Salta al contenuto Salta al menu'

Energia

In Primo Piano

Certificazione energetica in Toscana

Certificazione energetica degli edifici: ecco le regole vigenti in Toscana

Piano ambientale ed energetico

Il Paer è lo strumento per la programmazione ambientale ed energetica.

Conferenze dei Servizi

Pubblicati qui gli ultimi avvisi di convocazione

Controlli sugli impianti termici

Gli "impianti termici" sono gli impianti per il riscaldamento o il condizionamento dei nostri immobili

Efficienza energetica delle abitazioni

Efficienza energetica delle abitazioni

Meno consumi, più sei efficiente e di conseguenza, più risparmi: l'efficienza energetica si può sintetizzare così. E la tua casa lo è? Se vuoi saperlo e imparare come fare a essere più efficiente e a risparmiare energia e denaro, seguici.

- L'efficienza energetica degli edifici
- Come posso migliorare l'efficienza energetica della mia casa?
- Diventare più efficiente è un bel problema: come ne esco? Rivolgendoti ad una Esco
- Come finanziare gli interventi?
- Esempi di buone pratiche per raggiungere l'efficienza

L'efficienza energetica degli edifici
Capire quanta energia sprechiamo in casa è un buon punto di partenza per sapere quali migliorie apportare. Dalla sostituzione della caldaia all'isolamento del tetto, alla coibentazione (cioè all'isolamento dal caldo e dal freddo) dei muri, sono molti gli interventi che possono far risparmiare, con il risultato di veder diminuire le bollette.
Una casa energeticamente efficiente può consumare meno di 30 kW di energia per metro quadro, mentre la media delle case italiane si assesta sui 150 kw/mq. Le abitazioni del prossimo futuro saranno diverse: per l'Unione Europea dal 2020 in poi i nuovi edifici dovranno essere a consumo "vicino a zero", mentre le esistenti dovranno essere migliorate passo passo.
Oggi l'attestato di prestazione energetica, APE, mostra l'efficienza energetica della nostra abitazione. Ogni appartamento nuovo, messo in vendita o offerto in locazione, è corredato da un attestato che, come le etichette degli elettrodomestici, mostra i suoi consumi standard e lo assegna quindi ad una classe energetica (A+, A, B, C, etc. in tutto le classi sono otto, da quella energeticamente più efficiente, a quella meno efficiente).
Vedi certificazione energetica in edilizia

Come posso migliorare l'efficienza energetica della mia casa?
L'efficienza energetica delle case riguarda il loro fabbisogno termico (calore d'inverno e acqua calda tutto l'anno) e quello elettrico (per illuminazione, per gli elettrodomestici e il resto).
Per risparmiare energia nella tua casa è necessario, prima di tutto, sapere quali sono le principali fonti di consumo.
Innanzitutto i cosiddetti scaldabagni elettrici (che per scaldare l'acqua usano solo l'elettricità) devono essere eliminati: sono superatissimi.
L'illuminazione e l'alimentazione di elettrodomestici, come frigoriferi e lavastoviglie, costituiscono buona parte dei consumi elettrici. Quindi, per risparmiare energia e al tempo stesso euro in bolletta, è bene usare lampade ad alta efficienza e sostituire i vecchi elettrodomestici con nuovi contrassegnati dalla classe A, che permettono un importante risparmio.
Per quanto riguarda gli elettrodomestici vedi qui consigli utili  per consumare meno ed ottenere così (oltre a fare del bene all'ambiente) anche qualche vantaggio in bolletta.

Oltre ad intervenire su comportamenti ed elettrodomestici, sono possibili anche interventi strutturali che riducono i consumi dell'abitazione.

La sostituzione dell'impianto termico spesso assicura un abbattimento dei nostri consumi.
Interessanti risparmi sono dati dall'isolamento degli infissi (le finestre).
Circa il 33% della dispersione termica nelle nostre case, poi, avviene attraverso le pareti, quindi un corretto isolamento dei muri rappresenta un sistema efficace per risparmiare energia d'inverno e per mantenere fresche le abitazioni d'estate.
Talvolta purtroppo la realizzazione di un cappotto termico (si applica un rivestimento isolante sulla parte esterna delle pareti dell'edificio, così da proteggersi dalle variazioni della temperatura esterna) non è possibile, ad esempio perché le pareti sono a confine con un'altra proprietà. In questi casi però si può far riempire le cavità dei muri e del sottotetto con isolanti in schiuma o a pressione (ne esistono di molti tipi, dalla cellulosa alle schiume sintetiche), velocemente e a basso costo.

Diventare più efficiente è un bel problema: come ne esco? Rivolgendoti ad una Esco
E' difficile riuscire a progettare da soli interventi che permettano di risparmiare energia. Per questo sono nate le Esco (una sigla che deriva dall'inglese Energy saving companies, cioè compagnie per il risparmio di energia). Si occupano di fornire ai clienti servizi di progettazione gestione ed analisi degli impianti.
La Regione Toscana, per sapere quali sono i difetti energetici maggiori della nostra casa, ha promosso un servizio di prima valutazione gratuita delle abitazioni.

Come finanziare gli interventi?
Ci sono varie opportunità che l'amministrazione pubblica ha messo a disposizione per riuscire a finanziare interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche delle nostre abitazioni.

Scoprine alcune qui

Esempi di buone pratiche per raggiungere l'efficienza
Oggi si possono fare interventi edilizi di una qualità energetica enormemente superiore all'esistente Programma.
Ad esempio con il programma Distretti energetici abitativi DGRT 227/07 e DDRT 3051/07 la Regione ha finanziato la realizzazione di insediamenti ad altissima efficienza energetica:
- Realizzazione di alloggi secondo i criteri della Bioarchitettura in Località Marlia nel Comune di Capannori.
 


Ultima modifica: 10/12/2014 16:10:57 - Id: 258266
  • Condividi
  • Condividi