Salta al contenuto Salta al menu'

Por Creo, linea d'intervento 1.4.a.1. Fondo Toscana Innovazione

Por Creo, linea d'intervento 1.4.a.1. Fondo Toscana Innovazione


martedì, 20 maggio 2008 08:30
lunedì, 27 maggio 2013 23:59
Non specificato


La Regione Toscana partecipa insieme alle fondazioni bancarie al Fondo "Toscana Innovazione", per l'assunzione di partecipazioni al capitale di rischio di imprese. La partecipazione al fondo è attuata nell'ambito della linea di intervento 1.4. a/1) – Ingegneria finanziaria del POR.

La Regione Toscana con delibera di Giunta regionale n. 651 del 29 luglio 2013 ha preso atto della chiusura del periodo di investimento del Fondo Toscana Innovazione nella data del
27.05.2013
, dell'approvazione da parte dall'Assemblea dei sottoscrittori del Fondo Toscana Innovazione della modifica del Regolamento, prevedendo la possibilità di effettuare richiami da parte della sgr Sici, entro e non oltre il 30.09.2013, e della nomina del nuovo presidente dell'Assemblea dei sottoscrittori del Fondo nella persona della la dott.ssa Luisa Terzi.

Si tratta di un intervento (vai al dettaglio nella scheda) che intende contribuire a creare in Toscana un ambiente favorevole al capitale di rischio e che, in questa prospettiva, ha come elemento di forza proprio quello di nascere per iniziativa di attori locali e di vedere il coinvolgimento delle fondazioni di tutte le banche che operano in Toscana.

Il Fondo "Toscana Innovazione", con una dotazione di 44,4 m euro, è destinato a pmi nelle fasi iniziali di vita (il cosiddetto early stage – dal seed allo start up ), ma anche ad imprese che già esistono, che vogliono crescere e che decidono di dare vita a nuovi sviluppi industriali.
Il Fondo è destinato, in particolare, ad imprese:
- attive in settori ad alto contenuto tecnologico e/o innovativo, o che stiano sviluppando innovazioni di prodotto o processo;
- operanti nel territorio della Toscana o che abbiano in programma un investimento finalizzato all'insediamento nella Regione;
- che propongano progetti con un forte potenziale di crescita ed elevata redditività prospettica.

Il fondo interviene su imprese operanti in tutti i settori economici di cui alla classificazione delle attività economiche Ateco 2002, ad esclusione delle seguenti sezioni: A (Agricoltura, caccia e silvicoltura), B (pesca, piscicoltura e servizi connessi), C (Estrazione di minerali), G (Commercio all'ingrosso e al dettaglio), H (Alberghi e ristoranti), L (Amministrazione pubblica), P (Servizi domestici presso famiglie e convivenze), Q (Organizzazioni ed organismi extraterritoriali).

Sono escluse, inoltre, le seguenti imprese:
- imprese in difficoltà finanziarie di cui alla definizione degli orientamenti comunitari sugli aiuti di stato e il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà;
- imprese del settore della costruzione navale e dei settori del carbone e dell'acciaio.

Il fondo opera acquisendo partecipazioni sino al 100% del capitale delle imprese con una dimensione media dei singoli investimenti compresi tra Euro 500.000 e 4,5 milioni.
Il fondo potrà permanere nella compagine sociale delle società partecipate per un periodo compreso tra cinque (5) e sette (7) anni.

La partecipazione al fondo e il Regolamento del fondo sono stati approvati con decreto dirigenziale n. 2172 del 20.05.2008.
 

Scheda dell'intervento


Forma di agevolazione: apporto di capitale di rischio.
 
Destinatari:
piccole e medie imprese operanti nel territorio della Toscana o che abbiano in programma un investimento finalizzato all'insediamento in Toscana, dotate di una buona solidità patrimoniale, di un'elevata redditività attuale e prospettica e di un forte potenziale di crescita.

Attività agevolate: programmi di investimento finalizzati all'insediamento in Toscana di imprese, anche in fase di avvio, attive in settori ad alto contenuto tecnologico o che stiano sviluppando innovazioni di prodotto o di processo. I progetti devono dimostrare un forte potenziale di crescita.

Durata e consistenza dell'operazione
Gli interventi sono diretti ad acquisire partecipazioni del capitale delle società. La dimensione media delle singole partecipazioni è compresa orientativamente tra un minimo di € 500.000,00 ed un massimo di € 4.500.000,00.
La durata dell'investimento è indicativamente compresa tra 3 e 7 anni.

Scadenza: La presentazione delle domande (sezione "contattaci" del sito www.fondisici.it ) è stata chiusa anticipatamente il 27 maggio  2013, rispetto a quanto inizialmente (31 dicembre 2013).

Contatti
per SICI, Guido Tommei g.tommei@fondisici.it, tel. 055-2007.522; Olivia Mazzoleni o.mazzoleni@fondisici.it, tel 055-2007.525;
per Regione Toscana, Federica Buoncristiani federica.buoncristiani@regione.toscana.it, tel 055 438 3414

Altre informazioni sulle pagine del soggetto gestore SICI.: www.fondisici.it/it/servizi/12/fondo-toscana-innovazione.htm

Responsabile del procedimento Simonetta Baldi, simonetta.baldi@regione.toscana.it
 

Regione Toscana

Ultima modifica: 25/10/2013 12:41:19 - Id: 66220
  • Condividi
  • Condividi