Skip to Content skip-to-menu

Politiche abitative

In Primo Piano

Accreditamento agenzie sociali per la casa

Con la Legge Regionale 3 febbraio n.13 " Disposizioni per il sostegno alle attività delle agenzie sociali per la casa " la Regione Toscana detta disposizioni per lo sviluppo e il...

La condizione abitativa in Toscana

In occasione della Conferenza regionale sulla casa è stato presentato il V Rapporto sulla condizione abitativa in Toscana, da cui emerge una situazione complessa e delicata.

Criteri e modalità per le attivita di controllo previste dalla delibera del consiglio n. 109/2002

Criteri e modalità per le attivita di controllo previste dalla delibera del consiglio n. 109/2002

Il decreto dirigenziale n. 226/2011 "Determinazione dei criteri e delle modalità di svolgimento dei controlli circa il rispetto degli obblighi e vincoli posti a carico dei benefi ciari di contributi pubblici, a qualunque titolo percepiti, per l'acquisto e la locazione di alloggi.", stabilisce i criteri e le modalità per lo svolgimento delle attività di controllo tese ad accertare l'osservanza delle norme che disciplinano i finanziamenti per l'edilizia residenziale pubblica ed in particolare delle seguenti leggi:
 

  • L. 1 novembre 1965 n. 1179 "Norme per l'incentivazione dell'attività edilizia" la quale, fra l'altro, stabilisce gli obblighi circa l'occupazione dell'alloggio oggetto del contributo;
  • L.17 febbraio 1992, n. 179 "Norme per l'edilizia residenziale pubblica" e loro successive modificazioni ed integrazioni, concernente, fra l'altro, il divieto di vendita dell'alloggio oggetto del contributo pubblico prima di cinque anni dalla data di stipula dell'atto notarile;
  • L.R. 10 marzo 1986 n.10 che fissa i requisiti dei soggetti beneficiari dei contributi pubblici;
  • L.R. 20 dicembre 1996 n.96 nella quale, ai fini dei programmi di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) si definisce il concetto di "nucleo familiare".

Ultima modifica: 22/04/2015 13:48:40 - Id: 48700