Salta al contenuto Salta al menu'

Guida incentivi

In Primo Piano

Imprese, bandi aperti e agevolazioni

Nuovi bandi in vari settori per start up giovanili e micro, piccole e medie imprese per innovazione, credito, servizi avanzati e qualificati, ecc.

La nuova edizione della Guida di orientamento agli incentivi per le imprese

Pubblicata la 37° edizione pdf della Guida, aggiornata al 10 maggio 2016 E' uscita la 37° edizione della Guida di orientamento agli incentivi per le imprese aggiornata...

Pagamenti più veloci per i fornitori della Sanità toscana

Servizio sanitario regionale della Toscana (SST)

Pagamenti più veloci per i fornitori della Sanità toscana

Grazie all'accordo fra Regione Toscana e Assifact, associazione italiana per il factoring, potete ridurre i tempi di pagamento. Richiedete online la certificazione del credito per essere a un passo dalla liquidità. Attivo anche il numero verde 800 86 00 70.

Le imprese fornitrici degli enti del Servizio sanitario regionale della Toscana possono smobilizzare, a condizioni agevolate, i loro crediti scaduti, non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, rivolgendosi agli intermediari finanziari aderenti al Protocollo fra Regione Toscana e Assifact, mediante la cessione pro-soluto dei propri crediti, alle condizioni previste nel Protocollo.


Come e cosa fare in 3 passi


 

1 -  Fate certificare il credito. È la prima cosa indispensabile da ottenere.
La procedura è gratuita e si compie online tramite la piattaforma del Ministero dell'Economia e delle Finanze - Ragioneria generale dello Stato all'indirizzo http://certificazionecrediti.mef.gov.it

2 - Contattate uno dei seguenti intermediari finanziari che hanno aderito al Protocollo Regione-Assifact (scarica nota informativa e contatti):

• Banca Monte dei Paschi di Siena Leasing e Factoring spa
• Banca Sistema spa
• Credem Factor spa
Deutsche Bank A.G. – Filiale di Londra
Emilia Romagna factor spa
Mediocredito Italiano spa
Sace Fct spa
Unicredit factoring spa

3 - L'intermediario finanziario acquista il credito pro soluto entro 30 giorni al massimo e l'impresa ottiene subito la liquidità. L'intermediario finanziario con cui si è stipulato il contratto acquista il credito pro soluto a titolo definitivo al valore oggetto della certificazione al netto degli interessi previsti dagli accordi di adesione. Notifica poi all'Ente debitore la cessione del credito.

Chi può usufruire dell'Accordo Regione-Assifact
Le imprese di qualsiasi dimensione con sede legale in Italia e le imprese estere con almeno una sede operativa in Italia che vantino crediti scaduti derivanti da contratti di appalto di forniture e/o servizi nei confronti di uno dei seguenti enti del Servizio Sanitario Regionale della Toscana:
Aziende sanitarie locali della Toscana (Aziende Usl)
Aziende ospedaliero universitarie
Fondazione Gabriele Monasterio
Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica (Ispo)
Enti per il supporto tecnico-amministrativo delle tre aree vaste (Estav)

Contributo della Regione Toscana per le micro, piccole e medie imprese
Le microimprese e le piccole e medie imprese (così come definite ai sensi della Raccomandazione della Commissione UE 6 maggio 2003 n. 1422 ed il decreto del Ministero delle Attività produttive del 18 aprile 2005) possono usufruire di un contributo in conto interessi presentando domanda per ottenere un abbattimento dell'onere finanziario da sostenere per l'operazione di cessione del credito pro-soluto.
Per approfondire >>> avviso pubblico "Smobilizzo crediti verso il Sistema Sanitario della Toscana"
 

Il contributo sarà determinato applicando il tasso dell'1,00% all'importo nominale del credito ceduto (da un minimo 10.000,00 euro ad un massimo di 500.000,00 euro) commisurato al numero dei giorni intercorrenti tra la data di stipula del contratto di cessione o di decorrenza dell'efficacia dello stesso, se diversa (e comunque successiva alla richiesta della certificazione del credito on line), e la data di pagamento indicata dall'Ente debitore nella certificazione del credito (il numero dei giorni, in ogni caso, sarà pari, al massimo, a 245 giorni, corrispondenti ad una durata di 8 mesi) e con divisore 360.
Il contributo sarà arrotondato all'unità di euro e non eccederà l'importo di 3.403,00 euro.

La domanda di contributo è da compilare e presentare esclusivamente online, accedendo al sistema informatico di Sviluppo Toscana spa alla pagina http://sviluppo.toscana.it/factoring, previa richiesta di rilascio delle credenziali di accesso al sistema informativo.


Quanto costa cedere il credito
Il costo massimo, comprensivo di spese e/o commissioni è determinato, in termini di tasso d'interesse, dalla somma tra l'euribor 1 mese e lo spread massimo del 3,00%, ed è concordato tra Regione Toscana e gli Intermediari Finanziari aderenti al protocollo tramite gli accordi di adesione sottoscritti da ciascuno. Gli interessi, calcolati al suddetto tasso, saranno dovuti soltanto per il periodo di tempo intercorrente tra la data di stipula del contratto di cessione di credito e la data di scadenza del pagamento indicata, nell'atto di certificazione del credito rilasciata dall'ente debitore mediante la piattaforma del Ministero dell'economia e delle finanze (Mef).

Per saperne di più


Ultima modifica: 30/01/2015 17:18:22 - Id: 12078377
  • Condividi
  • Condividi
Scarica MP3 Assifact_spot radiofonico.mp3