Salta al contenuto Salta al menu'

Caccia e pesca

In Primo Piano

Approvata l'apertura anticipata della caccia

Su proposta dell'assessore regionale all'agricoltura, Marco Remaschi, la Giunta regionale ha approvato con delibera n. 1086 del 27 agosto la possibilità di esercitare l’apertura...

Caccia di selezione al cinghiale e altri ungulati: sessioni d'esame 2019

Le convocazioni agli esami presso le diverse Sedi territoriale degli Uffici regionali per la caccia. Materiali di studio per prepararsi all'esame

Modulistica per attività venatoria e pesca

Tutti i modelli da utiizzare per i procedimenti amministrativi relativi ad attività faunistico venatorie, pesca dilettantistica e pesca in mare Tutti i modelli da utilizzare per i...

Guardie Venatorie Volontarie: sessioni di esame 2019

Gli esami nelle sedi territoriali. Prove degli esami ed esiti   Sessione di esami 2019-2020 Le domande per gli esami di abilitazione per guardia venatoria...

Guardie Ittiche Volontarie: sessioni d'esame 2019

L'articolo 20 bis della Legge regionale 7/2005 prevede che la qualifica di guardia ittica volontaria sia riconosciuta ai cittadini in possesso di apposito attestato, rilasciato dalla Regione...

Esame per l'abilitazione all'esercizio venatorio 2019

Richieste per fare l'esame di abilitazione alla caccia in Toscana. Avvisi relativi alle sessioni d'esame Ecco gli elenchi delle richieste di partecipazione all'esame per...
« Indietro

Tesserino venatorio digitale TosCaccia

Tesserino venatorio digitale TosCaccia

Disponibile per smartphone ‘TosCaccia', il tesserino venatorio digitale


Con la nuova stagione venatoria il tesserino venatorio diventa digitale. La Regione informa infatti che già dalla settimana precedente all'apertura generale è possibile scaricare gratuitamente la App ‘TosCaccia' che gradualmente sostituirà il tesserino cartaceo. L'utilizzo della app è facoltativo e in questa prima fase i cacciatori dovranno comunque ritirare quello cartaceo.

Il tesserino digitale, rappresenta una grande innovazione nella gestione e conoscenza da parte della Regione, in tempo reale, dell'entità dei prelievi su ciascuna specie. La Regione Toscana è la prima in Italia ad aver applicato questa nuova possibilità.

‘TosCaccia' (scaricabile gratuitamente dagli store per dispositivi Android e iOS) se utilizzata, sostituisce il Tesserino Venatorio Regionale cartaceo, per la annotazione delle giornate di caccia, delle aree utilizzate, dei capi abbattuti nonché alle procedure di registrazione della mobilità venatoria. L'utilizzo della app, come il tesserino regionale cartaceo, ha validità su tutto il territorio nazionale.

L' utilizzo di ‘TosCaccia' non è comunque obbligatorio.

I cacciatori toscani, entro il 10 ottobre 2017 per l'annata venatoria corrente, dovranno scegliere tra: continuare ad utilizzare il tesserino venatorio cartaceo tradizionale oppure scaricare l'app ed utilizzarla al posto del tesserino cartaceo. Sarà comunque consentito l'utilizzo della app anche dopo il 10 ottobre per i cacciatori che non hanno effettuato uscite di caccia dal 17 settembre 2017 fino alla data di inizio di utilizzo della App (ad esempio, i nuovi cacciatori o chi ha ritirato il tesserino in data successiva all'apertura generale della caccia, o chi non ha effettuato comunque uscite dal 17 settembre). Tuttavia, una volta effettuata la scelta, l'utilizzo di una delle due modalità è vincolante ed esclusiva, per tutta la stagione di caccia (sino al 31 agosto dell'anno successivo) e non potrà essere cambiata, né potrà essere usato contemporaneamente il tesserino cartaceo e la app.

Anche se si decide di utilizzare la App, in questa prima fase il tesserino cartaceo dovrà comunque essere ritirato e conservato durante la caccia assieme agli altri documenti, a disposizione della vigilanza. In caso di controllo il cacciatore che ha scelto di utilizzare l'App dovrà esibire le pagine riepilogative (‘statistiche della stagione') relative alla giornata di caccia in corso e alle giornate effettuate in precedenza.

Per qualsiasi informazione rivolgersi alle associazioni venatorie o direttamente agli uffici regionali competenti.
 

 


Ultima modifica: 08/03/2018 17:41:26 - Id: 14698748
  • Condividi
  • Condividi