Salta al contenuto Salta al menu'

ICT in Toscana: internauti in aumento nel 2016. La meta: messaggi, informazione, servizi e cultura

Internet. Information Communication Technologies (ICT)

ICT in Toscana: internauti in aumento nel 2016. La meta: messaggi, informazione, servizi e cultura

Nel 2016 il 29,9% dei toscani ha usato il web negli ultimi 12 mesi per avere informazioni dai siti della PA (in Italia: 26,8%), il 26,5% l'ha usato per scaricare i moduli dei servizi online (Italia: 22,5%) e il 18,8% per inviare moduli compilati (Italia: 16,1%)


I toscani superano la media nazionale nelle attività di comunicazione via internet. Nel 2016 quasi 8 internauti su 10 hanno utilizzato la rete negli ultimi 3 mesi per spedire o ricevere e-mail, il 66% per usare servizi di messaggeria istantanea, il 61% per partecipare a social network (creare un profilo utente, postare messaggi o altro su Facebook, Twitter, ecc), il 34% per caricare online contenuti di propria creazione (testi, fotografie, musica, video, software, ecc) e condividerli su siti web. Il 55% dei toscani legge quotidiani, giornali e riviste online e il 56,7% gioca ed effettua il download di immagini, film, musica e giochi (grafico 1).Aumenta la velocità di connessione internet delle amministrazioni locali che si connettono con fibra ottica: sono circa il doppio (31%) rispetto al resto d'Italia (17%). Molto buono il livello di informatizzazione delle attività gestionali. Sono alcuni dei dati pubblicati dal settore "Sistema informativo di supporto alle decisioni. Ufficio regionale di Statistica" della Regione Toscana nel rapporto 2017 "La società dell'informazione e della conoscenza ", che illustra l'analisi dei dati Istat sulla diffusione delle Ict  tra le famiglie e i cittadini, tra le le imprese con almeno 10 addetti e tra le pubbliche amministrazione locali. Tre sono le indagini Istat fonte dell'analisi regionale:

  • Rilevazione Multiscopo sulle famiglie. Uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione,
  • Rilevazione sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nelle imprese con almeno 10 addetti
  • Le tecnologie dell'informazione e della comunicazione nelle amministrazioni locali


scarica  "La società dell'informazione e della conoscenza - rapporto 2017"

scarica le tavole dati indicatori ICT Cittadini e Famiglie (in file xls)
scarica le tavole dati indicatori ICT Imprese con almeno 10 addetti (in file xls)
scarica le tavole dati indicatori ICT Pubbliche amministrazioni locali (in file xls)


Secondo il rapporto della Regione Toscana le attività più diffuse tra gli internauti toscani sono la consultazione di uno strumento wiki (57,7%), la ricerca di informazioni su merci/servizi (48,9%), l'uso di servizi bancari online (38,9%), la ricerca di informazioni sanitarie (42,2%) e l'uso per servizi per viaggi (40%).

Buoni i livelli di dotazione tecnologica degli enti della Pubblica amministrazione toscana rispetto all'Italia, con un aumento della velocità di connessione.  La quota di piccoli Comuni che adottano soluzioni open source è relativamente alta: il 68% contro il 44% osservato in ambito nazionale. Stabile intorno al 67% in Toscana (in lieve crescita in Italia, dal 69,2% del 2015 al 71,5% del 2016) l'indicatore che sintetizza la molteplicità di possibili relazioni online tra le imprese e la Pubblica amministrazione e che tiene conto per esempio delle procedure per il lavoro (INPS/INAIL), delle dichiarazioni dei redditi dell'impresa, delle dichiarazioni IVA, degli adempimenti presso SUAP, ecc.

Nel 2016 aumentano le imprese toscane che si dotano di connessioni più veloci con almeno 30 Mbit/sec, ed il commercio elettronico in acquisto coinvolge il 33,6% delle imprese toscane (il 40,9% di quelle italiane). Si sta diffondendo in modo significativo, pur rimanendo ancora minoritaria, la fatturazione elettronica:  le imprese toscane che inviano fatture elettroniche in un formato processabile automaticamente sono passate dal 5,8% del 2014 al 30,0% del 2016.
Per l'impresa il sito web a livello nazionale si conferma in lenta crescita e nel 2016 ha raggiunto il 71,3% delle imprese, mentre in Toscana è fermo a quota 69,2%. Crescono un po' tutte le funzionalità offerte dai siti web aziendali, ma i servizi di e-business rimangono minoritari. Dopo l'incremento degli anni scorsi la diffusione dei social media tra le imprese toscane si consolida nel 2016 posizionandosi al 31,6%. I social network (Facebook, Linkedln,ecc) si confermano gli strumenti social più diffusi.

 

Grafico 1 - Persone di 6 anni e più che hanno usato Internet negli ultimi 3 mesi per fruizione di prodotti culturali e attività d'intrattenimento svolte. Toscana e Italia. Anno 2016 (valori % sul totale delle persone di 6 anni e più della stessa zona che hanno usato Internet negli ultimi 3 mesi). Fonte: Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni - Ufficio Regionale di Statistica, elaborazioni su dati Istat, rilevazione Multiscopo sulle famiglie, uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, 2016. La somma delle percentuali non fa cento perché sono possibili più risposte


 

Grafico 2 - Imprese con connessione a Internet in banda larga fissa per tre livelli di velocità massima di download prevista contrattualmente. Toscana e Italia. Anni 2014-2016 (valori % sul totale delle imprese con almeno 10 addetti). Fonte: Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni - Ufficio Regionale di Statistica. Elaborazioni su dati Istat, Rilevazione sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nelle imprese, 2014-2016.

 

Grafico 3 - Comuni con interoperabilità del protocollo informatico (DPR 445/2000) per dimensione demografica. Toscana e Italia. Anno 2015 (valori percentuali sul totale dei Comuni con la stessa dimensione demografica). Fonte: elaborazioni "Settore Sistema Informativo di Supporto alle Decisioni. Ufficio Regionale di Statistica" su dati Istat
 

Ci interessa la tua opinione

Anna Luisa Freschi


Ultima modifica: 10/09/2018 15:39:43 - Id: 14633644
  • Condividi
  • Condividi