Salta al contenuto Salta al menu'

Finanziamenti per corsi IeFP rivolti a giovani in uscita dal primo ciclo di istruzione

Por Fse 2014-2020. Percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP). Giovanisì.

Finanziamenti per corsi IeFP rivolti a giovani in uscita dal primo ciclo di istruzione

Sono 17 i progetti finanziati da subito (online le graduatorie del bando). Bando rivolto agli organismi formativi accreditati nell'ambito dell'obbligo d'istruzione, per realizzare percorsi di Istruzione e formazione professionali, triennali 2018-2021, con sperimentazione del sistema duale, in favore di giovani di età inferiore ai 18 anni in possesso del titolo conclusivo del primo ciclo di istruzione

mercoledì, 21 giugno 2017 08:22
giovedì, 03 agosto 2017 17:00
Non specificato


La Regione Toscana,  con decreto n. 8100 del 7 giugno 2017, ha approvato e pubblicato il  bando per la presentazione di progetti formativi triennali di Istruzione e Formazione Professionale con sperimentazione del sistema duale (allegato A del decreto) rivolti a giovani in uscita dal primo ciclo di istruzione, che alla fine della scuola secondaria di I grado (scuola media inferiore) decidono di proseguire il proprio percorso di studio (vedi orientamento scolastico dopo la scuola secondaria di I grado e di II grado) nel canale della formazione professionale in Toscana.  Il bando è cofinanziato dal Programma operativo regionale del Fondo sociale europeo 2014-2020  e rientra nell'ambito dell'attuazione del progetto Giovanisì della Regione Toscana.

Con decreto dirigenziale n. 9499 del 3 luglio 2017 la Regione Toscana ha modificato (modifiche contenute nell'allegato 1 del decreto 9499) parzialmente l''articolo 3 "Soggetti ammessi alla presentazione dei progetti" del bando e approvato il testo  aggiornato del bando:

Il bando attua la  delibera di Giunta regionale n. 336 del 3 aprile 2017 con cui la Regione ha approvato le "Linee guida per la realizzazione dei percorsi di istruzione e formazione professionale (IEFP) ed Elementi essenziali per l'apertura delle procedure di evidenza pubblica (bandi) - anni 2017-2018 e 2018-2019", ai sensi della decisione di Giunta regionale n. 4 del 7/4/2014 (Direttive per la definizione della procedura di approvazione dei bandi per l'erogazione di finanziamenti). Con la delibera 336/2017 la Regione ha programmato i percorsi di IeFP triennali, per il triennio 2018-2019  / 2019-2020 / 2020-2021, a partire dall'anno 2018-2019,  per i giovani che decidono di conseguire una qualifica professionale iscrivendosi  ad uno dei percorsi inseriti nel Catalogo dell'offerta formativa, con sperimentazione del sistema duale scuola-lavoro al secondo e terzo anno del percorso.
 


 

Finalità. Il bando punta a conseguire gli obiettivi della programmazione dei progetti formativi triennali di IeFP a titolarità degli organismi formativi accreditati nell'ambito dell'obbligo d'istruzione, la quale all'interno del sistema complessivo dell'offerta regionale IeFP in Toscana è finalizzata a:

  • garantire l'assolvimento dell'obbligo di istruzione e del diritto-dovere all'istruzione e formazione professionale
  • favorire il successo scolastico e formativo, anche attraverso la prevenzione della dispersione scolastica e la riduzione dell'abbandono scolastico
  • facilitare le transizioni tra il sistema della formazione professionale e il mondo del lavoro, anche attraverso la promozione di modalità di apprendimento ed esperienze in contesti lavorativi
  • fornire una risposta coerente ai fabbisogni formativi e professionali dei territori


Destinatari. I progetti formativi possono essere presentati e realizzati:

  • da un singolo soggetto
  • da una associazione temporanea di impresa/di scopo (ATI/ATS), costituita o da costituire a finanziamento approvato.

Per realizzare i progetti è necessario che il soggetto attuatore sia in possesso,  al momento dell'avvio   delle   attività,   di   specifico   accreditamento  di specifico accreditamento per l'obbligo d'istruzione ai sensi delle disposizioni regionali vigenti (delibera Giunta regionale n. 1407/2016 che approva "Direttiva accreditamentosciplinare del "Sistema regionale di accreditamento degli organismi che svolgono attività di formazione - Requisiti e modalità per l'accreditamento degli organismi formativi e modalità di verifica" art. 71 Regolamento di esecuzione della L.R. del 26 luglio 2002, n. 32)".  L'accreditamento speciale per l'obbligo di istruzione implica che i  soggetti attuatori, sia singoli sia in ATI/ATS, siano organismi formativi senza scopo di lucro.
Tale requisito è richiesto sia al soggetto capofila, sia a tutti i soggetti partner nel caso di partenariato.

  • Non possono essere accreditati per l'ambito "Obbligo d'istruzione", e quindi non possono presentare progetti in risposta al bando, gli Istituti scolastici e loro consorzi e forme associative, i Centri Provinciali per l'Istruzione degli Adulti (CPIA) e loro consorzi e forme associative.
  • Ciascun soggetto proponente (soggetto singolo o ATI/ATS) può presentare al massimo due progetti formativi e deve indicare la macro-area territoriale per la quale presenta il progetto.


Destinatari dei corsi IeFP. I destinatari degli interventi formativi IeFP con sperimentazione scuola lavoro (sistema duale) sono i giovani di età inferiore ai 18 anni in possesso del titolo conclusivo del primo ciclo di istruzione. L'iscrizione al percorso avviene con le modalità e le tempistiche previste sul portale "Iscrizioni on line" del Ministero Istruzione Università e Ricerca e dovranno comunque essere ben esplicitate dai soggetti attuatori nella fase di pubblicizzazione dell'iniziativa.
Tali percorsi consentono di assolvere all'obbligo di istruzione e di assolvere il diritto-dovere all'istruzione e formazione professionale previsti dalla normativa vigente.


Scadenza e presentazione domande. La domanda deve essere redatta esclusivamente on-line previa registrazione sul sistema di Accesso Unico ai bandi (AU) di Sviluppo Toscana, accedendo al sistema informatico di Sviluppo Toscana S.p.A. al sito Internet https://sviluppo.toscana.it/bandi e si considera presentata solo ed esclusivamente se inoltrata per via telematica sul sistema informatico di Sviluppo Toscana S.p.A., a partire dalle ore 9.00 del giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Burt e fino alle ore 17.00 del 3 agosto 2017, secondo le modalità descritte nell'allegato 3 all'avviso.

Le credenziali di accesso al sistema informatico verranno rilasciate dalle ore 9.00 del primo giorno di pubblicazione dell'avviso sul BURT e sino alle ore 12.00 del 2 agosto 2017 (giorno precedente la data di scadenza per la presentazione della domanda).

Il richiedente deve utilizzare il modello di domanda allegato al bando e rilasciare tutte le dichiarazioni richieste. La modulistica da compilare al fine della presentazione della domanda sarà integrata sul sistema informatico https://sviluppo.toscana.it/bandi ovvero resa disponibile sullo stesso, nel caso debba essere compilata separatamente e poi caricata sul sistema in upload.

Sono escluse le domande presentate con modalità diverse da quella indicato. Non si deve procedere all'inoltro dell'istanza in forma cartacea ai sensi dell'art. 45 del D. Lgs. 82/2005 e successive modifiche.

Per supporto alla compilazione e per problemi tecnici scrivere a supportoiefp2017@sviluppo.toscana.it. Sarà inoltre attiva una chat on-line dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00 dei giorni feriali.

Dotazione finanziaria. Il bando ha un budfget finanziario di di 6 milioni di euro, dei quali 1.403.574,00 destinati alla sperimentazione del sistema duale.

Il costo di un percorso triennale è pari al massimo a Euro 270.000,00; le risorse sono ripartite fra le aree territoriali in modo da finanziare almeno l'avvio di un percorso in ciascuna area.

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda consultare integralmente il bando (allegato A del decreto n. 8100 del 07 giugno 2017) e la documentazione ad esso allegata:

  1. Modello di domanda – da utilizzare da soggetto proponente singolo o da capofila mandatario di ATI/ATS costituita/costituenda (on line)
  2. Modello di domanda – da utilizzare da partner in caso di progetto presentato da ATI/ATS costituenda (on line)
  3. Modello di dichiarazione di intenti a costituire l'ATI/ATS – da utilizzare in caso di progetto presentato da ATI/ATS costituenda
  4. Modello di dichiarazione sostitutiva di affidabilità giuridico-economico-finanziaria (on line)
  5. Modello di dichiarazione di disponibilità delle imprese allo svolgimento delle attività di alternanza scuola/lavoro
  6. Modello di dichiarazione relativa alla realizzazione di corsi FAD e prodotti didattici multimediali (on line)
  7. Modello di dichiarazione di attività delegata
  8. Modello di lettera di adesione al progetto da parte di eventuali sostenitori
  9. Modello di lettera di accordo con il soggetto capofila di PTP
  10. Modello di formulario di presentazione dei progetti
  11. Scheda preventivo (.xlsx)
  12. Modalità di presentazione della domanda
  13. Sistema di ammissibilità e valutazione specifica: scheda di ammissibilità e griglia di valutazione
  14. Informativa sulla privacy
  15. Ripartizione del territorio regionale in macro-aree territoriali

 

Domande e risposte scarica le FAQ del 13 ottobre 2017


Per saperne di più scrivere a

 

Regione Toscana

Ultima modifica: 03/09/2018 13:12:54 - Id: 14442054
  • Condividi
  • Condividi