Salta al contenuto Salta al menu'

Ticket

Ticket sulle prestazioni di Pronto soccorso

Ticket sulle prestazioni di Pronto soccorso

 

Per le situazioni ritenute non gravi, classificate in Pronto soccorso con codice di priorità bianco o azzurro, è previsto il pagamento di un ticket fino ad un importo massimo di €50.

Non è richiesto pagamento del ticket per i codici rosso, giallo e verde.

Sono esenti dal pagamento del ticket per le prestazioni erogate al Pronto soccorso:

  • tutti gli assistiti esenti dalla partecipazione alla spesa per le prestazioni di specialistica ambulatoriale
  • i ragazzi di età inferiore a 14 anni
  • gli utenti dimessi dal Pronto soccorso con codice di priorità bianco ed azzurro per situazioni correlate a: avvelenamenti acuti, traumatismi (che esitino in sutura o immobilizzazione), necessità di un breve periodo di osservazione nell'area di Pronto soccorso o comunque all'interno della struttura ospedaliera
  • gli appartenenti alla forze di Polizia, Carabinieri, Forze armate e Vigili del fuoco, che non godono di copertura Inail, per le prestazioni erogate in seguito a infortuni sul lavoro


Contributo per la digitalizzazione in Pronto soccorso
Per prestazioni di diagnostica per immagini effettuate in Pronto Soccorso è previsto un contributo di 10 euro per la digitalizzazione delle procedure (produzione, archiviazione, trasmissione delle immagini), fino a un massimo di 30 euro per anno solare, che gli utenti sono tenuti a pagare, escluso gli esenti.
Il contributo non è dovuto nei casi in cui si proceda al ricovero a seguito dell'accesso in Pronto soccorso.

Sono esentati dal contributo di 10 euro:

  • i titolari di assegno sociale e loro familiari a carico - codice di esenzione E03
  • i titolari di pensione minima con età superiore ai sessanta anni e reddito del nucleo familiare fino a 8.263,31 euro incrementabili fino a 11.362,05 per coniuge a carico e di ulteriori 516,46 euro per figlio a carico - codice di esenzione E04
  • gli invalidi di guerra titolari di pensione vitalizia ed ex deportati in campo di sterminio - codice esenzione G01-G02
  • gli invalidi per servizio - codice di esenzione S01-S02-S03
  • gli invalidi civili al 100% e i grandi invalidi per lavoro - codice esenzione C01-C02-C04-L01
  • i danneggiati da vaccinazione obbligatoria, trasfusioni, somministrazione di emoderivati, limitatamente alle prestazioni necessarie per la cura delle patologie previste dalla L.210/1992 - codice esenzione N01
  • le vittime del terrorismo e della criminalità organizzata e familiari - codice esenzione V01-V02
  • i ciechi assoluti o con residuo visivo non superiore a 1/10 e i sordi - codice esenzione C05-C06
  • gli infortunati sul lavoro per il periodo dell'infortunio e per le patologie direttamente connesse - codice esenzione J05
  • i disoccupati, e familiari a carico, con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ciascun figlio a carico - art.8, comma16, L..537/93 - codice esenzione E02
  • i disoccupati, lavoratori in cassa integrazione e in mobilità e familiari a carico - DGR n.1372/2016 - codice esenzione E90-E91-E92
  • gli appartenenti alla forze di Polizia, Carabinieri, Forze armate e Vigili del fuoco, che non godono di copertura Inail, per le prestazioni erogate in seguito a infortuni sul lavoro - codice esenzione J06
  • minori e neo maggiorenni – nella fascia 18-21 anni - inseriti in strutture di accoglienza per le quali è attivo un progetto sperimentale approvato dalla Regione; minori in affidamento familiare - codice esenzione W02
  • minori stranieri non accompagnati - codice esenzione W03

Ultima modifica: 21/06/2017 17:43:35 - Id: 273686