Salta al contenuto Salta al menu'

Storia: L'adozione del Pegaso

Stemma e Marchio

Storia: L'adozione del Pegaso


L'adozione del Pegaso

Il Pegaso in argento "inserito in uno scudo sannitico con campo rosso" con la scritta "Regione Toscana", riconosciuto come stemma con la Legge Regionale n° 18 del 3 febbraio 1995, divenne simbolo della Regione Toscana già dalla prima legislatura. Dopo una serie di ipotesi fu scelto il cavallo alato come segno distintivo del gonfalone (L.R. n. 44 del 20 maggio 1975) e fu scartata invece la proposta del Codice delle proporzioni di Leonardo, perché ritenuto inadatto sia ad una pura e semplice riproduzione, sia a qualsiasi elaborazione grafica.

Tuttavia nel 1993, con una delibera della Giunta regionale (la n. 1749 del 22/02/93), di fronte alla necessità di contraddistinguere la partecipazione della Regione ad iniziative culturali, promozionali e di comunicazione realizzate in collaborazione con soggetti terzi, fu adottata la soluzione prima scartata del marchio con la lettera "T" iscritta nel Codice delle proporzioni di Leonardo accompagnata dal logotipo "Regione Toscana".

In seguito alla necessità di dare una immagine esterna della Regione coordinata, oltre che uniforme, poiché marchio e gonfalone erano diversi l'uno dall'altro, nel 1995 si è definitivamente scelto come unico simbolo della Regione Toscana il Pegaso, disciplinando con legge regionale stemma, gonfalone e sigillo e disponendo la decadenza delle precedenti delibere insieme all'abrogazione dell'originaria legge di adozione del gonfalone.

Rifacendosi alle norme araldiche in uso, lo stemma è stato costruito inserendo il Pegaso inalberato e rivoltato, di color argento, in uno scudo sannitico con campo rosso, rispettando cosi l'antica bicromia tipica della tradizione toscana già osservata nel gonfalone (d'argento il Pegaso, con due bande rosse), al quale fu con l'occasione aggiunta la scritta "Regione Toscana", non prevista nel bozzetto originario e presente invece in stemma e sigillo. Per quest'ultimo, fu deciso l'inserimento del cavallo alato in una forma circolare contenente il logotipo "Regione Toscana".

Due anni dopo, con la delibera di Giunta n. 21 del 20 gennaio 1997, si è proceduto all'approvazione del nuovo marchio, che ad oggi si differenzia dallo stemma, oltre che per le modalità d'uso, per il colore del riquadro in cui si trova inserito il Pegaso che è verde anziché rosso.

Con la Legge Regionale n.59/2015 e con la deliberazione del Consiglio Regionale n.85/2016 il marchio è stato abrogato.


Ultima modifica: 08/11/2016 15:51:41 - Id: 115345