Salta al contenuto Salta al menu'

« Indietro

Garanzia Giovani, finanziamenti per corsi di formazione destinati a giovani Neet

Garanzia Giovani, finanziamenti per corsi di formazione destinati a giovani Neet

Progetti per corsi di formazione individualizzata, professionalizzanti e specialistici, destinati a giovani che non sono impegnati né nello studio, né nel lavoro né nella formazione (neither in employment nor in education or training - Neet) e finalizzati al loro inserimento nel mondo del lavoro. Bando a sportello fino ad esaurimento delle risorse finanziarie. Presentazione domande e progetti online, a partire dal 5 settembre 2019


Fornire conoscenze e competenze necessarie a facilitare l'inserimento lavorativo del giovane sulla base dell'analisi dei suoi obiettivi di crescita professionale e delle sue potenzialità, rilevate nell'ambito delle azioni di orientamento e di fabbisogno delle imprese. Attraverso percorsi formativi professionalizzanti specialistici, anche di alta formazione, rispondenti all'effettivo fabbisogno del contesto produttivo locale. E' questa le finalità dell'Avviso pubblico per il finanziamento di corsi di formazione individuali / individualizzati approvato dalla Regione Toscana con decreto dirigenziale n. 14041 del 22 agosto 2019, in pubblicazione sul Burt del 4 settembre 2019.  Il bando è emanato in attuazione della misura 2A azione 3 del Piano regionale Garanzia Giovani.


Destinatari del bando. Possono presentare i progetti e la domanda di finanziamento: Agenzie Formative, Università, Scuole di Alta specializzazione, altri Enti comunque accreditati dalla Regione Toscana per l'erogazione di servizi formativi.
I progetti potranno essere presentati ed attuati da un singolo soggetto oppure da una associazione temporanea di imprese o di scopo (ATI/ATS), costituita o da costituire a finanziamento approvato; in quest'ultimo caso i soggetti attuatori devono dichiarare l'intenzione di costituire l'associazione ed indicare il capofila sin dal momento della presentazione del progetto.
Per la realizzazione dei progetti è necessario che il soggetto attuatore di attività formative (sia il soggetto capofila, sia i soggetti partner) sia in regola con la normativa sull'accreditamento ai sensi della delibera di Giunta n. 1407/2016.

Presentazione domande.  Le domande di finanziamento, i progetti e tutta la documentazione allegata devono essere presentati al settore "Programmazione in materia di IeFP, apprendistato, tirocini, formazione continua, territoriale e individuale. Uffici regionali di Grosseto e Livorno" della Regione Toscana, a partire dal 5 settembre 2019 (giorno successivo alla data di pubblicazione del bando sul Burt programmata per il 4 settembre 2019).  Il bando  è  "a sportello", ossia con presentazione domande in qualsiasi momento fino ad esaurimento delle risorse messe a bando.

La domanda (e la documentazione allegata prevista dall'avviso) deve essere trasmessa tramite l'applicativo "Formulario di presentazione progetti GG on-line" attraverso la procedura "Interfaccia Pubblica GG", previa registrazione al Sistema Informativo G.G. all'indirizzo web https://web.rete.toscana.it/gg1.
Si accede al Sistema Informativo G.G. con l'utilizzo di una Carta nazionale dei servizi-CNS attivata (di solito quella presente sulla Tessera Sanitaria della Regione Toscana) oppure con credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), per il cui rilascio si possono seguire le indicazioni della pagina. E' possibile, inoltre, accedere al Sistema informativo G.G. anche attraverso la Carta d'Identità Elettronica.

  • Se un soggetto non è registrato è necessario compilare la sezione "Inserimento dati per richiesta accesso" accessibile direttamente al primo accesso al sopra indicato indirizzo web del Sistema Informativo.

La domanda e la documentazione allegata prevista dall'avviso deve essere inserita nell'applicazione "Formulario di presentazione progetti GG on-line" come indicato in allegato 6 del testo integrale dell'avvso pubblico
La trasmissione della domanda dovrà essere effettuata dal Rappresentante legale del soggetto proponente cui verrà attribuita la responsabilità di quanto presentato.

La domanda, le dichiarazioni, il formulario di progetto, la Scheda preventivo costi standard e tutti gli altri documenti richiesti all'art. 7 dell'avviso pubblico devono essere sottoscritti tramite:

  • firma autografa: per ogni soggetto è necessaria la firma del responsabile sulla documentazione (domanda, formulario descrittivo e altre dichiarazioni necessarie) con allegata fotocopia del documento d'identità, in corso di validità, una sola volta ai sensi del DPR 445/2000

oppure

  • firma digitale: per ogni soggetto è necessaria la firma digitale del responsabile sulla documentazione (domanda, formulario descrittivo e altre dichiarazioni necessarie).

In nessun caso si dovrà procedere all'inoltro dell'istanza in forma cartacea ai sensi dell'art. 45 del D.Lgs. 82/2005 e successive modifiche.
Le proposte progettuali inviate con modalità di trasmissione diverse da quelle sopra indicate saranno ritenute non ammissibili.

Progetti ammissibili. Sono ammissibili progetti riguardanti corsi di formazione individualizzata, professionalizzanti e specialistici, mirati a trasmettere le conoscenze e le competenze necessarie per facilitare l'inserimento lavorativo dei giovani Neet.
I percorsi di formazione individualizzata, della durata massima di 100 ore, devono ricadere in ambiti professionali rispondenti al fabbisogno formativo specifico e comune dei destinatari preventivamente individuati e selezionati.
Il fabbisogno di competenza professionale che si intende soddisfare con i percorsi formativi proposti, deve quindi essere chiaramente esposto in sede progettuale, così come le modalità di individuazione e di selezione degli allievi, individuati all'interno del progetto in un numero massimo di tre.

I percorsi formativi sono liberamente proposti dagli Enti proponenti purché finalizzati
all'acquisizione delle competenze specialistiche necessarie per l'ingresso nel mercato del lavoro dei giovani destinatari attraverso l'attivazione di un rapporto di lavoro a tempo determinato, indeterminato, in somministrazione o in apprendistato.
Qualora il percorso formativo sia finalizzato al rilascio di un Certificato di Competenze del Repertorio regionale delle figure professionali, lo stesso dovrà rispettare rigorosamente gli standard di progettazione di cui al Disciplinare per l`attuazione del sistema regionale delle competenze previsto dal Regolamento di esecuzione della legge regionale 32/2002 approvato con la delibera di Giunta regionale n. 988 del 29 luglio 2019.

Costi, rimborsi, erogazione.
E' previsto un tetto massimo di 4.000 euro per giovane (UCS euro 40,00 per ore svolte per allievo).
Le ore di assenza non sono rendicontabili.
Il costo massimo per percorso formativo sarà dunque pari ad 12.000 euro

Il rimborso nei confronti del soggetto attuatore avverrà secondo il seguente meccanismo:

  • 70% riconoscibile sulla base delle ore di formazione erogate a ciascun partecipante;
     
  • 30% riconoscibile sulla base delle ore di formazione erogate, purché venga rispettata la condizionalità che prevede la successiva collocazione del giovane nel posto di lavoro (entro 120 giorni dalla fine del corso attraverso la Comunicazione Obbligatoria di contratti di lavoro a tempo indeterminato, determinato di almeno 3 mesi, somministrazione e apprendistato) e verrà calcolato proporzionalmente sulla base del numero degli occupati), secondo il rapporto formati/occupati.

Il costo totale previsto del progetto deve essere quantificato in un'apposita "scheda preventivo", allegato 6 del bando, attraverso l'applicazione delle unità di costo standard sopra disposte.
Le modalità di erogazione del contributo sono dettagliatamente descritte all'art. 11 del bando.

Destinatari dei corsi di formazione. Gli interventi di formazione finanziati dal bando sono rivolti a giovani Neet tra i 18 e i 29 anni che non sono iscritti a scuola né all'università, che non lavorano e che non seguono corsi di formazione o aggiornamento professionale), già registrati al Programma Garanzia Giovani e che al momento dell'avvio del corso siano ancora in possesso dei requisiti di accesso al Programma

Dotazione finanziaria. Il bando ha un budget finanziario di  2 milioni di euro riferito al "Piano di attuazione della Garanzia per i giovani della Regione Toscana - seconda fase" (PON YEI scheda 2-A) sulle annualità di bilancio 2019-2020.

Per conoscere tutti i dettagli  necessari a presentare correttamente il progetto e la domanda di finanziamento, consultare integralmente il bando e i suoi allegati:


Per saperne di più  scrivere a garanziagiovani2a@regione.toscana.it
 

Regione Toscana

Ultima modifica: 29/08/2019 15:46:23 - Id: 16575983
  • Condividi
  • Condividi