Skip to Content skip-to-menu

Paesaggio

In Primo Piano

Dalla pianificazione alla gestione partecipata del paesaggio

26 Ottobre 2018. Educatorio Fuligno Via Faenza, 48 Firenze - Diretta streaming

Piano di indirizzo territoriale con valenza di piano paesaggistico

Avviso di approvazione dell'integrazione del piano di indirizzo territoriale (PIT) con valenza di piano paesaggistico.

GEOscopio

Il Geoportale GEOscopio è lo strumento webgis con cui è possibile visualizzare ed interrogare i dati geografici della Regione Toscana.

Il governo del territorio (Legge regionale 65/2014)

Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 53, parte prima, del 12 novembre 2014

Commissione Regionale per il Paesaggio

Art. 137 D.Lgs 42/2004 e LR 26/2012 e s.m.i.

Garante regionale dell'informazione e della partecipazione

Aassicura l'informazione e la partecipazione dei cittadini nella formazione degli atti di governo

2. Disciplina di piano

Piano di indirizzo territoriale della Toscana

2. Disciplina di piano

sommario

Titolo 1 – Natura e articolazione della disciplina del Piano di indirizzo territoriale p.4
  • Articolo 1 – Natura della disciplina del Piano di indirizzo territoriale p.4
  • Articolo 2 – Articolazione della disciplina del Piano di indirizzo territoriale e suoi elaborati p.4
Titolo 2 – Statuto del territorio toscano p.6
  • Articolo 3 – I sistemi che definiscono la struttura del territorio toscano e le sue funzionalità p.6
  • Articolo 4 – La "città policentrica toscana" quale invariante strutturale dello Statuto. Definizione tematica p.7
  • Articolo 5 - La "città policentrica toscana" come agenda per l'applicazione dello statuto del territorio toscano. Direttive per potenziare l'accoglienza della "città toscana" mediante moderne e dinamiche modalità dell'offerta di residenza urbana p.7
  • Articolo 6 - Prescrizioni correlate p.8
  • Articolo 7 - La "città policentrica toscana" come agenda per l'applicazione dello statuto del territorio toscano. Direttive per dotare la "città toscana" della capacità di offrire accoglienza organizzata e di qualità per l'alta formazione e la ricerca p.8
  • Articolo 8 - La "città policentrica toscana" come agenda per l'applicazione dello statuto del
  • territorio toscano. Direttive per la mobilità intra e inter-regionale p.9
  • Articolo 9 - Prescrizioni correlate p.9
  • Articolo 10 - La "città policentrica toscana" come agenda per l'applicazione dello statuto del territorio toscano. Direttive per sostenere la qualità della e nella "città toscana" p.12
  • Articolo 11 - La "città policentrica toscana" come agenda per l'applicazione dello statuto del territorio toscano. Direttive per la governance integrata su scala regionale p.13
  • Articolo 12 - Prescrizioni correlate p.13
  • Articolo 13 – La "città policentrica toscana" e il turismo. Prescrizioni p.13
  • Articolo 14 – La "città policentrica toscana" e il commercio. Direttive p.14
  • Articolo 15 – La "città policentrica toscana" e il commercio. Prescrizioni correlate p.15
  • Articolo 16 – La "città policentrica toscana. La regolazione degli orari p.15
  • Articolo 17 – La presenza "industriale" in Toscana quale invariante strutturale dello Statuto. Definizione tematica p.15
  • Articolo 18 – La presenza "industriale" in Toscana come agenda per l'applicazione dello statuto del territorio toscano. Direttive per il suo sviluppo e il suo consolidamento p.16
  • Articolo 19 – Prescrizioni correlate p.17
  • Articolo 20 – Il patrimonio "collinare" della Toscana quale invariante strutturale dello Statuto. Definizione tematica p.17
  • Articolo 21 – Il patrimonio "collinare" della Toscana come agenda per l'applicazione dello statuto del territorio toscano. Direttive ai fini della conservazione attiva del suo valore p.18
  • Articolo 22 – Il patrimonio "collinare" della Toscana come agenda per l'applicazione dello statuto del territorio toscano. Direttive ai fini della conservazione attiva delle risorse agroambientali e di quelle paesaggistiche, oltre che sociali ed economiche, della Toscana rurale p.19
  • Articolo 23  Prescrizioni correlate p.20
  • Articolo 24 – Il patrimonio "collinare" della Toscana come agenda per l'applicazione dello statuto del territorio toscano. Direttive p.21
  • Articolo 25 - Prescrizioni correlate p.21
  • Articolo 26 – Il patrimonio "costiero, insulare e marino" della Toscana quale invariante strutturale dello Statuto. Definizione tematica p.21
  • Articolo 27 – Il patrimonio "costiero insulare e marino" della Toscana come agenda per l'applicazione dello statuto del territorio toscano. Direttive ai fini della conservazione attiva del suo valore p.22
  • Articolo 28 – Prescrizioni p.23
  • Articolo 29 – Le infrastrutture di interesse unitario regionale quale invariante strutturale dello Statuto. Definizione tematica p.24
  • Articolo 30 – Le infrastrutture di interesse unitario regionale come agenda per l'applicazione dello statuto del territorio toscano. Direttive correlate p.24
  • Articolo 31 – I beni paesaggistici di interesse unitario regionale quale invariante strutturale dello Statuto. Definizione tematica p.25
  • Articolo 32 - – I beni paesaggistici di interesse unitario regionale. Direttive correlate p.27
  • Articolo 33 – I beni paesaggistici di interesse unitario regionale: progressiva implementazione della disciplina paesaggistica p.27
  • Articolo 34 – Prescrizioni correlate p.27
  • Articolo 35 – Lo Statuto del territorio toscano. Direttive generali p.28
  • Articolo 36 – Lo Statuto del territorio toscano. Misure generali di salvaguardia p.28
  • Articolo 37 – Normativa transitoria relativa alle direttive di urbanistica commerciale p.29
Titolo 3 – L'agenda strategica e l'efficacia effettuale del Piano di indirizzo territoriale. I sistemi funzionali e la valutazione p.29
  • Articolo 38 – Natura e funzionalità dell'agenda strategica del PIT p.29
  • Articolo 39 – La messa in opera delle opzioni statutarie e strategiche del Piano mediante la valutazione integrata e il monitoraggio degli effetti p.30

Ultima modifica: 09/01/2013 15:22:53 - Id: 73892