Salta al contenuto Salta al menu'

Pediatra

Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSAp)

Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSAp)

Linee guida per la diagnosi e la gestione

 

Le Linee guida regionali per i Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSAp) definiscono:

  • tempi e modalità della diagnosi
  • procedure diagnostiche raccomandate
  • figure professionali coinvolte
  • protocollo diagnostico
  • strumenti per la diagnosi ed elementi della certificazione diagnostica


Le linee guida sottolineano il ruolo fondamentale della scuola nell'individuazione precoce del disturbo e nella gestione dei casi diagnosticati.

Le Linee guida individuano un percorso per l'identificazione precoce del disturbo che, a partire dall'osservazione degli apprendimenti da parte degli insegnanti, prevede l'attivazione di una azione mirata di potenziamento scolastico e, in caso di persistenti difficoltà, la  segnalazione della scuola alla famiglia, sulla base della quale il pediatra o il medico di base  attivano il percorso diagnostico.
Le strutture del Servizio Sanitario regionale rilasciano la certificazione di DSAp, garantendo la priorità ai  bambini che frequentano la scuola primaria. E' prevista la compartecipazione alla spesa da parte del cittadino come da normativa regionale.
Per gli alunni che frequentano gli anni terminali di ciascun ciclo scolastico, il completamento dell'iter diagnostico deve avvenire, di norma, entro  il 31 marzo.

La certificazione può essere effettuata dal Servzio sanitario regionale e dalle strutture private accreditate, senza oneri aggiuntivi per l'utente.

Per gli alunni certificati DSAp si sottolinea la necessità di una presa in carico a livello scolastico con la redazione di un Piano didattico personalizzato e l'attivazione di una didattica individualizzata, strumenti compensativi e misure dispensative.
Le strutture sanitarie prevedono per i casi diagnosticati controlli periodici. E' possibile attivare un intervento clinico specifico esclusivamente in casi selezionati in termini di gravità clinica e comorbidità.
La Regione Toscana monitora l'applicazione delle Linee guida e la bontà del percorso delineato attraverso l'Osservatorio Regionale Disturbi Specifici dell'Apprendimento.
 


Ultima modifica: 03/04/2017 20:02:46 - Id: 738543