Salta al contenuto Salta al menu'
« Indietro

Il collocamento in Toscana: dati 2001

Il collocamento in Toscana: dati 2001

Indice

Premessa

In questa pubblicazione si presentano i dati relativi al 2001 provenienti dal Sistema Informativo del Lavoro della Regione Toscana, fonte fondamentale per l'analisi dell'offerta di lavoro e soprattutto dell'incontro fra la domanda e l'offerta, attraverso la sintesi dei dati che i Centri per l'Impiego presenti sul territorio regionale trasmettono al Servizio Lavoro della Regione Toscana. Tali dati sono riferiti agli ambiti dei Servizi territoriali (ex sezioni circoscrizionali).
Dopo l'anno di interruzione dovuto alla riorganizzazione del flusso informativo, a fronte della nuova normativa nazionale e regionale, è possibile così riprendere la serie storica per sezioni circoscrizionali interrotta con i dati 1999; per l'anno 2000 sono infatti disponibili solo i dati provinciali consultabili anche sull'Annuario Statistico.
Per ulteriore informazioni è possibile consultare la pubblicazione 'Il Mercato del Lavoro in Toscana. Rapporto sulle attività di collocamento. Anno 2001' realizzata dal Servizio Lavoro della Regione Toscana.

Le tavole presentate analizzano i seguenti fenomeni: l'offerta di lavoro e l'incontro della domanda e dell'offerta.L'offerta di lavoro è rappresentata da dati di stock della media mensile, trimestrale, semestrale ed annua degli iscritti alla 1° classe disponibili al collocamento presentata per Centri per l'impiego/Servizi territoriali, settore di attività economica, condizione, classe di età e sesso. Parallelamente sono riportati i dati degli iscritti indisponibili per sesso.
I dati di flusso sono espressione, invece, dell'incontro della domanda e dell'offerta di lavoro. Si riportano in questa sede i dati relativi alle comunicazioni di assunzione e i rapporti di lavoro cessati per mese e per Centri per l'impiego/Servizi territoriali, classificati in base al sesso, al settore di attività economica ed alla qualifica professionale. I contratti di lavoro sono presentati per mese, Centri per l'impiego/Servizi territoriali e tipologia di contratto.

In questa sede si ricorda che in Regione Toscana è in fase avanzata di implementazione il Sistema Informativo Regionale Incontro Domanda ed Offerta di Lavoro (IDOL). Esso, nel rispetto delle esigenze di indirizzo del Sistema Informativo del Lavoro nazionale, consentirà di effettuare una rilevazione più ricca e tempestiva.

Tavole statistiche

Tavola 1 Iscritti alla 1a classe disponibili al collocamento in Toscana, per mese, settore di attività economica e sesso. Dati di stock - Medie mensili, trimestrali, semestrali ed annue. Anno 2001.  
Tavola 2 Iscritti alla 1a classe disponibili al collocamento, per Centri per l'impiego, settore di attività economica e sesso. Dati di stock - Medie annue. Anno 2001.  
Tavola 3 Iscritti alla 1a classe disponibili al collocamento in Toscana, per mese, classe di età, condizione e sesso. Dati di stock - Medie mensili, trimestrali, semestrali ed annue. Anno 2001.  
Tavola 4 Iscritti alla 1a classe disponibili al collocamento, per Centri per l'impiego, classe di età, condizione e sesso. Dati di stock - Medie annue. Anno 2001.  
Tavola 5 Iscritti alla 2a e 3a classe in Toscana, disponibili al collocamento, iscritti indisponibili e iscritti da oltre 24 mesi, per sesso e per mesi. Dati di stock - Medie mensili, trimestrali, semestrali ed annue. Anno 2001.  
Tavola 6 Iscritti alla 2a e 3a classe disponibili al collocamento, iscritti indisponibili e iscritti da oltre 24 mesi, per Centri per l'impiego e per sesso. Dati di stock - Medie annue. Anno 2001.  
Tavola 7 Iscritti alla 1a classe in Toscana. Iscritti disponibili al collocamento, per mese, settore di attività economica e sesso; iscritti indisponibili per sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 8 Iscritti alla 1a classe disponibili al collocamento, per Centri l'impiego, settore di attività economica e sesso; iscritti indisponibili per sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 9 Iscritti alla 1a classe disponibili al collocamento in Toscana, per mese, classe di età, condizione e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 10 Iscritti alla 1a classe disponibili al collocamento, per Centri per l'impiego, classe di età, condizione e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 11 Comunicazioni di assunzione in Toscana per mese, settore di attività economica e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 12 Comunicazioni di assunzione per Centri per l'impiego, settore di attività economica e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 13 Comunicazioni di assunzione in Toscana per mese, qualifica professionale e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 14 Comunicazioni di assunzione per Centri per l'impiego, qualifica professionale e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 15 Comunicazioni di assunzione in Toscana con contratti part time e di trasformazioni di tipologia contrattuale per mese e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 16 Comunicazioni di assunzione con contratti part time e di trasformazioni di tipologia contrattuale, per Centri per l'impiego e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 17 Rapporti di lavoro cessati in Toscana, per mese, settore di attività economica e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 18 Rapporti di lavoro cessati per Centri per l'impiego, settore di attività economica e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 19 Rapporti di lavoro cessati in Toscana, per mese, qualifica professionale e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.  
Tavola 20 Rapporti di lavoro cessati per Centri per l'impiego, qualifica professionale e sesso. Dati di flusso. Anno 2001.



GlossarioComunicazioni ai Centri per l'Impiego: I datori di lavoro devono comunicare al Centro per l'Impiego/Servizi territoriali del territorio ove ha sede l'unità operativa, le assunzioni o il trasferimento dei lavoratori da o verso altra unità produttiva, le cessazioni di rapporto per qualsiasi motivo avvenute nonché le trasformazioni dei contratti in essere (es. da contratto a tempo parziale a contratto a tempo pieno; da contratto di apprendistato a contratto a tempo indeterminato, ecc.).

Avviati a selezione: Lavoratori che, per effetto di preselezioni richieste ai Centri per l'Impiego/Servizi territoriali da parte dei datori di lavoro privati, sono avviati a selezione presso le imprese richiedenti.Oppure lavoratori per i quali si richiede soltanto il diploma di scuola media inferiore, avviati a selezione presso le Pubbliche Amministrazioni che ne abbiano fatto richiesta, individuati sulla base di specifiche graduatorie, secondo quanto previsto dall'art. 16 della L.56/87.

Lista di mobilità: Elenco compilato dalle province in cui sono iscritti i lavoratori il cui rapporto di lavoro è stato risolto a causa di licenziamento collettivo, secondo le disposizioni e le procedure stabilite dalla L. 223/91.Sono previsti benefici contributivi a vantaggio delle imprese che procedono all'assunzione dei lavoratori iscritti in detta lista.

Cessazioni: Sono i rapporti di lavoro risolti per iniziativa dei lavoratori (dimissioni) o dei datori di lavoro (licenziamenti), o cessati per scadenza del termine, o estinti per morte del lavoratore.

Collocamento: complesso di iniziative ed azioni inerenti le attività che agevolano o realizzano l'incontro tra la domanda e l'offerta di lavoro.Le attività di collocamento possono essere svolte sia da organismi pubblici (le Province attraverso i Centri per l'Impiego/Servizi Territoriali) ed anche, seppur con alcuni limiti e controlli, da parte dei privati.

Centri per l'Impiego: Organismi pubblici dipendenti dalle Province che provvedono alla gestione delle attività di orientamento e di collocamento.Ogni provincia può istituire più Centri per l'Impiego che possono operare sul territorio anche attraverso Sportelli Territoriali.

Il sistema dei servizi regionali per l'impiego: Per effetto del D.lgs. 469/97, emanato in attuazione della L. 59/97 (c.d. Bassanini 1), è stato attuato il decentramento alle Regioni e alle Province di funzioni e compiti in materia di mercato del lavoro, che, in precedenza, erano gestiti in modo accentrato dallo Stato.Il sistema dei servizi regionali per l'impiego è pertanto il complesso degli organismi, delle competenze, delle procedure operative e dei sistemi di rilevazione e gestione informatica, che presiedono alle attività di orientamento, collocamento e formazione professionale dei lavoratori.

Iscrizione alla prima classe della Lista di collocamento: Con la riforma delle normative sul collocamento, per essere assunti, non è più necessario essere iscritti in alcuna lista, salvo eccezioni: Lista di mobilità, Lista dei lavoratori disabili. Queste liste speciali permangono in funzione dei benefici che derivano, a seconda dei casi, ai lavoratori e/o ai datori di lavoro.La prima classe della lista di collocamento resta però ancora in essere, soprattutto per quei lavoratori che in virtù dell'iscrizione possono essere agevolati nelle assunzioni (es. essere avviati a selezione presso gli Enti pubblici per effetto dell'art. 16 L.56/87; oppure far fruire di sgravi contributivi i datori di lavoro in caso di iscrizione superiore a 24 mesi, secondo la L. 407/90; ecc.).Regole particolari valgono per gli assunti con contratto part time o con contratto a termine.


Ultima modifica: 18/04/2013 10:07:55 - Id: 248723
  • Condividi
  • Condividi