Salta al contenuto Salta al menu'

Feamp 2014-2020 Misura 5.69 "Trasformazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura"

Feamp 2014-2020 Misura 5.69 "Trasformazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura"


mercoledì, 05 aprile 2017 08:00
venerdì, 05 maggio 2017 18:00
Non specificato

 

Graduatorie del bando
Sono 11 i progetti ammessi a finanziamento per un contributo complessivo di 2 milioni 66 mila 138 euro

La Regione Toscana con decreto dirigenziale n. 17044 del 10 novembre 2017 del settore "Attività Faunistico venatoria, Pesca dilettantistica e Pesca in mare", ha approvato la graduatoria delle domande presentate in risposta al bando al bando Feamp 2014-2020 Misura 5.69 "Trasformazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura":

 

Bando

Oggetto del presente Avviso è:

- favorire l'innovazione delle strutture e dei processi produttivi riguardanti anche la lavorazione dei sottoprodotti derivanti da attività di trasformazione principale, dei prodotti dell'acquacoltura biologica, dei prodotti provenienti da catture commerciali che non possono essere destinate al consumo umano.

Scadenza

La domanda di aiuto dev'essere presentata:

a partire dal 18 aprile 2017 ed entro le ore 18.00 del 05 maggio 2017
 

A chi si rivolge

Sono ammessi a presentare domanda:

  • Micro, Piccole e Medie Imprese (PMI)

 

Opportunità

La dotazione finanziaria del bando è di € 2.066.138,91;

L'intensità massima dell'aiuto pubblico è pari al 50% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari, secondo quando previsto dal par. 1 art. 95 "Intensità dell'aiuto pubblico" del Reg. (UE) n. 508/2014.

L'intensità massima dell'aiuto pubblico può essere aumentata fino a 30 punti percentuali (fino all'80%) per interventi connessi alla pesca costiera artigianale.

Per ogni domanda il contributo sarà calcolato su una spesa massima di Euro 1.000.000,00.

Come partecipare

Ai fini della partecipazione le domande devono essere presentate tramite il sistema informatizzato di ARTEA.

Ogni richiedente, dovrà preventivamente costituire il fascicolo aziendale presso uno dei centri autorizzati (CAA), e può presentare una sola domanda in riferimento al presente bando.

Leggi il bando completo

Decreto n. 3810 del 29/03/2017
Allegato "C" Bando


 

 

 

Finalità del bando

L'obiettivo generale dell'operazione è la promozione della competitività delle aziende che operano nel settore della trasformazione attraverso investimenti finalizzati al risparmio energetico e alla riduzione dell'impatto sull'ambiente, al miglioramento della sicurezza, dell'igiene e delle condizioni di lavoro.
Si intende favorire l'innovazione delle strutture e dei processi produttivi riguardanti anche la lavorazione dei sottoprodotti derivanti da attività di trasformazione principale, dei prodotti dell'acquacoltura biologica, dei prodotti provenienti da catture commerciali che non possono essere destinate al consumo umano.

Sono ritenuti ammissibili a contributo gli interventi che:

  • a) contribuiscono a risparmiare energia o a ridurre l'impatto sull'ambiente, incluso il trattamento dei rifiuti
  • b) migliorano la sicurezza, l'igiene, la salute e le condizioni di lavoro
  • c) sostengono la trasformazione delle catture di pesce commerciale che non possono essere destinate al consumo umano
  • d) si riferiscono alla trasformazione dei sottoprodotti risultanti dalle attività di trasformazione principali
  • e) si riferiscono alla trasformazione di prodotti dell'acquacoltura biologica
  • f) portano a prodotti nuovi o migliorati, a processi nuovi o migliorati o a sistemi di gestione e di organizzazione nuovi o migliorati

Presentazione della domanda

Le domande devono essere presentate tramite il sistema informatizzato di ARTEA, a partire dal 18 aprile 2017 ed entro le ore 18.00 del 05 maggio 2017, pena la non ammissibilità della stessa domanda.

Ogni richiedente, dovrà preventivamente costituire il fascicolo aziendale presso uno dei centri autorizzati (CAA), e può presentare una sola domanda in riferimento al presente bando.

Le modalità operative per la compilazione della domanda di aiuto e l'apposizione della firma elettronica sono descritte sul manuale reperibile presso il sito www.artea.toscana.it nella sezione "Servizi e Procedure", "FEAMP"

Domande irricevibili

 

Le domande sono irricevibili e pertanto respinte nei seguenti casi:

  • invio fuori termine della domanda
  • invio della domanda con modalità diverse da quelle tassativamente indicate dal presente bando
  • mancata sottoscrizione della domanda
  • assenza della relazione tecnica descrittiva del progetto (allegato 1 del Bando)

Punti salienti del bando

1) Beneficiari

  • Micro, Piccole e Medie Imprese (PMI)

2) Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria del bando è di € 2.066.138,91.

L'intensità massima dell'aiuto pubblico è pari al 50% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari, secondo quando previsto dal par. 1 art. 95 "Intensità dell'aiuto pubblico" del Reg. (UE) n. 508/2014.

L'intensità massima dell'aiuto pubblico può essere aumentata fino a 30 punti percentuali (fino all'80%) per interventi connessi alla pesca costiera artigianale.

Per ogni domanda il contributo sarà calcolato su una spesa massima di Euro 1.000.000,00.

3) Graduatoria

Le istanze valutate positivamente sono inserite in una graduatoria in cui sono indicate le domande ammesse a contributo in base alle risorse disponibili e quelle ammissibili, ma non finanziabili per esaurimento delle risorse.

La graduatoria, e la conseguente assegnazione dei contributi, è approvata con atto amministrativo e pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana a cui seguono le relative note di assegnazione ai soggetti beneficiari dei contributi.

Le domande sono finanziate secondo l'ordine derivante dalla graduatoria.

In caso di parità di punteggio assegnato a domande presentate da soggetti privati, si applica il criterio dell'età del beneficiario (rappresentante legale), dando preferenza ai più giovani di età (anno, mese, giorno). Nel caso di più rappresentanti legali verrà calcolata l'età media.

Nota Bene: Come specificato all'articolo 9 della seconda parte del bando, ai fini dell'accesso alla graduatoria, la richiesta di finanziamento deve ottenere un punteggio minimo di 1, da raggiungere con almeno due criteri.

Eventuali risorse disponibili per la misura derivanti da economie a carico dei progetti ammessi a contributo e oggetto di relativa assegnazione (decadenze, varianti, parziali realizzazioni o minori spese riconosciute in fase di istruttoria finale), saranno destinate alla copertura dei contributi riconosciuti in favore delle domande ammissibili che, a causa di risorse insufficienti, risultano finanziate parzialmente o non finanziate, seguendo l'ordine della graduatoria.

Regione Toscana

Ultima modifica: 28/11/2017 15:47:06 - Id: 14235255
  • Condividi
  • Condividi