Salta al contenuto Salta al menu'

Boschi

In Primo Piano

Numero Verde 800 425 425 per segnalare incendi boschivi

Se avvisti un principio d'incendio di bosco chiama subito il Numero Verde Emergenze 800 425 425 della Sala Operativa Unificata Permanente  (SOUP) ...

Autorizzazioni per raccolta tartufi

L.R. 11 aprile 1995, n. 50 Autorizzazione alla raccolta dei Tartufi nel territorio della Regione Toscana In Toscana la raccolta dei tartufi è disciplinata dalla L.R. 11...

SOS animali selvatici feriti o in difficoltà

Se trovi un animale selvatico, mammifero o uccello, ferito o in difficoltà, chiama uno dei Centri di recupero della fauna selvatica convenzionati con la Regione Toscana. I ...

Raccogliere prodotti dai boschi

Raccogliere prodotti dai boschi

Art. 63 Legge Forestale della Toscana

Autorizzazione alla raccolta dei prodotti secondari del bosco nel territorio della Regione Toscana
 

In Toscana la raccolta dei prodotti secondari dei boschi è disciplinata dall'art. 63 della L.R. 39/00 e successive modifiche ed integrazioni.

Sono considerati prodotti secondari dei boschi oltre ai funghi epigei ed ipogei, la cui raccolta è disciplinata da specifiche leggi regionali (L.R. 16/99 e L.R. 50/95):

  • fragole
  • lamponi
  • mirtilli
  • more di rovo
  • bacche di ginepro
  • asparagi selvatici
  • muschi


La raccolta è consentita entro i limiti stabiliti dalla Giunta regionale.

Con deliberazione della Giunta regionale n. 260 del 19/3/01 sono stati fissati i seguenti limiti, al giorno e per persona:

  • fragole: kg 2,0
  • lamponi: kg 2,0
  • mirtilli: kg 2,0
  • more di rovo: kg 3,0
  • bacche di ginepro: gr 500
  • muschi: gr 500

con deliberazione della Giunta regionale n. 380 del 13/4/01 sono stati fissati i seguenti limiti:

  • asparagi : raccolta consentita, senza limitazioni di quantità, dalla ripresa dell'attività vegetativa fino al 31 maggio di ogni anno;

La raccolta dei prodotti secondari dei boschi, deve essere effettuata senza l'ausilio di strumenti quali rastrelli e pettini. È comunque vietato il taglio e lo sradicamento dell'intera pianta per la raccolta dei frutti.

La raccolta dei prodotti secondari del bosco è vietata nelle aree rimboschite prima che siano trascorsi cinque anni dall'impianto. Da tale divieto è escluso il proprietario od il possessore del fondo.

La raccolta è vietata nei fondi per i quali il proprietario o il possessore si riserva, ai sensi del Codice Civile, il diritto di raccolta o preclude l'accesso da parte di terzi.
 


Ultima modifica: 11/05/2016 11:57:59 - Id: 46738
  • Condividi
  • Condividi