Salta al contenuto Salta al menu'

Ricerca e competitività

« Indietro

Irpet, cinquant'anni di numeri in Toscana

Irpet, cinquant'anni di numeri in Toscana

Una regione più vecchia e più istruita, dove le donne hanno un rilievo crescente, le famiglie sono sempre più piccole e gli impiegati prendono il posto di contadini e operai. Una regione più moderna, dove il Pil cresce e dove si consuma di più anche se sempre meno per soddisfare i bisogni primari.

L'Irpet festeggia i suoi cinquant'anni (18 aprile 1968-18 aprile 2018) fotografando il cambiamento della nostra regione dal 1968 ad oggi. Nel 1968 i toscani erano 3 milioni e 430 mila, nel 2017 3 milioni e 740 mila. Il saldo naturale è in caduta libera, la fecondità pure (1,3 figli per donna), la popolazione toscana è in crescita solo grazie ai migranti. Gli italiani sono diminuiti di 63 mila unità, gli stranieri quasi 400 mila in più. E' una popolazione sempre più anziana, con quasi 500 mila ultrasessantacinquenni in più (+490 mila) e 414 mila under 34 in meno. Il numero di over 75 ha superato quello degli under 14.

In cinquant'anni il numero dei laureati (età 25-34), passa dal 4 al 23% per gli uomini e dal 4 al 34 % per le donne. Il tasso di laureati resta tuttavia più basso di dieci punti rispetto alla media europea, che è per gli uomini del 34% e per le donne il 44%. Più forte anche la partecipazione delle donne al mercato del lavoro. Il tasso di occupazione femminile passa dal 56% del 1977 al 66% del 2017.

In economia, il terziario assorbe il 70% della occupazione complessiva (nel '71 era il 40%), mentre l'industria rappresenta lo sbocco occupazionale del 27% dei lavoratori toscani (nel '71 41 occupati su 100 erano impiegati nel  manifatturiero). In questi anni, il Pil pro capite è andato aumentando fino a raddoppiare (da -6% a + 6%). Più che raddoppiate le presenze turistiche (da 20 a 44 milioni) e i consumi, a vantaggio di quelli per beni e servizi meno primari e più evoluti: la quota di spesa delle famiglie per l'alimentazione è passata dal 37% del 1968 al 13% del 2016.
 

APPROFONDIMENTI
 

SERVIZI VIDEO

 

 


Ultima modifica: 19/04/2018 09:13:23 - Id: 15265667