Salta al contenuto Salta al menu'

Principi della produzione statistica nazionale e regionale

Principi della produzione statistica nazionale e regionale

L'Ufficio regionale Statistica si attiene ai 15 principi del Codice italiano delle statistiche ufficiali, dall'indipendenza professionale all'accessibilità dei dati

L'Ufficio regionale di Statistica della Regione Toscana, nella progettazione e realizzazione di ogni sua attività statistica si attiene ai principi del Codice italiano delle Statistiche ufficiali, emanato con la Direttiva n.10 del 17 marzo 2010 dal Comitato di indirizzo e coordinamento dell'informazione statistica (ComStat) in linea con il Codice europeo della statistica "Eurpean Statistics Code of practice".

Gli obiettivi fondamentali del Codice italiano delle Statistiche ufficiali sono:

1. Accrescere la fiducia nell'indipendenza, nell'integrità e nella responsabilità dei soggetti produttori di statistica ufficiale, nonché rafforzare la credibilità e migliorare la qualità dei prodotti statistici realizzati e diffusi;

2. Promuovere la conoscenza e l'applicazione da parte di tutti i soggetti produttori di statistica ufficiale dei principi, delle pratiche e dei metodi migliori per assicurare la migliore qualità dei dati prodotti;

3. Migliorare il funzionamento del Sistema Statistico Nazionale, con particolare riguardo al rafforzamento dell'indipendenza degli Enti e degli Uffici che lo compongono

4. migliorare la qualità dei processi e dei prodotti delle statistiche ufficiali.

I 15 principi fondamentali del Codice italiano delle Statistiche ufficiali possono essere raggrupati in tre ambiti:

· i principi riferibili al "contesto istituzionale": si tratta di fattori istituzionali e organizzativi che influiscono in modo significativo sulla qualità, l'efficienza e la credibilità della produzione statistica ufficiale. Tali principi sono: l'indipendenza professionale, il mandato per la raccolta dei dati, l'adeguatezza delle risorse, l'impegno in favore della qualità, la riservatezza statistica e l'imparzialità e obiettività;

· i principi riferibili ai "processi statistici": si tratta di fattori connessi alla applicazione di orientamenti, metodologie e standard nazionali e internazionali, che vanno rispettati dai soggetti produttori di dati statistici nelle attività di progettazione, rilevazione, elaborazione e diffusione di statistiche ufficiali. Tali principi sono: l'utilizzo di solida metodologia, l'utilizzo di procedure statistiche appropriate, l'onere non eccessivo per i rispondenti; l'efficienza rispetto ai costi;

· i principi riferibili alla "produzione statistica": si tratta di fattori connessi al fatto che le statistiche ufficiali devono soddisfare le esigenze informative degli utenti. Tali principi sono: la pertinenza, l'accuratezza e attendibilità, la tempestività e puntualità, la coerenza e confrontabilità, l'accessibilità e chiarezza.

Questi sono i 15 principi fondamentali adottati dall'Ufficio regionale di Statistica nello svolgimento delle proprie attività statistiche:

1. Indipendenza professionale: l'indipendenza professionale degli organi statistici dagli organismi politici e normativi e dai settori privati assicura la credibilità della statistica ufficiale;

2. Mandato per la raccolta dei dati: il mandato giuridico in base al quale vengono raccolte informazioni ai fini dell'elaborazione delle statistiche ufficiali deve essere dichiarato in modo esplicito a chi e' invitato a rispondere;

3. Adeguatezza delle risorse: le risorse a disposizione dell'ufficio di statistica devono essere sufficienti a soddisfare le necessità della statistica ufficiale;

4. Impegno in favore della qualità: tutti i membri del Sistema statistico nazionale si impegnano a operare e a collaborare conformemente ai principi fissati nella dichiarazione sulla qualità del sistema statistico europeo;

5. Riservatezza statistica: deve essere assolutamente garantita la tutela dei dati personali dei fornitori di dati (famiglie, imprese, amministrazioni e altri rispondenti), così come la riservatezza delle informazioni da essi fornite e l'impiego di queste a fini
esclusivamente statistici;

6. Imparzialità e Obiettività: l'ufficio di statistica deve produrre e diffondere statistiche ufficiali nel rispetto dell'indipendenza scientifica nonché in maniera obiettiva, professionale e trasparente, assicurando pari trattamento a tutti gli utilizzatori;

7. Solida metodologia: le statistiche di qualità devono fondarsi su una solida metodologia. Ciò richiede strumenti, procedure e competenze adeguate;

8. Procedure statistiche appropriate: alla base di statistiche di qualità devono esserci appropriate procedure statistiche, applicate dalla fase di rilevazione dei dati a quella della loro convalida;

9. Onere non eccessivo sui rispondenti: il disturbo statistico deve essere proporzionato alle esigenze degli utenti e non deve essere eccessivo per i rispondenti. L'ufficio verifica la gravosità dell'onere per i rispondenti e stabilisce un programma per la sua
riduzione nel tempo;

10. Efficienza rispetto ai costi: le risorse devono essere utilizzate in maniera efficiente;

11. Pertinenza: le statistiche ufficiali devono soddisfare le esigenze degli utenti;

12.Accuratezza e attendibilità: le statistiche ufficiali devono rispecchiare la realtà in maniera accurata e attendibile;

13.Tempestività e Puntualità: le statistiche ufficiali devono essere diffuse in maniera tempestiva e con puntualità;

14. Coerenza e confrontabilità: le statistiche ufficiali devono essere intrinsecamente coerenti nel tempo e comparabili a livello territoriale; dovrebbe essere possibile combinare i dati correlati provenienti da fonti diverse e farne un uso congiunto;

15. Accessibilità e Chiarezza: le statistiche ufficiali devono essere presentate in una forma chiara e comprensibile, essere diffuse in maniera conveniente e opportuna ed essere disponibili e accessibili con imparzialità, con i relativi metadati e le necessarie istruzioni.

Scarica Principi fondamentali della produzione statistica ufficiale: Codice Italiano delle statistiche ufficiali e Principi adottati dall'Ufficio regionale Statistica della Regione Toscana


Ultima modifica: 26/03/2013 13:41:48 - Id: 175024