Salta al contenuto Salta al menu'

Enti Locali associati

Riordino funzioni delle province

Riordino funzioni delle province

La Regione Toscana ha dato attuazione alla legge 7 aprile 2014, n. 56 "Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni" con la legge regionale 3 marzo 2015 n. 22, disciplinando così il riordino delle funzioni esercitate dalle province e dalla città metropolitana e apportando modifiche alle discipline di settore.

Con la legge regionale 22/2015, oltre a provvedere nel dettaglio al trasferimento di funzioni, personale, beni e rapporti alla Regione, si provvede al trasferimento di talune funzioni ai comuni capoluoghi (turismo, albi del terzio settore) e alle unioni di comuni (forestazione). Per la prima volta nella legislazione regionale si interviene per disciplinare i rapporti tra Regione e Città metropolitana di Firenze, valorizzando il ruolo del nuovo ente.

Il quadro del processo di riordino si completa con la legge regionale 28 dicembre 2015, n. 82, negli artt. 27,28 e 29 si disciplina il trasferimento delle funzioni in materia di mercato del lavoro a seguito della convenzione Stato Regione prevista dall'art. 11 del d.lgs. 150/2015.


Ultima modifica: 12/04/2017 12:40:35 - Id: 11847271