Skip to Content skip-to-menu

Tributi

In Primo Piano

Tributi regionali, al via il servizio di pagamento online

Da oggi puoi pagare i tributi regionali comodamente online sulla piattaforma Iris di Regione Toscana: https://iris.rete.toscana.it/public/ La Regione Toscana semplifica il...

Tributi regionali: guida a pagamento, modulistica, contenzioso, glossario e normativa

Glossario dei tributi : pagina in corso di importazione Modulistica  Tributi e sanzioni tributarie Contenzioso tributario vai alla pagina dedicata Come...

Guida alla tassa automobilistica

Chi deve pagarla, quando, quanto e come pagare Chi deve pagare la tassa automibilistica Chi ha diritto a  esenzione Quando e quanto si paga: vai al ...

Addizionale regionale Irpef: dati 2011 per fascia di reddito e modello di dichiarazione

Addizionale regionale all'IRPEF: anno imposta 2011 per fascia di reddito Addizionale regionale all'IRPEF- anno imposta 2011 Modello di dichiarazione

Bollo auto 2013: esenzioni

Bollo auto 2013: esenzioni

Esenzioni 2013

Sono esenti dal pagamento del bollo auto:

1) I veicoli adattati per il trasporto delle persone disabili; l'adattamento del veicolo deve essere annotato sulla carta di circolazione.

2) I veicoli di proprietà di soggetti non vedenti, sordomuti, con grave handicap psichico o mentale, invalidi con gravi limitazioni della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni o veicoli intestati a familiari di cui tali soggetti sono fiscalmente a carico.

L'esenzione può essere richiesta per un solo veicolo.

Sono esclusi dall'esenzione i veicoli alimentati a benzina con cilindrata superiore a 2000 c.c. e i veicoli alimentati a gasolio con cilindrata superiore a 2800 c.c.

3) Gli autoveicoli e i motoveicoli al compimento del 30° anno dalla costruzione: sono esclusi dall'esenzione i veicoli ad uso professionale (es. uso scuola guida, noleggio da rimessa, pubblico da piazza).

4) I veicoli delle organizzazione di volontariato, i veicoli per trasporto specifico, i veicoli destinati al servizio antincendio come previsto dalla L.R. 22 settembre 2003, n. 49.
Se i veicoli di cui al punto 3 vengono posti in circolazione sono soggetti al pagamento della tassa di circolazione annua per l'importo di € 28,40 (autoveicoli) e € 11,36 (motoveicoli).


Le possibili esenzioni dalla tassa automobilistica sono l'esenzione per disabili,  per i veicoli delle organizzazioni di volontariato, per i veicoli per trasporto specifico,  per i veicoli consegnati a rivenditori autorizzati,  per i veicoli destinati al servizio antincendio.
 

Esenzione per disabili

Le esenzioni dal pagamento della tassa automobilistica a favore delle persone disabili sono disciplinate dalla Legge regionale 22 settembre 2003, n. 49 e succ.mod."Norme in materia di tasse automobilistiche regionali", capo II artt. n.3, 4 e 5.

Soggetti beneficiari
L'esenzione spetta alla persona disabile o alla persona di cui il disabile risulta fiscalmente a carico.
I beneficiari sono tenuti a comunicare ogni variazione intervenuta successivamente alla concessione dell'esenzione entro il termine perentorio di 40 (quaranta) giorni, pena l'applicazione di sanzione amministrativa di importo compreso tra i 50,00 e i 200,00 euro.

Disabilità
Il beneficio spetta nel caso in cui sia riconosciuta da una Commissione Medica Pubblica una delle seguenti disabilità:
a) ridotte o impedite capacità motorie permanenti, limitatamente ai veicoli adattati in funzione della disabilità motoria. Gli adattamenti al veicolo, sia quelli relativi ai comandi guida sia quelli relativi all'allestimento interno o della carrozzeria per agevolare il trasporto di soggetti disabili, devono risultare dalla carta di circolazione. Gli adattamenti per la guida, devono essere prescritti in sede di visita dalle Commissioni Mediche Locali di cui all'art. 119, comma 4, lettera a) del Codice della Strada e annotati sulla patente speciale di guida;
b) handicap in situazione di gravità con grave limitazione della capacità di deambulazione o pluriamputazioni;
c) limitazione della capacità di deambulazione con riconoscimento della indennità di accompagnamento;
d) cecità assoluta o un residuo visivo non superiore ad un decimo in entrambi gli occhi anche con eventuale correzione o un residuo perimetrico binoculare inferiore al 30%;
e) sordomutismo dalla nascita o sordità prelinguale (prima dell'apprendimento della lingua parlata);
f) handicap psichico o mentale di gravità tale da aver determinato il riconoscimento della indennità di accompagnamento.
N.B. Il diritto all'esenzione spetta quando la situazione di disabilità è riconosciuta in modo permanente, senza previsione di revisione.

Veicoli agevolabili
L'esenzione può essere riconosciuta per un solo veicolo.
Sono ammessi al beneficio dell'esenzione i veicoli di cui al D.Lgs 285/92 (Nuovo Codice della Strada) art. 53, c. 1, lett. b), c) ed f) e art. 54, c.1, lett. a), c) ed f) di cilindrata non superiore a 2.000 centrimetri cubici se alimentati a benzina e di cilindrata non superiore a 2.800 centimetri cubici se alimentati a gasolio:
- autovetture
- autoveicoli per trasporto promiscuo
- autoveicoli per trasporti specifici
- motocarrozzette
- motoveicoli per il trasporto promiscuo
- motoveicoli per trasporti specifici
- veicoli per uso di invalidi con le caratteristiche di cui all'art. 196 del D.P.R. n. 485/92 "Regolamento di esecuzione ed attuazione del nuovo codice della strada" (velocipedi con motore ausiliario, motocicli leggeri, motocarrozzette leggere).
Nota B - Per i non vedenti e i sordomuti l'esenzione spetta solo per autovetture e autoveicoli, non per motoveicoli.

Istanza di esenzione
Le domande di esenzione dal pagamento della tassa automobilistica possono essere presentate presso un qualsiasi sportello A.C.I. (Automobile Club Italia) del territorio della Regione Toscana.
Nel caso di impossibilità a presentarsi presso uno sportello, la domanda di esenzione può essere inoltrata tramite servizio postale a mezzo raccomandata, allegando copia fotostatica, non autenticata, di un documento di identità del richiedente, in corso di validità.
Modello E di richiesta di esenzione dal pagamento della tassa automobilistica ai sensi della L.R. 49/2003 e del decreto del presidente della Giunta regionale 3 gennaio 2005 n.10/R.

Documentazione da allegare
a) fotocopia della carta di circolazione del veicolo da esentare;
b) nel caso di veicolo non intestato al disabile, copia della documentazione che attesti che quest'ultimo è fiscalmente a carico dell'intestatario del veicolo;
c) copia del verbale di accertamento sanitario rilasciato da una Commissione Medica Pubblica;
d) nel caso di veicolo adattato nei comandi guida, in funzione di disabilità motoria, fotocopia della patente di guida speciale da cui risulta la prescrizione di guida con adattamenti.
Nel caso di impossibilità a presentare la documentazione di cui alle lettere b) e c) è possibile procedere ad autocertificare, con dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 "Testo delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa", i seguenti requisiti:
- la qualità di "fiscalmente a carico" riferita al disabile, nel caso di veicolo intestato ad altro soggetto;
- la disabilità accertata in sede di visita della Commissione Medica Pubblica, con espressa indicazione della Commissione stessa.

Decorrenza dell'esenzione
L'esenzione decorre dal periodo tributario in corso all'atto di presentazione della relativa istanza.
Trasferimento dell'esenzione su un altro veicolo
L'esenzione può essere trasferita su un altro veicolo di proprietà della persona disabile o del soggetto di cui il disabile risulti fiscalmente a carico con una comunicazione da presentare ad un qualsiasi sportello A.C.I. (Automobile Club Italia) entro il termine perentorio di quaranta giorni dalla data in cui si è verificata la sostituzione del veicolo. La comunicazione pervenuta agli uffici A.C.I oltre tale termine, o la mancata comunicazione, comporta esclusivamente l'applicazione di una sanzione amministrativa compresa tra un minimo di euro 50,00 ed un massimo di euro 200,00 e non il mancato riconoscimento del diritto all'esenzione sul nuovo veicolo che potrà essere riconosciuto anche per i periodi tributari precedenti alla tardiva comunicazione - Modello G di richiesta di trasferimento/uscita dall'esenzione.
 

Esenzione per organizzazioni di volontariato

Le esenzioni dei veicoli di proprietà delle Organizzazioni di volontariato sono disciplinate dalla legge regionale 22 settembre 2003, n. 49 e succ. mod., art.6.

Soggetti beneficiari
L'esenzione è concessa a favore delle Organizzazioni iscritte nel registro regionale di cui alla Legge Regionale 26 aprile 1993, n. 28 (Norme relative ai rapporti delle organizzazioni di volontariato con la Regione, gli Enti Locali e gli altri Enti Pubblici - Istituzione del registro regionale delle organizzazioni del volontariato).

Veicoli agevolabili
Sono esenti dal pagamento della tassa automobilistica i veicoli, esclusivamente utilizzati ai fini istituzionali, di proprietà delle organizzazioni di volontariato iscritte nel registro regionale delle organizzazioni del volontariato di cui alla L.R. n. 28/93.

Istanza di esenzione
La domanda di esenzione deve essere presentata, in carta semplice a firma del legale rappresentante, presso una delegazione A.C.I. del territorio della Regione Toscana.
La richiesta di esenzione dovrà contenere (come allegato a parte ovvero in calce alla domanda medesima) anche una dichiarazione sostitutiva, resa dal legale rappresentante secondo le modalità di cui al D.P.R. 445/2000 (Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione), nella quale si attesta che l'Organizzazione è iscritta nel registro del volontariato della Toscana con indicazione degli estremi dell'atto di iscrizione nonché l'attestazione che i mezzi esentabili sono utilizzati esclusivamente per fini istituzionali.

Modello F di richiesta di istanza di esenzione per Organizzazioni di volontariato

Documentazione
In allegato alla domanda dovrà essere prodotta copia del libretto di circolazione dei veicoli di cui si richiede l'esenzione.

Modello H per richiesta di riesame dell'esenzione

Decorrenza dell'esenzione
L'esenzione decorre dal periodo tributario in corso all'atto di presentazione dell'istanza.
 

Esenzione per i veicoli per trasporto specifico (Onlus)

L'esenzione di tali veicoli è disciplinata dalla Legge Regionale 22 settembre 2003, n. 49 (e successive modificazioni), art. 7.

Soggetti beneficiari
L'esenzione è concessa a favore delle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (O.N.L.U.S.) iscritte all'anagrafe unica delle O.N.L.U.S. ai sensi del Decreto del Ministro dell'Economia 18 luglio 2003, n. 266, degli Enti Locali e delle Aziende Sanitarie Locali.

Veicoli agevolabili
Sono esentati dal pagamento delle tasse automobilistiche regionali i veicoli adattati per usi specifici di proprietà delle O.N.L.U.S., degli Enti Locali e delle Aziende Sanitarie Locali.
L'esenzione spetta solo per veicoli adattati:

ambulanze di trasporto
trasporto specifico di persone in determinate condizioni
trasporto di organi e sangue

L'adattamento deve risultare sulla carta di circolazione.

Istanza di esenzione
La domanda di esenzione deve essere presentata, in carta semplice a firma del legale rappresentante, presso una delegazione A.C.I. del territorio della Regione Toscana.
La richiesta di esenzione dovrà contenere (come allegato a parte ovvero in calce alla domanda medesima) anche una dichiarazione sostitutiva, resa dal legale rappresentante secondo le modalità del D.P.R. 445/2000 (Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione), nella quale si attesta che l'Organizzazione ha presentato domanda di iscrizione all' Anagrafe Unica delle ONLUS, ai sensi del Decreto del Ministro dell'Economia 18 luglio 2003 n. 266, alla Direzione Regionale dell'Agenzia delle Entrate territorialmente competente, con indicazione della data di presentazione della domanda.

Documentazione
In allegato alla domanda dovrà essere prodotta copia del libretto di circolazione dei veicoli di cui si richiede l'esenzione.

Decorrenza dell'esenzione
L'esenzione decorre dal periodo tributario in corso all'atto di presentazione dell'istanza.
 

Esenzione per i veicoli consegnati a rivenditori autorizzati

A decorrere dal 1° gennaio 2012 gli elenchi di esenzione e i supporti magnetici per i veicoli consegnati a rivenditori autorizzati devono essere spediti mediante raccomandata con ricevuta di ritorno a:

Regione Toscana
Direzione Generale Organizzazione e Risorse
Area di Coordinamento Risorse Finanziarie
settore Tributi e sanzioni
Via di Novoli, 26
50127 Firenze

Il versamento del diritto fisso corrispondente a € 1,55 per ogni veicolo, deve essere effettuato sul conto corrente postale n° 32468530 intestato a Regione Toscana - Tesoreria Regionale con la causale"Proventi L. 187/90".
 

Esenzione per i veicoli destinati al servizio antincendio

Riferimenti normativi
L.R. 22 settembre 2003, n. 49 (e successive modificazioni). Sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica i veicoli esclusivamente destinati al servizio di estinzione degli incendi, individuati dai piani operativi annuali provinciali antincendi boschivi di cui alla L.R. 39/2000 (Legge Forestale della Toscana) art. 74, comma 6, come sostituito dalla L.R. 1/2003, art. 50.

Documentazione da presentare
a) domanda di esenzione, redatta su carta semplice, da presentare presso una delegazione ACI o presso un'Agenzia pratiche auto-moto convenzionata;
b) fotocopia della carta di circolazione.

I requisiti necessari alla concessione del beneficio saranno accertati direttamente da ACI presso i competenti uffici regionali (Organizzazione Antincendi Boschivi della Regione Toscana).

Decorrenza dell'esenzione
L'esenzione decorre dall'anno tributario in corso all'atto di presentazione dell'istanza di esenzione. L'esenzione ha carattere permanente. E' fatto obbligo ai soggetti beneficiari comunicare tempestivamente ad ACI l'eventuale decadenza dei requisiti che hanno determinato l'esenzione (cancellazione dagli archivi del servizio AIB, vendita del mezzo, ecc.), pena sanzione amministrativa da un minimo di Euro 50,00 ad un massimo di Euro 200,00.

 


Ultima modifica: 10/01/2013 11:03:38 - Id: 67557