Salta al contenuto Salta al menu'

Caccia e pesca

In Primo Piano

Esame per l'abilitazione all'esercizio venatorio

Gli elenchi degli ammessi alla prova orale. In questa pagina sono pubblicati gli elenchi relativi alle richieste di partecipazione all'esame per l'abilitazione...

Moduli per attività venatoria e pesca

Settore Attività Faunistico Venatoria, Pesca Dilettantistica, Pesca in Mare   Si ricorda che le iscrizioni ai registri provinciali rimangono valide anche con il passaggio...

Caccia di selezione al cinghiale: nuove sessioni d'esame

La Regione Toscana comunica che presso la sede territoriale di Firenze è stata organizzata il giorno mercoledì 13/07/2016 una ulteriore sessione di esame per...

Caccia di selezione al cinghiale: risultati degli esami

Caccia di selezione al cinghiale: risultati degli esami

Moduli per attività venatoria e pesca

Moduli per attività venatoria e pesca

Settore Attività Faunistico Venatoria, Pesca Dilettantistica, Pesca in Mare

 

Si ricorda che le iscrizioni ai registri provinciali rimangono valide anche con il passaggio di competenze alla Regione Toscana.
Non occorre quindi ripresentare l'iscrizione ai registri regionali per le abilitazioni già concesse.

 

Decreto n.1250 del 23/03/2016; Oggetto: modulistica per i procedimenti in materia faunistico-venatoria e pesca nelle acque interne. Modifica ed integrazione del decreto dirigenziale n.411 del 10-02-2016
Direzione Agricoltura e Sviluppo rurale - Settore Attività Faunistico Venatoria, Pesca dilettantistica, Pesca in mare.


- Scarica i moduli relativi ad attività faunistico venatoria

- Scarica i moduli relativi a pesca dilettantistica, pesca in mare
 

Modalità di trasmissione istanze

A. invio con modalità telematica1
1.trasmissione tramite interfaccia web Ap@ci2, registrandosi al seguente indirizzo: https://web.e.toscana.it/apaci e selezionando come Ente Pubblico destinatario "Regione Toscana Giunta".

2.trasmissione tramite propria casella di posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo PEC istituzionale di Regione Toscana: regionetoscana@postacert.toscana.it

Si precisa che la suddetta casella PEC regionale è abilitata a ricevere messaggi soltanto da altre caselle PEC e non da caselle email non certificate.

Le suddette modalità di trasmissione hanno valore legale equivalente alla posta raccomandata a/r.

I moduli per la presentazione di istanze/comunicazioni agli uffici del presente Settore dovranno essere sottoscritti con le modalità di seguito indicate e inviati in formato pdf.

I documenti sono da considerarsi sottoscritti nei seguenti casi:

  • a)sono sottoscritti con firma digitale o firma elettronica qualificata, il cui certificato sia rilasciato da un certificatore accreditato
  • b)sono inviati tramite il sistema informatico regionale denominato Ap@ci e l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta di identità elettronica (CIE) o della carta nazionale dei servizi (CNS, tessera sanitaria);
  • c)sono inviati tramite posta elettronica certificata (PEC) e l'autore sia identificato dal sistema informatico attraverso credenziali di accesso rilasciate previa identificazione del titolare secondo le modalità previste dalle norme e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in un suo allegato;
  • d)sono sottoscritti con firma autografa (per esteso e in modo leggibile) acquisita mediante scansione e accompagnata dalla scansione di un documento di identità del sottoscrittore in corso di validità (art. 65 d.lgs. 82/2005 e art. 38 comma 3 del d.p.r. 445/2000);
  • e)il campo "oggetto" previsto dalla procedura telematica deve riportare l'oggetto dell'istanza/comunicazione e l'Ufficio Territoriale regionale di riferimento.

3.FAX inviato all'Ufficio Territoriale competente per territorio.
 

  • 1, Nel caso in cui il richiedente  indichi il domicilio digitale (PEC o Ap@ci) presso il quale ricevere le comunicazioni, Regione Toscana  utilizzerà il canale indicato per l'invio dei documenti  relativi al procedimento ai sensi dell'art. 3 bis d.lgs. 82/2005 e art. 3 l.r. 40/2009.
  • 2, Ap@ci è il sistema web che consente di inviare comunicazioni telematiche alla Pubblica Amministrazione Toscana. Attraverso la procedura è possibile inviare la documentazione in formato digitale, avere conferma dell'avvenuta consegna e ricevere l'informazione dell'avvenuta protocollazione da parte dell'Amministrazione.


B. invio con modalità cartacea
1.Raccomandata A/R, inviando il modulo compilato in ogni sua parte, con gli allegati richiesti, all'indirizzo dell'Ufficio Territoriale competente per territorio (vedi elenco sotto riportato).

2.Consegnata a mano all'Ufficio Territoriale competente o al protocollo della sede regionale di Via di Novoli 26 a Firenze.

Elenco uffici territoriali
Disponibile su: http://servizi.toscana.it/RT/ufficiterritoriali/index.html

 

Ufficio Territoriale

Indirizzo

cap

fax

Arezzo 1

Via Testa, 2

52100

 

Arezzo 2

Via Fra Guittone, 10

52100

 

Firenze

Via Manzoni, 16

50121

055/2760639

Grosseto

Via Micca, 39

58100

 

Livorno

Via Galilei, 40

57122

0586257597

Lucca

Piazza Napoleone, 32

55100

0583417326

Massa

Via Marina Vecchia, 78

54100

0585/816550

Pisa

Via Malagoli 12

56124

050/929620

Pistoia

Corso Gramsci, 110

51100

 

Prato

Via Cairoli, 25

59100

 

Siena

Via Massetana Romana, 106

53100

0577/241601

 


Imposta di bollo virtuale
Per la trasmissione delle istanze/comunicazioni in modalità telematica (vedi precedente punto A) il pagamento dell'imposta di bollo, dove richiesto dalla modulistica, dovrà avvenire con une delle seguenti modalità:

Versamento su c/c postale n. 1020546857 intestato a Regione Toscana, causale: "Imposta di bollo virtuale"
Bonifico bancario su IBAN IT88 Z 07601 02800 001020546857 intestato a Regione Toscana, causale: "Imposta di bollo virtuale"

All'istanza dovrà essere allegata copia dell'attestazione del versamento dell'imposta

La suddetta modalità di pagamento dell'imposta di bollo potrà essere adottata anche per la presentazione delle istanza in modalità cartacea (vedi precedente punto B), ferma restando in questo caso la possibilità di utilizzare la consueta marca da bollo ordinaria.
 


Ultima modifica: 25/03/2016 16:36:55 - Id: 13191204
  • Condividi
  • Condividi