Salta al contenuto Salta al menu'

Geologia

Dalla Carta Geologica Regionale al DB Geologico. Nuove banche dati geotematiche per la conoscenza e l'uso sostenibile del territorio

Dalla Carta Geologica Regionale al DB Geologico. Nuove banche dati geotematiche per la conoscenza e l'uso sostenibile del territorio

A Firenze, presso l' auditorium Sant'Apollonia in via San Gallo 25a, si sono tenuti due seminari il 26 maggio e il primo giugno 2017.


 

Primo seminario (26 maggio)
La risorsa idrica regionale: idrogeologia, geochimica e il contributo della biostratigrafia >>

Le presentazioni in pdf:

  1. Introduzione alle Banche Dati Geotematiche
  2. Sviluppo degli archivi dei dati
  3. La banca dati dei corpi idrici sotterranei
  4. GEOBASI - La banca dati geochimica della Toscana
  5. Applicazione della piattaforma FREEWAT
  6. BD micropaleontologia di superficie
  7. La BD Sottosuolo integrazione dei dati micropaleontologici

I video della giornata

 

Gli interventi

Sviluppo degli archivi dei dati e dei quadri conoscitivi in ambito geologico in Toscana

L'intervento intende illustrare l'evoluzione in termini di contenuti e di fruibilità dei servizi web connessi sia delle banche dati geologiche presenti da quasi un ventennio nelle pagine del Servizio Cartografico della Regione Toscana, sia delle nuove banche dati geotematiche di più recente acquisizione e legate alla tematica della risorsa idrica.

La banca dati dei corpi idrici sotterranei
La Banca Dati dei Corpi Idrici Sotterranei della Regione Toscana contiene le informazioni di carattere geometrico, geologico-stratigrafico, idrostrutturale e piezometrico derivanti dalle attività svolte da CNR-IGG nell'ambito della caratterizzazione geologica, idrogeologica e geochimica dei 66 sistemi acquiferi regionali individuati dalla DGRT 939/2009. L'intervento descriverà i dataset disponibili, le analisi e le elaborazioni che hanno condotto alla loro costituzione, le possibilità ed i limiti del loro utilizzo e le relazioni intercorrenti con le altre banche dati regionali.

GEOBASI - La banca dati geochimica della Toscana
La valutazione del fondo naturale geochimico (geochemical baseline) è uno strumento estremamente utile per guidare decisioni politiche concernenti problematiche ambientali e la sua conoscenza è richiesta ogni qual volta si voglia comprendere se le variazioni di concentrazione di una determinata specie chimica in una data matrice siano legate a processi naturali o dovute a fenomeni di contaminazione.
Tenendo conto di ciò risulta evidente che la realizzazione di una base di dati è da considerare la premessa fondamentale, perché rappresenta lo strumento che consente di validare i dati disponibili, effettuare confronti, verificare la copertura spaziale dell'informazione, individuare errori e/o omissioni, implementare le conoscenze con successive integrazioni.  Proprio da queste necessità nasce il progetto Geobasi-Toscana e il database geochimico regionale, realizzato su piattaforma completamente open source, che raccoglie e rende disponibili alla libera consultazione dati chimici sulle acque e sui sedimenti del territorio toscano.

Applicazione della piattaforma FREEWAT per lo sviluppo di un modello numerico di flusso nell'ottica di una gestione sostenibile della risorsa idrica: il caso studio della pianura di Follonica-Scarlino
L'intervento sarà rivolto alla descrizione delle diverse fasi di sviluppo del modello numerico elaborato per la piana di Follonica-Scarlino, dalla raccolta dei dati, alla definizione del modello concettuale, alla fase di implementazione e calibrazione del modello di flusso mediante l'utilizzo della piattaforma FREEWAT.

BD micropaleontologia di superficie
La " BD micropaleontologia di superficie" vuole rappresentare un sistema dinamico e di accesso comune, in rete, con il quale validare, precisare e implementare le informazioni della Carta Geologica della Regione Toscana, attraverso l'utilizzo delle analisi micropaleontologiche e della biostratigrafia. Le informazioni di carattere micropaleontologico sono in grado, infatti, di dettagliare età e ambienti deposizionali delle unità rappresentate. La BD intende fornire, quindi, attraverso i dati ricavabili dalle numerose campionature, un'estesa copertura del territorio da utilizzare per operazioni di controllo oltre che per scopi applicativi.

La BD Sottosuolo: integrazione dei dati micropaleontologici e loro utilizzo nelle ricostruzioni idrostratigrafiche dei corpi idrici
L'intervento riguarda la descrizione della "BD-Sottosuolo", la tipologia di informazioni che contiene ed il loro utilizzo sia nella fase di elaborazione del modello concettuale, sia nelle successive fasi di ricostruzione geometrica dei corpi idrici sotterranei. Viene dato particolare risalto alle informazioni micropaleontologiche e sedimentologiche raccolte ed inserite nel database e al loro imprescindibile contributo nel fornire vincoli geometrici.
 

Secondo seminario (1 giugno)
La Geomorfologia, la Dinamica dei Versanti e lo Studio dei Suoli della Toscana >>


Le presentazioni in pdf:

  1. Introduzione alle Banche Dati Geotematiche
  2. Sviluppo degli archivi dei dati
  3. Le nuove banche dati BD LITEC e BD_GeolTec_DS
  4. Perna_seminario_eventi_intensi
  5. Suscettibilità da frane superficiali
  6. La Carta Geomorfologica della Regione Toscana
  7. La carta dei suoli della Regione Toscana


 

I video della giornata

 

Gli interventi

Sviluppo degli archivi dei dati e dei quadri conoscitivi in ambito geologico in Toscana
L'intervento intende illustrare l'evoluzione in termini di contenuti e di fruibilità dei servizi web connessi  sia delle banche dati geologiche presenti da quasi un ventennio nelle pagine del Servizio Cartografico della Regione Toscana, sia delle nuove banche dati geotematiche di più recente acquisizione e legate alle tematiche di stabilità dei versanti e pedologiche.

Caratterizzazione e rappresentazione cartografica geologico-tecnica del substrato e dei depositi superficiali di versante: le nuove banche dati BD LITEC e BD_GeolTec_DS
A partire dal DB geologico, su specifiche aree del territorio regionale, sono stati svolti rilevamenti e prove di campagna e laboratorio per implementare due nuove banche dati geotematiche che descrivono le caratteristiche geologico-tecniche del substrato e dei depositi superficiali di versante.

Eventi meteo intensi e frane superficiali in Toscana
La relazione illustra i risultati dell'attività svolta per la Regione Toscana dal Consorzio LaMMA avente due obiettivi principali: da un lato il miglioramento delle conoscenze sui fenomeni franosi superficiali e sulle loro relazioni con gli eventi meteo intensi che li attivano. Dall'altro un approfondimento delle conoscenze sui principali eventi intensi di precipitazione occorsi negli anni più recenti sul territorio regionale. Attraverso l'analisi di immagini satellitari ottiche pre-post evento ad elevata risoluzione si sono realizzati, e resi disponibili in rete, degli archivi di fenomeni franosi attivati da specifici eventi di pioggia intensa.

Suscettibilità da frane superficiali: valutazione fisicamente basata e rappresentazione cartografica
La banca dati geologico-tecnica dei depositi superficiali di versante ed un modello numerico di analisi di stabilità sono stati integrati per valutare, su specifiche aree del territorio regionale, la suscettibilità allo sviluppo di frane superficiali durante eventi piovosi intensi.

La Carta Geomorfologica della Regione Toscana: dal Rilevamento alla Banca Dati, criteri di classificazione e Legenda
La prima parte della relazione concerne la modalità di realizzazione della banca dati geomorfologica a partire dai dati fotointerpretati utilizzati fino alle verifiche sul terreno per specifiche aree dove è stato eseguito un studio geomorfologico multitemporale. Nella seconda parte saranno invece illustrati  i criteri di realizzazione della nuova legenda geomorfologica della Regione Toscana.

La carta dei suoli della Regione Toscana
Vengono illustrate le metodologie di acquisizione dei dati in campagna e di elaborazione dei dati di base volte alla realizzazione di valutazioni applicative sulle principali tematiche ambientali che riguardano il suolo. Viene inoltre esposta l'organizzazione delle informazioni contenute nella carta dei suoli della regione toscana e nella documentazione ad essa collegata disponibile in rete.


Ultima modifica: 07/06/2017 17:03:14 - Id: 14299503