Salta al contenuto Salta al menu'

Psr Feasr 2014-2020, Bando sottomisura 3.1: Sostegno alla nuova adesione ai regimi di qualità

Psr Feasr 2014-2020, Bando sottomisura 3.1: Sostegno alla nuova adesione ai regimi di qualità


mercoledì, 30 novembre 2016 08:28
domenica, 30 aprile 2017 13:00
Non specificato

 

Bando

La sottomisura è finalizzata a sostenere gli agricoltori che aderiscono per la prima volta a regimi di qualità agricoli e alimentari (DOP, IGP, biologico e integrato) e si attua attraverso la concessione di contributi per la copertura dei costi di certificazione.

Scadenza

Le domande possono essere presentate dal 1 dicembre 2016 al 30 aprile 2017, ore 13.00

A chi si rivolge

Sono ammessi a presentare domanda e a beneficiare del sostegno gli agricoltori attivi o loro associazioni.

Opportunità

Importo massimo del contributo concedibile per ogni istanza: euro 3.000.
La percentuale di contribuzione è fissata al 100% per tutte le tipologie di costi sostenuti.

Come partecipare

L'istanza si presenta sul portale di ARTEA

Leggi il bando completo

Decreto n. 12221 del 16/11/2016
Bando (Allegato A al decreto)

Decreto Artea n. 72/2017 - Approvazione graduatoria preliminare al finanziamento delle domande presentate
Graduatoria

 

Finalità del bando

La partecipazione degli agricoltori ai sistemi di qualità alimentare rappresenta un valido strumento per promuovere il miglioramento della qualità delle produzioni agroalimentari, o dei processi produttivi delle stesse, a garanzia dei consumatori e per migliorare la competitività delle imprese agricole e agroalimentari, con positive ricadute di sviluppo sui territori di produzione.

Presentazione della domanda

La domanda di aiuto deve essere presentata impiegando esclusivamente, mediante procedura informatizzata, la modulistica disponibile sulla piattaforma gestionale dell'Anagrafe Regionale delle aziende agricole gestita da ARTEA e raggiungibile dal sito www.artea.toscana.it.

La domanda deve essere sottoscritta e presentata secondo le modalità indicate dal decreto di ARTEA n. 140 del 31/12/2015 e s.m.i. Allegato A – Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nell'Anagrafe delle Aziende Agricole di ARTEA e per la gestione della Dichiarazione Unica Aziendale (DUA).

Punti salienti del bando

1) Beneficiari

L'aiuto è riservato agli agricoltori attivi o a loro associazioni.

Per agricoltore attivo si intende un agricoltore in attività, ai sensi dell'articolo 9 del Regolamento (UE) n. 1307/2013 e del Decreto Ministeriale n. 6513 del 18/11/2014.

Per associazione di agricoltori (a qualsiasi titolo costituita, con atto di evidenza pubblica) si intende un orga-nismo che raggruppi esclusivamente agricoltori in attività che partecipano per la prima volta ai regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari di seguito elencati.

Per ricevere il sostegno, i richiedenti devono, successivamente alla presentazione della domanda di aiuto, aderire per la prima volta ad almeno un regime di qualità sovvenzionato.

Il sostegno è concesso esclusivamente per i seguenti sistemi di qualità ed i seguenti prodotti:

  • Regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento e del Consiglio sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e agroalimentari.

Elenco prodotti DOP e IGP

  • Regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio relativo alla produzione biologica e all'etichettatura dei prodotti biologici e che abroga il Regolamento (CEE) n. 2092/91;
  • Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Consiglio per quanto riguarda il settore vitivinicolo (Parte II, titolo II, capo I, sezione 2).

Elenco DOC, DOCG e IGT

  • Legge della Regione Toscana n. 25/1999 "Norme perla valorizzazione dei prodotti agricoli ed alimentari ottenuti con tecniche di produzione integrata e tutela contro la pubblicità ingannevole (art. 1 lettera b, regime di qualità riconosciuto dallo Stato membro).

 

2) Dotazione finanziaria

L'importo complessivo dei fondi messo a disposizione nel bando è pari a 300.000 euro.

3) Interventi finanziabili

Il bando prevede il sostegno per i costi sostenuti dagli agricoltori in relazione alla partecipazione ai sistemi di qualità di origine comunitaria, o riconosciuti a livello regionale, e specificati di seguito. I costi di certificazione ammissibili sono i seguenti:

  1. costo per la prima iscrizione al sistema di controllo (costo che viene sostenuto una sola volta, nel primo anno di impegno, al momento di ammissione al sistema di controllo);
  2. costo per la quota annua fissa per l'attività di certificazione;
  3. costo per la quota annua variabile per l'attività di certificazione;
  4. costi per le analisi previste dal disciplinare di produzione e dal piano dei controlli dell'Organismo di certificazione;
  5. costi per le verifiche ispettive aggiuntive, tranne quelle di carattere sanzionatorio.

Le spese annuali, di cui ai punti 2, 3 e 4, sono ammissibili per un periodo massimo di 3 anni consecutivi a partire dalla data di adesione al sistema di qualità.

Il sostegno è concesso esclusivamente per i seguenti sistemi di qualità ed i seguenti prodotti:

  • Regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento e del Consiglio sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e agroalimentari;
  • Regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio relativo alla produzione biologica e all'etichettatura dei prodotti biologici e che abroga il Regolamento (CEE) n. 2092/91;
  • Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Consiglio per quanto riguarda il settore vitivinicolo (Parte II, titolo II, capo I, sezione 2);
  • Legge della Regione Toscana n. 25/1999 "Norme per la valorizzazione dei prodotti agricoli ed alimentari ottenuti con tecniche di produzione integrata e tutela contro la pubblicità ingannevole" (art. 1 lettera b, regime di qualità riconosciuto dallo Stato membro).

4) Indicazioni specifiche

Il sostegno alle domande di aiuto relative alla nuova adesione a regimi di qualità è concesso per costi sostenuti in relazione a prodotti agricoli e agroalimentari ottenuti nel territorio della Regione Toscana.

Il sostegno è corrisposto unicamente per i prodotti agricoli destinati al consumo umano.

Il sostegno è concesso soltanto nel caso in cui la partecipazione ai sistemi di qualità ammessi all'aiuto sia assicurata per un periodo di 3 anni consecutivi.

Il sostegno è concesso ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 "de minimis extragricolo" quando il prodotto rientrante in un regime di qualità non è elencato nell'Allegato I del Trattato UE.

5) Graduatoria

La graduatoria, unica a livello regionale, sarà definita in maniera automatica sulla base dei criteri di selezione, previsti dal bando al paragrafo 5.1, indicati nella domanda di aiuto. Il minimo punteggio necessario per entrare in graduatoria è pari a 8 punti. Il massimo punteggio attribuibile ad una singola istanza è pari a 58 punti.

Consulta il testo del bando

l bando è stato approvato con Decreto Dirigenziale n. 12221 del 16/11/2016.

Leggi il bando (Allegato A al decreto)


Per saperne di più

E' attivo il servizio "Scrivici" un form di richiesta informazioni e chiarimenti da compilare e inviare online.

Regione Toscana

Ultima modifica: 12/06/2017 10:33:59 - Id: 13897805
  • Condividi
  • Condividi