Salta al contenuto Salta al menu'

Arte contemporanea

In Primo Piano

Iniziative nell'ambito di Toscanaincontemporanea 2017

Il programma e le schede di alcuni dei progetti finanziati da Regione Toscana

Tredicesima Giornata del Contemporaneo

Sabato 14 ottobre 2017 la manifestazione che porta l'arte del nostro tempo al grande pubblico

Leonardo Savioli 100

L'eredità di un architetto toscano a un secolo dalla nascita

Rassegna L'EVENTO IMMOBILE e mostra CONTEMPORARY RENAISSANCE

Palazzo d'Arnolfo e casa Masaccio. San Giovanni Valdarno (Arezzo)

Rassegna L'EVENTO IMMOBILE e mostra CONTEMPORARY RENAISSANCE

dal 1 dicembre 2012 al 20 gennaio 2013

Giornata conclusiva della rassegna
L'EVENTO IMMOBILE. Apparizioni

Inaugurazione della mostra
CONTEMPORARY RENAISSANCE
con una tavola rotonda sul tema Residenze d'artista come piattaforma di scambio nel contesto Asia e Europa

Sabato 1 dicembre 2012, alle ore 17.00, in Palazzo d'Arnolfo a San Giovanni Valdarno, evento conclusivo della sesta edizione della rassegna L'evento immobile con la presentazione del catalogo che conterrà oltre alle immagini e i testi dei curatori della mostra, appena conclusasi, L'evento immobile. Apparizioni, anche le trascrizioni delle conferenze tenute nel corso del 2012 da Elio Grazioli, Enrico Panattoni, Rocco Ronchi, Paolo Bertetto, Marco Senaldi. Interverranno i curatori della rassegna L'evento immobile Saretto Cincinelli e Alessandro Sarri.

Alle ore 17.30 conferenza del prof. Rocco Ronchi (docente di Filosofia Teoretica all'Università degli studi dell'Aquila e di Arti visive presso il Corso di Laurea in Economia dell'Arte dell'Università "L.Bocconi" di Milano) dal titolo  Apparizioni / Asparizioni.
Dalle ore 16.00 alle ore 20.00, presso la sede della collezione permanente di Casa Masaccio Centro per l'Arte Contemporanea, "Casa Giovanni" (corso Italia 105), saranno visibili alcune delle opere che hanno segnato le varie edizioni della rassegna L'evento immobile.

Sempre nella stessa giornata, Casa Masaccio arte contemporanea in collaborazione con MK Search Art (MKSA) promuove, alle ore 18.00 in Palazzo d'Arnolfo a San Giovanni Valdarno, la tavola rotonda sul tema "Residenze come piattaforma di scambio ( Asia e Europa)".
Alla tavola rotonda -dopo il saluto del Sindaco del Comune di San Giovanni Valdarno, Maurizio Viligiardi e del Dirigente del settore Valorizzazione del Patrimonio Culturale della Regione Toscana, Massimo Gregorini- interverranno: Maurizio Bortolotti (curatore, scrittore e professore alla NABA Milano), Brada Barassi (coordinatore editoriale di IllySustainArt Project), Saretto Cincinelli (curatore), Mario Cristiani (co-fondatore Galleria Continua San Gimignano/Beijng, Le Moulin), Isin Onol(curatore, scrittore - Turchia, Vienna; curatore della 4a Biennale "Sinopale"), Nicola Trezzi (US editor di Flash Art e curatore della 5a Biennale di Praga), Veeranganakumari Solanki (curatrice e scrittrice; curatrice di Contemporary Renaissance). Moderatore Roney Simon (co-fondatore di MK Search Art e Presidente dell'Associazione indo-europea della moda e del design).

Alle ore 19.00 inaugurazione della mostra CONTEMPORARY RENAISSANCE, negli spazi espositivi di Casa Masaccio, dal 1 dicembre 2012 al 20 gennaio 2013.
L'esposizione, curata da Veeranganakumari Solanki (giovane curatrice indiana, vincitrice ad Artissima del Curator Prize 2011, Illy Sustain Art) presenta i lavori di un gruppo di giovani artiste indiane, Remen Chopra | Vibha Galhotra | Sonia Jose | Monali Meher realizzati durante la Residenza d'Artista (Residency In Contemporary Renaissance), appena terminata, promossa da Casa Masaccio arte contemporanea in collaborazione con MK Search Art (MKSA). Un progetto che vuole sviluppare relazioni tra i due Paesi, promuovendo un confronto tra spazi d'arte contemporanea, giovani curatori, critici e artisti.
Durante la Residenza, gli artisti hanno esplorato la natura, l'architettura e l'arte della cittadina toscana in modo da renderla parte della loro personale pratica artistica. Mantenendo un'identità propria, hanno creato un dialogo con San Giovanni Valdarno, la sua cultura e i suoi cittadini e allo stesso tempo hanno portato a termine lo sviluppo di nuove idee e forme contemporanee. I lavori realizzati durante questa permanenza adottano un linguaggio che si integra con la storia della città, ma nello stesso tempo mantengono l'identità universale che gli è propria.

I lavori di Remen Chopra assomigliano a un dettagliato resoconto delle impressioni dell'artista e delle connessioni con la forza delle leggi dell'universo. Attraverso il teatro, Chopra mette in scena un atto di purificazione verso un nuovo risveglio spirituale. Il lavoro realizzato per Casa Masaccio diventa l'inizio di un protendere verso l'ideale, convogliando l'impressione di un nuovo Rinascimento.
La pratica artistica di Vibha Galhotra affronta il trans-culturale nella dicotomia tra locale e globale e si concentra sui concetti di spostamento, nostalgia, identità, costruzione o decostruzione, e tutto ciò che concerne la veloce evoluzione del nostro mondo. Le opere che Galhotra ha creato durante la Residenza a Casa Masaccio fanno parte dalla serie 'Orbis Unum',dove l'artista ha cercato di sostituire, decostruire e dissolvere il pensiero esistenziale di un mondo fatto di differenze, religione, gerarchia, confini e potere. Galhotra si è basata sulla castità del colore bianco per ridisegnare le bandiere per un mondo, in cui sono indicati, ma non differenziati, i simboli culturali , sociali e geo-politici.
Il suo progetto Re-birth Day, ispirato al Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto, ha coinvolto i cittadini nella creazione di un'opera d'arte collettiva. Il lavoro sarà esposto a San Giovanni Valdarno il 1 Dicembre e durante il Re-birth Day, il 21 dicembre 2012.
Grazie alla sua spiccata abilità di assorbire ciò che la circonda, Sonia Jose ha tradotto nelle sue opere le osservazioni sull'architettura e le diverse relazioni che coinvolgono San Giovanni Valdarno con altre città italiane. Nelle opere di Jose prende forma la vitalità del centro e la conoscenza dell'esistenza di una struttura dentro l'ignoto, indicando in questo modo il collegamento con la rinascita (il Rinascimento) contemporaneo.
Monali Meher ha tratto ispirazione dall'esperienza con il nuovo ambiente, la natura e l'architettura, gli spazi interni così come le persone e le loro usanze. Nonostante Meher appaia fisicamente nelle sue opere - apparizione fugace o quasi - l'accento è posto su ciò che la circonda e la sua natura simbolica, che si riflette nelle sue fotografie e opere video, create durante la residenza. Questa serie di opere rimanda anche alla natura performativa della sua pratica artistica.

Le iniziative sono promosse da Casa Masaccio Centro per l'Arte Contemporanea nell'ambito dei progetti di iniziativa regionale Toscanaincontemporanea2011 e Toscanaincontemporanea2012.

Casa Masaccio Centro per l'Arte Contemporanea
Corso Italia, 83 52027 San Giovanni Valdarno
Tel. 055 91.26.283 www.casamasaccio.it
e.mail: casamasaccio@comunesgv.it

Ingresso gratuito
orari: feriali 15.00 - 19.00 
festivi 10.00 - 12.00 | 15.00 - 19.00


Ufficio Stampa: Ambra Nepi Comunicazione
Tel. 348-6543173
e.mail: info@ambranepicomunicazione.it
www.ambranepicomunicazione.it


BIOGRAFIE

Veeranganakumari Solanki è una curatrice indipendente e scrittrice; vive a Mumbai, India. Ha studiato Letteratura inglese e susseguentemente ha acquisito diplomi post laurea in Estetica Indiana, Critica e teoria d'arte e una laurea specialistica in Storia. Le sua esperienza curatoriale ha implicato ricerche su artisti emergenti in Asia e a livello internazionale, come sull' arte indiana moderna e contemporanea. Solanki è stata una delle partecipanti del primo corso internazionale di curatela della Biennale di Gwangju, ed ha curato e co-curato mostre in India come a livello internazionale. È stata la prima vincitrice del premio per curatori illy sustainArt (2011) e del primo premio annuale ALICE (Artistic Landmark in Contemporary Experience) Public's Voice Award 2012 come migliore curatore emergente.

Remen Chopra | Breve biografia: Nata a New Delhi, ha frequentato la School Of Visual Arts New York. Remen Chopra tende naturalmente a combinare media diversi come disegno, fotografia, pittura, scultura e installazione; per creare opere che sono visivamente stratificate, come la loro profondità concettuale. Il trattamento dei materiali crea sensazioni e texture che permettono di vedere gli strati che stanno sotto la superficie. Questo favorisce la necessità di rendere il contenuto evidente per lo spettatore, che, anche se proveniente da un luogo molto riservato e profondo, viene reso accessibile e valutabile. Guidata dalla sua ricerca di un nuovo senso di armonia in un mondo post moderno, tormentato dalla confusione frammento, i concetti di Remen Chopra manifestano la natura compositiva della sua immaginazione. Chopra ha esposto le sue opere a livello internazionale in mostre personali e collettive. Vive e lavora a New Delhi, India

Vibha Galhotra | Breve biografia: Il lavoro di Galhotra esprime la fusione di scienza e spiritualità concentrandosi sui nuovi spazi urbani e i loro effetti sulla cultura e i valori umani. Il suo lavoro tocca la dimensione dell'arte, dell'ecologia, dell'economia e dell'attivismo. Sebbene si proclami un'artista e non un'attivista, è presente una traccia di attivismo o di responsabilità sociale. Il suo lavoro è ispirato dalla sua esistenza sociale e dalla preoccupazione per la rapida crescita urbana che ci vede spattatori. Utilizza diversi media, dalla fotografia, animazione, e oggetti trovati a oggetti performativi, installazioni e sculture concettualmente e simbolicamente per creare spazi di sperimentazione.
Galhotra ha esposto le sue opere a livello internazionale in biennali e anche con personali nazionali e internazionali; le sue collaborazioni e il suo lavoro sono stati largamente pubblicati. Ha vinto la borsa di studio per giovani artisti, HRD, Assessorato alla Cultura, Department of Culture, India e il premio Inlaks per le belle arti. Attualmente, ha in corso "Metropia", una mostra personale presso il Southeastern Center for Contemporary Art (SECCA), North Carolina, USA.
Galhotra vive e lavora a New Delhi, India.

Sonia Jose | Breve biografia: Prendendo spunto dalla vita quotidiana e dalle sue esperienze, l'attività artistica di Sonia Jose è connessa con l'ambiente, la storia personale e sociale. Il suo lavoro ha origine dalla necessità di preservare e riconoscere l'esperienza vissuta – è infatti particolarmente attratta dalle circostanze intime e trascurate che circondano le azioni di routine. Lavora con diversi media che includono disegno, pittura, scultura, fotografia, video e installazione – indagando le relazioni, gli scambi e la politica tra luogo, architettura, oggetti e individui.
Jose è laureata in belle arti presso la Srishti School of Art Design and Technology, Bangalore. Ha esposto le sue opere a livello internazionale e nazionale in biennali e mostre e ha tenuto diverse mostre personali in India. Ha ricevuto il Robert Bosch Art Grant nel 2009 per il suo progetto artistico 'A place called home'.
Vive e lavora a Bangalore, India.

Monali Meher | Breve biografia: Monali Meher ha studiato alla Sir J.J. School of Arts, Mumbai, 1990. Nel 1998 ha ricevuto ‘Unesco -Aschberg' Residency in Vienna dalla Federal Chancellery for Arts and Science ed ha eseguito la sua prima performance ‘Reflect: A personal window display', presso Jehangir art gallery in Mumbai pronunciando la frase, ‘Nothing is permanent & it's a nature's law'. Da quel momento ha proposto le sue performance a livello internazionale in musei e istituzioni. Meher usa differenti dalla performance, al video, alla fotografia, all'installazione e il disegno. Il suo lavoro si basa sull'analisi dei processi di ibridazione, il cambiamento di identità come anche sulla creazione di opere site specific. Le sue opere e sono stati pubblicati ampiamente e ha partecipato a mostre personali di livello internazionale e a mostre collettive in musei e biennali Nel 2000-01 ha ricevuto la residenza presso la Rijksakademie Van Beeldende Kunsten, finanziato dal Ministero olandese degli Affari esteri & Nuffic, sovvenzionata da Huygens concessione, in Amsterdam. Meher vive e lavora ad Amsterdam.
 


Ultima modifica: 13/12/2012 15:10:00 - Id: 248012