Salta al contenuto Salta al menu'

Tributi

In Primo Piano

Guida alla tassa automobilistica

Chi deve pagarla, quando, quanto e come pagare.

Tributi regionali: guida a pagamento, modulistica, contenzioso, glossario e normativa

Modulistica; tributi e sanzioni tributarie; contenzioso tributario; come rateizzare le sanzioni tributarie ed amministrative...

Tributi regionali: servizio di pagamento online

La Regione Toscana semplifica il pagamento dei tributi regionali, attivando la piattaforma telematica Iris.

Concessioni demanio idrico, regolarizzazione agevolata dell'imposta fino al 30 novembre

  La Regione Toscana, con legge regionale 68/2016 aveva ridotto l'imposta regionale sulle concessioni di aree del demanio idrico, al 50% del canone di concessione....

Tasse per concessione regionale all'esercizio della pesca: caratteristiche, importi e modalità di pagamento

Tributi regionali

Tasse per concessione regionale all'esercizio della pesca: caratteristiche, importi e modalità di pagamento


L'esercizio della pesca dilettantistica
Costituisce esercizio di pesca ogni atto diretto alla cattura, all'uccisione o al richiamo della fauna
ittica per i fini predetti, mediante l'impiego di arnesi o sostanze a ciò destinati o comunque in
qualsiasi modo. La pesca dilettantistica può essere esercitata da chiunque abbia provveduto al versamento della tassa di concessione regionale. I versamenti della tassa di concessione regionale si effettuano sul c.c. postale n. 26730507 intestato a Regione Toscana - Tesoreria regionale - TASSA PER L'ESERCIZIO DELLA PESCA.

La licenza di pesca dilettantistica è costituita dalla ricevuta di versamento della tassa di concessione regionale in cui devono essere riportati oltre al nome, cognome e residenza anche la data ed il comune di nascita.
La ricevuta di versamento deve essere esibita unitamente ad un documento di identità valido.
La licenza di pesca dilettantistica non è richiesta a:
a) incaricati di pubbliche funzioni autorizzati dalla Regione o da Enti locali;
b) minori di dodici anni, se accompagnati da un maggiorenne, responsabile del comportamento
dei minori negli atti di pesca;
c) chi pratica la pesca a pagamento negli impianti di cui all'art. 12 della legge regionale n. 7/2005 "Gestione delle risorse ittiche e regolamentazione della pesca nelle acque interne".

L'importo delle tasse di concessione regionali dovute è così determinato:
a) euro 50,00 per la licenza di tipo A
b) euro 35,00 per la licenza di tipo B
c) euro 10,00 per la licenza di tipo C
d) euro 1,00 per la licenza di tipo D
La durata della licenza di pesca decorre dalla data del versamento della tassa di concessione
regionale

I mezzi consentiti per la pesca dilettantistica e le diverse licenze (tipo, A, tipo B, tipo C, tipo D)
I mezzi consentiti per praticare tale pesca sono quelli elencati all'art. 2 del Regolamento regionale n. 54/2005 di attuazione della legge regionale n. 7/2005, approvato con decreto del presidente della Giunta regionale 22 agosto 2005, n. 54/R).
L'esercizio della pesca, così come riportato all'art. 15 della legge regionale n. 7/2005, è consentito a chi sia in possesso di una delle seguenti licenze:
a) licenza tipo A: di durata annuale, autorizza la pesca professionale nonché quella dilettantistica con gli attrezzi di cui alla lettera b);
b) licenza di tipo B: di durata annuale, autorizza l'esercizio della pesca dilettantistica con canna,
anche munita di mulinello, con la tirlindana, la mazzacchera e bilancia;
c) licenza di tipo C: della durata di quindici giorni, autorizza la pesca con gli attrezzi di cui alla
lettera b);
d) licenza di tipo D: di durata giornaliera, autorizza la pesca sportiva nell'ambito delle
manifestazioni agonistiche, secondo le disposizioni del regolamento di attuazione di cui all'art. 21 della legge regionale n. 7/2005
 


Ultima modifica: 05/02/2015 12:35:11 - Id: 12325494