Salta al contenuto Salta al menu'

Attrazione investimenti

« Indietro

Toscana regione che attrae investimenti: ecco i numeri di un successo

Toscana regione che attrae investimenti: ecco i numeri di un successo

Nel 2015 e nel 2016 conclusi 113 investimenti. Da gennaio a giugno 2017 gli investimenti sono già 37


I dati parlano chiaro. La Toscana è una regione che riesce ad attrarre investimenti più di molte altre regioni italiane. L'impegno profuso e i risultati conseguiti posson essere sintetizzati in quattro ambiti:

 

I dati
Questi sono gli elementi che si possono ricavare da una recente analisi OCO Global (dati fDi Markets – Financial Times) così come dai dati a disposizione di Invest in Tuscany:

  • nel periodo 2012-2016 la Toscana, dopo Lombardia e Lazio, è la terza regione per investimenti diretti esteri. Relativamente agli investimenti nel settore manifatturiero, la Toscana con un 20% del totale si colloca a ridosso della regione leader, la Lombardia (24%);
  • nel 2015 si sono conclusi 35 investimenti per un valore di 1,4 miliardi, che hanno prodotto 1.222 posti di lavoro;
  • nel 2016 si sono conclusi 68 investimenti su per un valore di 2,5 miliardi (i posti di lavoro non sono ancora rendicontabili)
  • nel 2017 siamo già a 37 investimenti (dato giugno 2017, parziale)
     

L'efficacia mostrata dalla regione nell'attrarre investimenti è stata riconosciuta sia a livello nazionale (prima regione a firmare un protocollo di collaborazione sul tema con MISE ed ICE) che a livello internazionale (seconda a livello europeo nella classifica fDi Intelligence-Financial Times  – categoria "Mid Sized European Regions" - quanto a strategia di attrazione)

 

Il settore "Attrazione Invesrtimenti" della Regione Toscana
Costituito nel 2010 su espressa indicazione del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi come Ufficio di supporto agli investitori,  il settore si è rafforzato a partire dal 2016,  affiancando alle funzioni di "one-stop-shop" nei rapporti tra pubblica amministrazione e investitore un'attività continuativa di contatto con le aziende già localizzate in regione (aftercare, e di ricerca diretta di nuovi investitori.

Gli obiettivi assegnati al settore sono quelli di attrarre nuovi investitori e mantenere - possibilmente anche espandere - gli investimenti esistenti. Tutto ciò per creare nuova occupazione e nuove opportunità di business in Toscana.


La collaborazione tra Regione e Istituzioni di livello nazionale e locale
La Toscana è stata la prima regione a firmare un protocollo di collaborazione con Mnistero dello Sviluppo economico (Mise) e l'Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane (Ice) per potenziare l'attività di attrazione investimenti. È anche una delle Regioni protagoniste di un progetto multiregionale per l'attrazione degli investimenti (in collaborazione con Mise, Maeci, Ice e Conferenza delle Regioni che prevede la definizione di un piano di attività comuni per il biennio 2017-2018.

A livello locale la collaborazione si è rafforzata tramite l'adozione di un protocollo d'intesa con Anci, Città metropolitana di Firenze e Comuni toscani per la costituzione di una rete di assistenza ai potenziali investitori di oltre 20 soggetti istituzionali cui si affianca un'analoga rete di società di consulenza e professionisti.


Il dialogo con gli investitori e i servizi
L'assistenza post-insediamento si è manifestata anche nell'organizzazione di cicli di visite presso le aziende multinazionali già insediate in Toscana. Le aziende incontrate nell'ultimo anno sono state oltre 40.

Questo ha prodotto intese tra Regione Toscana, amministrazioni locali e imprese che si pongono obiettivi vari, sempre connessi alla ricerca di un maggior radicamento o di un'espansione delle singole imprese.

Tra le materie oggetto dei protocolli rientrano la risoluzione di problematiche legate a progetti di espansione, la messa in relazione con i sistemi locali di piccole e medie imprese, la collaborazione in tema di ricerca e sviluppo con le università e i centri di ricerca toscani.

Attualmente sono in negoziazione circa 20 protocolli con imprese multinazionali presenti in Toscana.

ALF


Ultima modifica: 25/10/2017 16:46:59 - Id: 14472279