Salta al contenuto Salta al menu'

Progetto "Banda Larga nelle Aree rurali della Toscana"

Progetto "Banda Larga nelle Aree rurali della Toscana"

Con il Progetto "Banda larga nelle aree rurali della Toscana", la Regione si propone di abbattere significativamente, nel periodo 2007-2010, il digital divide presente sul territorio regionale, raggiungendo così con la banda larga i cittadini e le imprese attualmente non raggiunte dal servizio.
La Commissione Europea, con la Decisione del 13 settembre 2006 - Aiuto di Stato n. 264/2006, ha dato il via libera all'intervento promosso dalla Regione Toscana riconoscendogli il merito di aver saputo coniugare lo sviluppo sociale alla crescita della competitività nel mercato.

L'iniziativa toscana risponde anche alle indicazioni contenute nella Comunicazione del 20 marzo 2006 n. 129 "Bridging the Broadband Gap", nella quale viene sottolineato, da una parte che il divario territoriale sulla banda larga è solo uno degli aspetti del tema più ampio riguardante lo sviluppo sociale, dall'altra, che la diffusione della banda larga porta significativi benefici nel campo della crescita delle competenze, dell'uso dei servizi, della diffusione dell'e-government, della e-health, dell'e-learning e dello sviluppo dei territori rurali.

La Regione Toscana ha inoltre accuratamente osservato, nel suo percorso, le indicazioni evidenziate nella Comunicazione, ovvero:

  • ha analizzato con attenzione la localizzazione e le caratteristiche dei territori ove si riscontra un fallimento del mercato, individuando le metodologie per la sua oggettiva rilevazione;
  • ha studiato un percorso che, tutelando lo sviluppo del mercato, previene la distorsione della competizione ed incentiva gli investimenti dei privati sui territori marginali;
  • ha attivato, in collaborazione con comuni, comunità montane e province, azioni tese ad aggregare la domanda di connettività da parte di cittadini ed imprese, al fine di favorire le condizioni di mercato per il formarsi di una spontanea offerta di servizi;
  • ha raccolto dati affidabili sulla diffusione della banda larga sui territori, al fine di tarare le politiche di intervento sulle aree interessate, supportando così lo sviluppo futuro delle reti di comunicazione.

L'intervento proposto dalla Regione Toscana intende dunque diffondere la banda larga sul territorio, mediante un Avviso pubblico che ha selezionato più operatori di telecomunicazioni che intendano coinvestire sul territorio per dare servizi di connettività a cittadini ed imprese (fra questi Telecom Italia, Nettare, Eutelia e Publicom, si sono già aggiudicati alcuni importanti lotti), sostenendone l'azione tramite incentivi, ove sia confermato per ciascun intervento un saldo negativo tra ricavi e costi stimati.

Sintesi del progetto ►

 

È possibile segnalare la mancanza di copertura della banda larga telefonando al numero verde 800-860070.

Documenti:
 

  • Decisione della Giunta Regionale n. 4 del 09-01-2006 [.pdf] »»
  • Descrizione dell'intervento 'Banda larga nelle aree rurali della Toscana' [.pdf] »»
  • Linee guida Banda larga [.pdf] »»
  • Sentenza Altmark [.pdf] »»
  • Legge 22 ottobre 1971, n. 865 [.pdf] »»


Progetto realizzato da Regione Toscana grazie al cofinanziamento dell'Unione Europea-Fondo Europeo di Sviluppo Regionale


 


Ultima modifica: 05/10/2016 12:20:08 - Id: 49033