Salta al contenuto Salta al menu'

Prodotti tipici

In Primo Piano

Pane toscano DOP

Il grano è sempre stato presente nella mensa Toscana come elemento base dell'alimentazione di tutti i ceti sociali, tanto che gli stessi statuti comunali contengono notizie...

Corsi per assaggiatori di olio d'oliva

Procedure amministrative per il rilascio dell'autorizzazione per la realizzazione di corsi per assaggiatori di olio d'oliva (decreto 18 giugno 2014 del Ministro delle Politiche...

Promozione del vino sui mercati dei paesi terzi

Online l'elenco dei progetti finanziabili. Invito alla presentazione dei progetti campagna 2016/2017 Data di scadenza presentazione domande giovedì, 30 giugno 2016 17:00 Data...

La nuova OCM vitivinicola

Dal 1° gennaio 2016 le nuove regole per la gestione del potenziale viticolo   Con il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17...

Elenco dei tecnici ed esperti degli oli di oliva vergini e extravergini

Articolazione regionale toscana: come iscriversi   L'articolazione regionale toscana dell'elenco dei tecnici ed esperti degli oli di oliva vergini e extravergini è...

INSECT CARD

INSECT CARD

L'entomofagia, in varie zone del mondo (Africa, Asia, Sud America e Australia) è parte integrante della dieta umana e, contrariamente a quanto si possa pensare, gli insetti non vengono consumati solo come fonte di cibo ma anche come vere e proprie prelibatezze. Nel mondo occidentale l'impiego degli insetti come fonte di nutrimento è avversato per motivi puramente culturali. Studi recenti hanno evidenziato che gli insetti sono, in generale, delle ottime fonti di proteine e di aminoacidi essenziali, di acidi grassi mono e polinsaturi soprattutto di acido linoleico e linolenico, di sali minerali, e vitamine del gruppo B ed E, oltre a fornire un valore energetico comparabile se non superiore a quello della carne. (Durst et al, 2008). In questo ambito, il presente progetto si propone di investigare le potenzialità nutraceutiche di due specie di insetti di facile allevamento (Galleria mellonella e Tenebrio molitor), con l'obiettivo primario di valutare la possibilità di impiego delle loro componenti nutraceutiche nella prevenzione di malattie cardiovascolari attraverso la messa a punto di formulati dall'azione anticolesterolemica ed antipertensiva.

Soggetto capofila
Francardi Valeria
ABP Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (CRA)
Centro di ricerca per l'AgroBiologia e Pedologia (ABP)
valeria.francardi@entecra.it
tel 055 2492 239

Soggetti partecipanti

  • Dipartimento di Biotecnologie, Chimica e Farmacologia - Università di Siena
  • Lead Discovery Siena S.r.l., Siena

Durata
Marzo 2015 - Marzo 2017

 

Descrizione delle innovazioni attese con la realizzazione del progetto

Individuazione e formulazione di sostanze naturali provenienti dagli insetti che potrebbero rappresentare un valido aiuto per la riduzione di fattori di rischio cardiovascolare come l'ipercolesterolemia e l'ipertensione.

Dati preliminari a supporto dell'idea progettuale

Gli insetti sono, in generale, delle ottime fonti di acidi grassi polinsaturi (soprattutto di acido linoleico Omega3 e acido linolenico Omega6) il cui apporto è fondamentale nella dieta umana in quanto sono capaci di prevenire le patologie cardiovascolari attraverso la riduzione dei livelli di
trigliceridi e colesterolo nel sangue. Dalla componente proteica degli insetti si possono inoltre ottenere peptidi con azione ACE-inibitoria capaci di contrastare l'ipertensione. Il presente progetto vuole approfondirne le analisi sulle componenti ad azione anti-ipercolesterolemica e antiipertensiva
e studiare formulazioni possibili dei composti individuati da proporre sul mercato sotto forma di integratori alimentari.

Principali obiettivi del progetto

  • Valutare gli apporti delle principali componenti nutritive ed, in particolare di Omega-3 e di Omega-6 da parte di entrambe le specie
  • Verificare gli effetti del regime dietetico adottato per gli allevamenti sugli apporti nutritivi delle larve 
  • Mettere a punto un metodo standardizzato di purificazione e di caratterizzazione dei peptidi proteici
  • Verificare l'azione antiipercolesterolemica in animali da esperimento dopo somministrazione degli Omega-3 e Omega-6 estratti dalle larve
  • Verificare la capacità ACE-inibitoria dei peptidi estratti dalle larve
  • Verificare la biodisponibilità e la stabilità in vivo dei peptidi ad attività antiipertensiva 
  • Formulazione delle componenti nutraceutiche estratte dagli insetti

•  torna all'elenco dei progetti


Ultima modifica: 21/04/2017 09:05:40 - Id: 12758490