprile 2015 che definisce le modalità di applicazione degli obbligi di cui al  richiamato art. 151 del regolamento UE n. 1308/2013 e del regolamento n. 479/2010 come modificato dal regolamento (UE) n. 1097/2014.

Il suddetto provvedimento prevede che i primi acquirenti devono, tra l'altro, aggiornare il registro telematico SIAN per le finalità di cui all'art. 151 del regolamento n. 1308/2013. Il registro contiene, tra l'altro, le seguenti informazioni:

  • estremi identificativi del conferente e dell'azienda di produzione;
  • quantitativo in chilogrammi del latte consegnato mensilmente da ogni allevatore con l'indicazione del relativo tenore di materia grassa.


Modulistica Dichiarazioni obbligatori:

Documentazione


Modulistica richiesta riconoscimento 1° acquirente latte bovino

 


Ultima modifica: 04/10/2017 08:56:42 - Id: 12828932
  • Condividi
  • Condividi