Salta al contenuto Salta al menu'

Energia

In Primo Piano

Certificazione energetica in Toscana

Certificazione energetica degli edifici: ecco le regole vigenti in Toscana

Piano ambientale ed energetico

Il Paer è lo strumento per la programmazione ambientale ed energetica.

Conferenze dei Servizi

Pubblicati qui gli ultimi avvisi di convocazione

Controlli sugli impianti termici

Gli "impianti termici" sono gli impianti per il riscaldamento o il condizionamento dei nostri immobili

Manifestazione di interesse infrastrutture di ricarica veicoli elettrici

Manifestazione di interesse infrastrutture di ricarica veicoli elettrici

La Regione Toscana, in continuità con le azioni già avviate per lo sviluppo della mobilità elettrica a cui ha destinato importanti risorse, con la DGR n° 402 del 3 Maggio 2016, promuove una Manifestazione di interesse per incentivare la realizzazione di infrastrutture per  la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica.

Una iniziativa nell'ambito della predisposizione del Programma di interventi che Regione Toscana presenterà al Ministero Infrastrutture e Trasporti (MIT), per la stipula dell'Accordo al fine di avvalersi delle risorse assegnate alle Regioni, con il Decreto direttoriale n. 503 del 22 dicembre 2015, del Direttore della Direzione Generale per lo Sviluppo del territorio e la programmazione del MIT, nell'ambito del "Piano nazionale infrastrutturale per la ricarica  dei  veicoli  alimentati  ad  energia  elettrica" (PNIRE), ai sensi della Legge 7 agosto 2012, n. 134, Capo IV-bis, "Disposizioni per favorire lo sviluppo della mobilità mediante veicoli a basse emissioni complessive".

Il MIT assegna alla Regione Toscana 1.720.300,80 € per il cofinanziamento, nella misura massima pari al 50% delle spese ammissibili, di progetti per la realizzazione di infrastrutture di ricarica pubbliche, infrastrutture di ricarica private accessibili al pubblico (es. centri commerciali, cinema, teatri, ristoranti, alberghi), infrastrutture di ricarica private ad accesso privato (es. condomini, aziende).

Possono aderire alla Manifestazione di interesse i soggetti pubblici, anche nelle forme associative previste, anche in partnership con soggetti privati e/o società, per l'installazione di infrastrutture di ricarica pubbliche, nonché i soggetti privati per l'installazione di infrastrutture di ricarica su area privata ad accesso pubblico o ad accesso privato e presso i distributori di carburante.

Il contributo massimo del cofinanziamento del MIT è così distribuito:

  •  uguale o minore al 35% del valore del progetto per le azioni legate allo sviluppo di impianti che utilizzano una ricarica di tipo lenta/accelerata, in questo caso gli impianti di ricarica devono contenere almeno una presa che garantisca l'erogazione di una potenza di 22 kW (ovvero che l'unica presa garantisca l'erogazione di una potenza di 22 kW);
  •  uguale o minore al 50% del valore del progetto per le azioni legate allo sviluppo di impianti che utilizzano una ricarica di tipo veloce;
  •  pari al 50% del valore relativo alla realizzazione delle singole postazioni di ricarica private (ricarica domestica)


Le proposte progettuali dovranno essere presentate entro 15 giorni dalla data di pubblicazione del Decreto Dirigenzialen. 2453 del 05.05.2016 sul Burt, ossia entro 15 giorni dall'11 maggio (Burt 11 maggio Parete terza n. 19), contenente la manifestazione di interesse (All.1) e dovranno pervenire alla casella PEC della Regione Toscana regionetoscana@postacert.toscana.it utilizzando il modello di adesione riportato in All.2 a cui dovrà essere allegato il progetto secondo le specifiche dell' All.3.

Il Responsabile del Procedimento è Renata Laura Caselli, Dirigente Responsabile del Settore Energia e Inquinamenti della Direzione Ambiente ed Energia.

E' possibile richiedere ulteriori informazioni/approfondimenti alla casella di posta:  vincenzo.naso@regione.toscana.it
 


Ultima modifica: 13/06/2016 18:19:39 - Id: 13368926
  • Condividi
  • Condividi