Skip to Content skip-to-menu

Comunicare l'effettuazione di interventi sul platano

Cosa fare per

Comunicare l'effettuazione di interventi sul platano

Servizio Fitosanitario Regionale


Comunicazione d'intervento su platani:

I platani possono essere affetti da Ceratocystis platani, patogeno fungino agente del cancro colorato, una malattia pericolosa e diffusibile sottoposta ad un regime di lotta obbligatoria su tutto il territorio nazionale.

Il cancro colorato rappresenta ad oggi la principale causa di deperimento e morte dei platani in Toscana, con conseguenti possibili rischi per la incolumità pubblica dovuta all'eventualità di cedimento e schianto degli esemplari secchi colpiti.

Al fine di limitare la diffusione del patogeno, gli interventi di potatura, di abbattimento e di scavo in prossimità dell'apparato radicale dei platani, devono essere eseguiti osservando le prescrizioni previste dal Decreto Ministeriale di lotta obbligatoria del 29/02/2012 e dalle Linee guida per contrastare la diffusione in Toscana di Ceratocystis platani agente del cancro colorato del platano, approvate con Decreto Dirigenziale n. 14355 del 05/10/2017.

Le piante infette e quelle immediatamente adiacenti (salvo specifiche deroghe concesse per alberi monumentali o di particolare interesse paesaggistico) debbono essere obbligatoriamente abbattute ed eliminate a spese dei proprietari, entro 90 gg dalla ricezione delle misure ufficiali prescritte ed inviate dal Servizio Fitosanitario Regionale (SFR), contenenti le specifiche norme tecniche riguardanti i tempi e le modalità di abbattimento, di trasporto e di eliminazione delle piante e del materiale di risulta, nonché le modalità di disinfezione degli attrezzi.

Gli interessati sono tenuti a comunicare al SFR entro 48 ore dall'inizio dei lavori, con mail all'indirizzo fitosanitario-platano@regione.toscana.it la data e l'ora di inizio degli abbattimenti, compreso il nominativo della ditta/operatore incaricato.

Chi deve presentare la comunicazione per interventi sui platani:

Tutti i proprietari, sia privati che pubblici, che intendano abbattere piante di platano, oppure eseguire, su esemplari ubicati in zone "focolaio" e di "contenimento", interventi di potatura ordinaria (ammessi soltanto nel periodo 1 novembre - 31 marzo) o scavi che coinvolgano l'apparato radicale, devono inviare al SFR, prima dell'inizio dei lavori, una comunicazione preventiva d'intervento (Mod. 1) e di modalità di conferimento dei residui legnosi (Mod. 2).

Come fare la richiesta:

Inviando gli appositi Mod.1 e Mod. 2, debitamente compilati, al SFR, all'indirizzo mail dedicato

fitosanitario-platano@regione.toscana.it

Scarica i moduli:

Comunicazione preventiva per interventi su platano (Mod. 1)

Conferimento dei residui legnosi di platano (Mod. 2)

I tempi e le formalità necessarie:

A seguito della comunicazione preventiva d'intervento il SFR provvede, nel caso ne ravveda la necessità, ad effettuare un sopralluogo per verificare lo stato fitosanitario delle piante per le quali è richiesto l'intervento, al termine del quale viene redatto un apposito Verbale.

Il SFR, dopo il sopralluogo, nel caso di piante sane trasmette ai richiedenti il Verbale redatto, mentre nel caso del ritrovamento di piante infette o con sintomi caratteristici del cancro colorato emette ed invia ai proprietari, insieme al Verbale di sopralluogo (tramite raccomandata A/R o PEC), una specifica Misura ufficiale di abbattimento con l'indicazione della tempistica e delle modalità per la corretta effettuazione degli interventi e per il conferimento del materiale legnoso di risulta.

Per gli interventi di potatura ordinaria e di scavo in prossimità dell'apparato radicale, in caso di mancata risposta da parte del SFR entro i tempi previsti dalla normativa vigente (30 gg. per le piante presenti in zone "focolaio" e "contenimento"), si applica la norma del silenzio-assenso.

Gli interessati comunque, anche nel caso di applicazione del silenzio-assenso, dovranno osservare le indicazioni contenute nelle Linee Guida.

Quanto costa:

Non è previsto nessun costo per l'effettuazione del sopralluogo da parte del SFR.

Vedi la normativa:

Decreto n. 14355 del 05/10/2017 e allegati - Approvazione delle Linee guida per contrastare la diffusione in Toscana di Ceratocystis platani agente del cancro colorato del platano.

D.M. 29/02/2012 – Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l'eradicazione del cancro colorato causato da Ceratocystis fimbriata

D.M. 06/07/2015 – Modifica del decreto 29 febbraio 2012 recante misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l'eradicazione del cancro colorato del platano causato da Ceratocystis fimbriata

Ulteriori informazioni o chiarimenti:

Contattare le sedi territoriali del SFR o inviare una mail all'indirizzo dedicato:

fitosanitario-platano@regione.toscana.it


Ultima modifica: 13/11/2017 09:46:44 - Id: 68304