Salta al contenuto Salta al menu'

Turismo sostenibile

In Primo Piano

Turismo, la nuova legge regionale: "Testo unico sul sistema turistico regionale"

Entra in viogre il 12 gennaio. Tra le novità: il prodotto turistico omogeneo, ampliamento delle attività degli alberghi per i non alloggiati, l'abolizione della classificazione degli alberghi...

Guide turistiche e ambientali, accompagnatori e guide alpine

Elenchi aggiornati periodicamente Gli elenchi suddivisi per provincia e pubblicati ai fini di pubblicità e statistica, sono periodicamente aggiornati sulla base dei dati...

Progetto ERNEST

Progetto ERNEST


ERNEST è un progetto approvato dalla Commissione Europea, nell’ambito del 7 Programma Quadro (ERA-NET, Coordinamento di attività nazionali e regionali).

L’acronimo ERNEST sta per European Research NEtwork on Sustainable Tourism (Rete europea di ricerca sul turismo sostenibile)

Il progetto si pone l’obbiettivo di affrontare la tematica dello sviluppo sostenibile del turismo attraverso il coordinamento e la collaborazione fra programmi di ricerca regionali.

ERNEST costituirà una azione orizzontale di ERANET, non direttamente collegata ad uno specifico tema di cooperazione ma con molto valore aggiunto europeo.

Durata: 48 mesi – le attività preparatorie iniziano da giugno 2008, la partenza ufficiale sarà il 1.9.2008.

Concetto
Risulta chiaramente dall’ampia documentazione esistente sulle tematiche dello sviluppo sostenibile e del turismo, che la ricerca e l’innovazione per promuovere lo sviluppo sostenibile del turismo è un tema importante e attuale. E’ anche chiaro che in Europa non siamo ancora riusciti a superare la frammentazione delle attività di ricerca, il che limita il nostro potenziale di crescita. Il progetto ERNEST punta ad usare lo strumento di ERA NET per approcciare queste tematiche.

In Europa il turismo è o sta diventando un settore economico fondamentale, ma che può mettere a repentaglio il territorio. Stiamo assistendo ed una evoluzione del mercato turistico, caratterizzata dalla crescita di resort balneari standardizzati e dalla crescita delle destinazioni con notevoli attrazioni culturali o naturalistiche. Le politiche per lo sviluppo del turismo spesso non tengono in considerazione i principi delle sostenibilità sociale e ambientale in quanto si concentrano sul guadagno economico di breve o medio termine. Un del progetto è che la sostenibilità è vista come un fattore di competitività sul lungo termine.

Obiettivi
L’obiettivo generale è quello di sviluppare e rafforzare una cornice per il coordinamento dei programmi regionali di ricerca sul turismo sostenibile. Nell’ambito di questa piattaforma le regioni potranno condividere i lavori di ricerca già avviati a livello regionale, rendendoli più produttivi ed efficienti attraverso lo scambio e la pianificazione e implementazione di attività comuni.

Gli obiettivi specifici sono:
• Identificare e scambiare informazione e conoscenza sui programmi di ricerca che ogni regione vuole condividere;
• Identificare nei programmi di ricerca gli elementi relativi alla struttura operativa basata sui due pilastri dialogo sociale (processi partecipativi per la programmazione comprendenti l’inclusione di tutti gli stakeholders) ed alla misurazione dell’impatto del turismo ;
• Definire e preparare attività comuni di ricerca sui due aspetti summenzionati, inclusi metodi di comunicazione e partecipazione, indicatori, misure operative e sistemi per rivelare e correggere le caratteristiche territoriali negative a costruire sulle caratteristiche positive;
• Implementare attività comuni secondo bisogno, specialmente riguardo alla formazione, scambi e valutazione di livello interregionale;
• Finanziare la ricerca interregionale sul turismo sostenibile con bandi comuni (joint calls);
• Promuovere la cooperazione nella ricerca in termini interregionali e regionali, incluse partnerships pubblico privato;
• permettere ai partners di definire insieme strategie ambizione a lungo termine, in linea con le politiche comunitarie di sviluppo sostenibile, che le singole regioni da solo non potrebbero raggiungere

I partner del progetto


Numero
 Nome del beneficiarioNome abbreviato Nazione
1(coordinatore) Regione ToscanaRTItalia
2   Cité de la Culture et du Tourisme DurableCCTDFrance
3  Basquetour (Basque Government -Industry, Commerce and Tourism Department)BasquetourSpain
4Prefecture of IliaPrefecture of IliaGreece
5

South-East Regional Development Agency
SE RDARomania
6 Govern de les Illes Balears DG R+D+ISpain
7 Regional Development Agency of North Hungary (NORDA)  NORDAHungary
8 South West Tourism SWTUK
9 Danish Forest and Nature Agency, Nord Zealand  DFNA, NZDenmark
10
 Generalitat de Catalunya 
Gen CatSpain
11 Conseil Régional d’Aquitaine  CRAFrance
12 Regione Emilia Romagna  RERItaly

Gli ambiti specifici di ricerca di ERNEST, detti i due ‘pilastri di ricerca’, sono:

  •  il dialogo sociale
  • la misurazione

le 10 aree di ricerca strategiche per il turismo sostenibile sono le seguenti:

• Impatto dei trasporti
• Qualità della vita dei residenti
• Qualità del lavoro
• Destagionalizzazione
• Conservazione attiva del patrimonio culturale
• Conservazione attiva del patrimonio ambientale
• Conservazione attiva dell’identità delle destinazioni
• Riduzione e ottimizzazione dell’uso delle risorse naturali, con particolare riferimento all’acqua
• Riduzione e ottimizzazione del consumo di energia
• Riduzione e migliore gestione dei rifiuti

In termini generali, riguardo a queste aree strategiche di ricerca le regioni partners di ERNEST dovrebbero concentrarsi su
• Cosa misurare con gli indicatori per valutare con successo lo sviluppo turistico in termini di sostenibilità;
• Quali modelli operativi sono richiesti in questi campi (compreso verifica di utilità dell’uso della “Balanced Scorecard”);
• Come si possono attivare sistemi per rivelare e correggere caratteristiche territoriali;
• Come si può identificare, sviluppare e implementare una piattaforma comune

Lo sviluppo di piattaforme di dialogo sociale e misurazione dovrebbero consentire una migliore governance pubblica delle politiche di sostenibilità

Dialogo socialeMisurazione
Partecipazione (strumenti e metodi)Trasporti
Superare i limiti delle relazioni fra pubblico e privato Qualità della vita e del lavoro
Comunicazione (livelli, strumenti e metodi)Destagionalizzazione
Processi per il dialogo sociale bipartito e tripartito Conservazione del patrimonio culturale, naturale e dell’identità
Ambiti giuridici Riduzione e ottimizzazione dell’uso di risorse naturali (acqua)
 Riduzione e ottimizzazione del consumo di energia
 Riduzione e miglior gestione dei rifiuti
 




Ultima modifica: 21/11/2012 11:28:44 - Id: 78322