Salta al contenuto Salta al menu'

Sostegno occupazione

In Primo Piano

Sportelli Prometeo 4.0: servizi per lavoratori in situazioni di crisi o senza lavoro stabile

Un progetto finanziato dalla Regione Toscana con il contributo del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020.   Una rete di 55 sportelli, distribuiti sul territorio regionale,...

Por Fse 2014-2020, incentivi 2016 per l'occupazione nelle aree di crisi

Scadenza prorogata al 29 dicembre 2017 ore 12. Incentivi a imprese e datori di lavoro in favore dell'occupazione nei territori comunali di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo –...

Welfare to work: incentivi all'assunzione

Welfare to work: incentivi all'assunzione

Risorse finanziarie esaurite. Contributi a fondo perduto ai datori di lavoro per assumere donne, giovani e altri soggetti

Le risorse del programma Welfare to Work sono esaurite!

Con il presente avviso si porta a conoscenza di tutti gli interessati che le risorse stanziate sul Programma "Welfare to Work per le politiche di reimpiego" sono esaurite.
Le adesioni al Programma Welfare to Work ricevute con protocollo della Regione Toscana fino al 31 maggio 2011 verranno istruite dai Centri per l'Impiego territorialmente competenti.
Le domande di adesione che arriveranno dopo il 31 maggio 2011, non saranno accolte ai sensi dell'art. 3 dell'avviso pubblicato con decreto n. 5721 del 23/11/2010. Sarà nostra cura, attraverso la pubblicazione di un nuovo avviso, dare immediata comunicazione qualora il Programma Welfare to Work venisse rifinanziato.
Nota: è attualmente aperto l'avviso pubblico per incentivi all'occupazione (decreto dirigenziale 1711/2011) già pubblicato alla pagina Lavoro e Formazione della Regione Toscana, bandi, bandi attivi del Settore Lavoro e Settore Formazione."

Via alla scheda dell'incentivo: un contributo a fondo perduto ai datori di lavoro con almeno un'unità produttiva collocata nel territorio della Regione Toscana, per l'assunzione di:
- donne;
- giovani diplomati (di età non superiore a 30 anni);
- giovani laureati (di età non superiore a 35 anni);
- soggetti con un reddito ISEE, relativo all'anno precedente, non superiore ai € 17.000,00;
- soggetti di età uguale o superiore a 45 anni.
 

Il contesto

La Regione Toscana, insieme al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, considerata la situazione di emergenza occupazionale derivante dallo stato di crisi in cui versa un considerevole numero di aziende che denunciano esuberi strutturali di personale, promuove l'Azione di Sistema Welfare to Work volta a fronteggiare la condizione di disagio dei lavoratori espulsi dai processi produttivi o a rischio di disoccupazione, e sostenere i processi di mobilità interaziendale mediante la concessione di aiuti all'occupazione ai datori di lavoro che assumono i predetti lavoratori.

Chi presenta la domanda

Possono richiedere il bonus assunzionale i datori di lavoro che intendano assumere i soggetti "svantaggiati" disoccupati o inoccupati iscritti ai Centri per l'Impiego territorialmente competenti, non percettori di ammortizzatori sociali; oppure lavoratori in cassa integrazione o in mobilità in legislazione in deroga purché si tratti di altra azienda rispetto a quella di provenienza del lavoratore, appartenenti al target di seguito descritto.

I target

I soggetti da assumere dovranno appartenere alle seguenti tipologie:
Donne;
Giovani diplomati (di età non superiore a 30 anni);
Giovani laureati (di età non superiore a 35 anni);
Soggetti con un reddito ISEE non superiore ai 17.000 euro;
Soggetti di età uguale o superiore ai 45 anni.

Il sistema degli incentivi

E' prevista l'erogazione di un contributo straordinario (una tantum) dell'importo massimo erogabile pari ad euro 6.000,00 (lorde). Il suddetto contributo sarà erogato interamente al datore di lavoro a fronte dell'assunzione a tempo indeterminato con orario di lavoro pari o superiore alle 30 ore settimanali. Nel caso di assunzione a tempo parziale indeterminato, inferiore alle 30 ore settimanali, ma comunque non inferiore a 20 ore settimanali, il contributo sarà corrisposto in misura proporzionalmente ridotta al numero di ore contrattuali. E' prevista, inoltre, l'erogazione di un contributo straordinario (una tantum) dell'importo erogabile pari a € 2.000,00 (lorde) ai datori di lavoro che assumano a tempo determinato per una durata non inferiore ai 12 mesi, con orario di lavoro non inferiore alle 20 ore settimanali Sono escluse dal presente avviso le tipologie contrattuali con contratto di apprendistato.

Come funziona

I datori di lavoro interessati dovranno manifestare il proprio interesse rispondendo all'avviso pubblico disponibile sui siti:
www.regione.toscana.it
www.lavoro.gov.it
www.italialavoro.it
La manifestazione di interesse corredata degli allegati disponibili sui siti suddetti dovrà essere inviata in busta chiusa alla Regione Toscana al seguente indirizzo:

Regione Toscana - Settore Lavoro Via Pico della Mirandola, 24 – 50132 Firenze

Gli avviamenti a selezione dei candidati verranno effettuati dai Centri per l'Impiego delle Province, in base alla localizzazione delle unità produttive. Gli avviamenti a selezione saranno effettuati con riferimento al profilo professionale richiesto dal datore di lavoro nonché delle esperienze e qualifiche autocertificate e/o sulla disponibilità alla riconversione/riqualificazione professionale del soggetto da ricollocare.

Decreto e allegati

Decreto n. 5721 del 23 novembre 2010
All. A - Avviso completo
All.1 – Modulo adesione azienda
All. 2 – Dichiarazione "De Minimis"
All. 3 – Dichiarazione aiuti di stato
All. 4 – Modulo di adesione del lavoratore
All. 5 – Comunicazione superamento periodo di prova
All. 6 – Modello richiesta adesione al contributo
All. 7 – Elenco CPI toscani
All. 8 – Elenco Servizi Lavoro delle province toscane
Brochure


Ultima modifica: 05/03/2013 17:19:02 - Id: 272927