Salta al contenuto Salta al menu'

Contributi per tirocini non curriculari: nuovo testo del bando con domande online

Por Fse 2014-2020. Giovanisì. Aree di crisi della Toscana

Contributi per tirocini non curriculari: nuovo testo del bando con domande online

Dall' 1 settembre ha validità il testo del bando apporovato il 27 luglio. . Contributo regionale, da 300 fino a 500 euro mensili, in favore di giovani tirocinanti non occupati di età compresa tra 18 e 29 anni, residenti o domiciliati in Toscana. Bando a sportello fino ad esaurimento risorse. In caso di domande superiori alle risorse finanziarie disponibili, precedenza alle domande pervenute prima.


La Regione Toscana con decreto dirigenziale n. 11430 del 27 luglio 2017  (certificato il 3 agosto 2017), ha apprortato modifiche al testo del bando:

il nuovo testo ha validità dal 1° settembre 2017 e si applica alle domande online di contributo presentate a partire dall'1 settembre

  • per le domande online di contributo per i tirocini con CO di instaurazione del rapporto di tirocinio inviate prima  dell'entrata  in  vigore  del  decreto 11430/2017, di cui non è stata  ancora iniziata la compilazione, sono presentate a valere sul bando aggiornato al decreto 11430 nel rispetto dei termini indicati nel bando stesso
     
  • per le domande online di contributo in fase di compilazione, non ancora inviate, alla data di entrata in vigore del 11430/2017, sono ultimate e inviate a valere sul  precedente  testo del bando nel  rispetto  dei  termini in  esso indicati;


Non sono ammesse a finanziamento domande presentate su modulistica cartacea, ad eccezione delle domande di proroga e delle domande di erogazione del contributo  (mod.  allegati  2  e  3  all'avviso  approvato con decreto dirigenziale n. 4269/2016, così come modificato con decreto n. 12614/2016, decreto n. 14539/2016 e decreto n. 831/2017) unicamente in relazione ai tirocini con domanda iniziale (allegato  1)  presentata  su  supporto  cartaceo  in  data anteriore all'8 febbraio 2017 e che in ogni caso non sono ammesse a finanziamento proroghe per tirocini iniziati prima del 15 luglio 2016.


La Regione Toscana con decreto dirigenziale n. 14539 del 16/12/2016 e n. 831 del 27 gennaio 2017 ha attivato la procedura online per presentare le domande di contributo per l'attivazione di tirocini non curriculari in risposta al bando, cofinanziato dal Programma operativo regionale (Por) del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020 - attività A.2.1.3.a) e realizzato nell'ambito del progetto Giovanisì. La Regione, nell'edizione del bando con procedura online, conferma nella sostanza gli elementi essenziali dell'intervento e le tipologie di destinatari che possono usufruire del finanziamento stabiliti con il decreto dirigenziale n. 12614/2016  - che ha modificato il bando 2016 approvato con decreto dirigenziale n. 4269 del 12/06/2016 - in vigore dal 15 dicembre 2016. Il decreto 12614 ha esteso la possibilità di beneficiare del contributo a:

  • giovani fuoriusciti dal sistema di istruzione
  • giovani disabili e svantaggiati
  • giovani che svolgono un tirocinio presso un'impresa dell'artigianato artistico e tradizionale, ridefinendo in senso più estensivo le aree di crisi, includendo anche i territori interessati a fenomeni di crisi socio-economica individuati dagli "Indirizzi per gli interventi a favore delle imprese e del territorio dell'Amiata" approvati con delibera di Giunta regionale 469/2016.


Avviso importante
A partire dall'8 febbraio 2017
non saranno più ammesse a finanziamento domande presentate sulla modulistica cartacea / non telematica (allegati 1, 2 e 3) di cui al bando 2016 approvato con decreto dirigenziale n. 4269 del 12/06/2016 così come modificato dal decreto n. 12614 del 21/11/2016.
A partire dall'8 febbraio 2017 le domande di contributo per l'attivazione di tirocini non curriculari in Toscana si possono presentare solo online sulla piattaforma web Tirocini On Line collegandosi, previo inserimento nel lettore smart card del pc della propria Carta Nazionale dei Servizi, all'indirizzo web https://webs.rete.toscana.it/idol/tirocinioOnLine/index.html


Destinatari del contributo. Restando ferma la possibilità di attivare tirocini non curriculari ai sensi della legge regionale n. 32/2002 "Testo unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro" anche in assenza del contributo previsto da questo bando, in attuazione di quanto stabilito dalla delibera di Giunta regionale n. 782/2016, i destinatari del contributo regionale sono giovani di età compresa tra 18 e 29 anni (30 anni non compiuti) alla data di inizio del tirocinio, non occupati ed in possesso di almeno uno dei due seguenti requisiti:

1) Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana per tirocini attivati entro 12 mesi dalla data di
superamento con esito positivo dell'esame finale per il conseguimento di uno dei seguenti titoli di studio:
a) attestato di qualifica professionale triennale o diploma quadriennale in esito ai percorsi di
Istruzione e formazione professionale (IeFP)
;
b) attestato di qualifica professionale;
c) diploma di istruzione secondaria di secondo grado, in assenza di iscrizione a percorsi per il
conseguimento della laurea o a percorsi di Istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS)
o a percorsi di alta formazione tecnico – professionale di livello post secondario (ITS Istruzione Tecnicca Superiore);
d) certificato  di  Istruzione  e  formazione  tecnica  superiore  (IFTS)  o  diploma tecnico
superiore di livello post secondario (ITS);
e) laurea e altri titoli post laurea (ad esempio dottorato di ricerca, master).

2) Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana fuoriusciti dal sistema di istruzione formale prima del conseguimento di uno dei titoli di studio elencati al punto 1), a condizione che il tirocinante ne abbia dato formale comunicazione all'istituto cui era iscritto almeno entro la data di presentazione della domanda di contributo, per tirocini attivati entro 12 mesi dalla data di abbandono degli studi.

3) Tirocinanti residenti o domiciliati in uno dei seguenti comuni, rientranti nelle aree di crisi industriale della Toscana individuate dalla delibera di Giunta regionale n. 199/2015):

  • Campiglia Marittima - Collesalvetti - Livorno - Piombino - Rosignano Marittimo - San Vincenzo - Sassetta - Suvereto;
  • Aulla - Bagnone - Carrara - Casola in Lunigiana - Comano - Filattiera - Fivizzano - Fosdinovo - Licciana Nardi - Massa - Montignoso - Mulazzo - Podenzana - Pontremoli - Tresana - Villafranca in Lunigiana – Zeri;

e nei comuni delle aree di crisi socio-economica individuati dalla delibera di Giunta regioanle n. 469/2016:

  • Abbadia San Salvatore - Castiglion D'Orcia - Piancastagnaio - Radicofani - San Quirico D'Orcia – Arcidosso - Castel del Piano - Castell'Azzara - Cinigiano - Roccalbegna - Santa Fiora - Seggiano - Semproniano.


4) Tirocinanti disabili, di cui all'articolo 1 "Diritto al lavoro dei disabili" della legge n. 68/1999 "Norme per il diritto al lavoro dei disabili", o svantaggiati, di cui alle lettere a, b, e c (persone svantaggiate ai sensi della Disciplina sulle cooperative socialivittime di tratta, richiedenti protezione internazionale, titolari di status di rifugiato, ecc.) dell'articolo  17 ter, comma 8 della legge regionale n. 32/2002 residenti o domiciliati in Toscana, ad eccezione di tirocini finalizzati all'inclusione sociale, all'autonomia delle persone e alla riabilitazione, di cui alle Linee Guida approvate in data 22 gennaio 2015 dalla Conferenza Stato Regioni, attivati in favore di persone prese in carico dal servizio sociale professionale o dai servizi sanitari competenti.

5) Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana, per tirocini attivati presso un soggetto ospitante di cui alla delibera di Giunta regionale n. 964/2014 che operi nei settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali e sia  iscritto  all'albo  delle  imprese  artigiane  del  Registro  delle  Imprese  della  Camera  di Commercio, abbia un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso tra 0 e 15 e operi nel settore delle lavorazioni artistiche e tradizionali con codice Ateco 2007 principale rientrante tra quelli approvati con delibera n. 964/2014.
 

Contributo regionale. L'importo del contributo regionale "Giovanisì" è concesso a copertura parziale / totale dei "rimborso spese" (di almeno 500 euro mensili) che il soggetto ospitante deve corrispondere al tirocinante.
Tale contributo ammonta a:
1) 300 euro mensili nel caso di tirocini svolti da giovani nella fascia d'età 18-29 anni;
2)  500 euro mensili nel caso di tirocini svolti da giovani disabili o svantaggiati, di cui all'articolo 17 ter comma 8 della legge regionale 32/2002, nella fascia d'età 18-29 anni;
3) 500 euro mensili nel caso di tirocini svolti da giovani nella fascia d'età 18-29 anni presso un'impresa artigiana che operi nel settore delle lavorazioni artistiche e tradizionali di cui alla citata delibera n. 964/2014, iscritta all'albo delle imprese artigiane della CCIAA, abbia un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso tra 0 e 15 con codice Ateco 2007 principale rientrante tra quelli di cui alla delibera n. 964/2014.

Scadenza e presentazione domande online dall'8 febbraio 2017.  A partire dall'8 febbraio 2017 le domande di ammissione a contributo possono essere presentate solo online con le modalità indicate nell'allegato B al decreto dirigenziale n. 831 del 27/01/2017 "Modifiche all'avviso pubblico contributo regionale tirocini non curriculari Giovanisì - Por Fse 2014-2020 - attività A.2.1.3.a approvato con decreto dirigenziale n. 4269/2016".
Le domande sono a sportello: senza scadenza fino ad esaurimento risorse, nel caso in cui le richieste di finanziamento comportino l'esaurimento delle risorse disponibili,  il settore della Regione responsabile del bando procede all'immediata chiusura dei termini per la presentazione delle domande on line di contributo e le domande pervenute sono selezionate dando precedenza alle domande pervenute prima).
A partire dall'8 febbraio 2017 non saranno più ammesse a finanziamento domande presentate sulla modulistica cartacea (allegati 1, 2 e 3) cartacei di cui al bando approvato con decreto dirigenziale n. 4269 del 12/06/2016 così come modificato dal decreto n. 12614 del 21/11/2016.
A partire dall'8 febbraio 2017 le domande di contributo per l'attivazione di tirocini non curriculari in Regione Toscana si possono presentare solo online sulla piattaforma web Tirocini On Line collegandosi alla pagina https://webs.rete.toscana.it/idol/tirocinioOnLine/index.html

Esclusivamente in relazione alle Domande di ammissione a contributo regionale (allegato 1) presentate entro il 7 febbraio 2017, in caso di proroga del tirocinio, la domanda stessa deve essere presentata utilizzando il modello cartaceo di cui all'allegato 2 "Domnada di erogazione del contributo per proroga tirocinio" del bando 2016 approvato con decreto n. 4269 del 16/06/2016 come modificato dal decreto n. 12614 del 21/11/2016, mentre al termine del tirocinio, comprensivo dell'eventuale proroga, la domanda di erogazione del contributo deve essere presentata con la modulistica cartacea di cui all'allegato 3 "Domanda di erogazione del conntributo" dello stesso bando, con le modalità e nei termini previsti dal bando-decreti 4269 e 1264/2016 per presentare le domande cartacee di proroga e di erogazione del contributo.

Dopo aver inviato la Comunicazione Obbligatoria (CO) di instaurazione del rapporto di tirocinio nei termini e con le modalità previste dalla normativa vigente in materia, il soggetto ospitante il tirocinio in possesso dei requisiti di ammissibilità può presentare domanda di contributo collegandosi alla piattaforma web Tirocini online: https://webs.rete.toscana.it/idol/tirocinioOnLine/index.html
L'accesso dovrà avvenire esclusivamente tramite Carta Nazionale dei Servizi (CNS) con la quale il compilatore dovrà registrarsi all'applicativo "Tirocini On Line".
La domanda deve essere presentata nel periodo compreso tra il 9° e il 18° giorno successivi all'invio della CO di instaurazione del rapporto di tirocinio.

Amnmissbilità e selezione delle domande. Nel caso in cui le domande presentate entro la data di chiusura dei termini per la loro presentazione  risultino comunque superiori alla dotazione finanziaria stanziata a copertura del presente avviso, in coerenza con quanto stabilito dalla DGR n. 782 del 01/08/2016, la Regione procede alla selezione e all'accertamento della loro ammissibilità a finanziamento in base all'ordine cronologico di presentazione delle domande fino all'esaurimento delle risorse disponibili. Le domande che sulla base dell'ordine cronologico di presentazione, registrato informaticamente, risultino non finanziabili a causa dell'esaurimento delle risorse disponibili non saranno ammesse a finanziamento anche se presentate entro i termini.
Avvio delle attività di tirocinio: non saranno ammesse a finanziamento domande di contributo riferite a Comnicazione Obbligatoria (CO) di instaurazione del rapporto di tirocinio presentate il giorno stesso o in data successiva alla data di inizio tirocinio, né domande di contributo riferite a CO che riportino una data inizio tirocinio successiva di oltre 30 giorni alla data di presentazione della CO stessa.

Dotazione finanziaria. L'impegno e l'erogazione del contributo sono subordinati alla disponibilità delle risorse finanziarie e al rispetto dei vincoli derivanti dalle norme in materia di pareggio di bilancio, nonché dalle disposizioni operative stabilite dalla Giunta regionale in materia. Il settore responsabile della gestione del bando della Regione Toscana si riserva la possibilità di sospendere o revocare i bando secondo le disposizioni regionali in materia di pareggio di bilancio.

Modulistica e documentazione


Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consultare integralmente


Per saperne di più contattare il numero verde progetto regionale Giovanisì  800.098.719 o inviare una mail a info@giovanisi.it
     
Per informazioni sullo stato di avanzamento dell'istruttoria per l'erogazione del contributo, contattare i settori "Gestione, rendicontazione e controlli della Regione Toscana competenti per territorio:

 

Ecco come si presenta la pagina di accesso alla nuona piattaforma web per le domande online di contributo per tirocini. Alla pagina si accede previo inserimento della Carta nazionale dei servizi (CNS  o carta elettronica sanitaria) nel lettore smart card del pc, collegandosi all'indirizzo web https://webs.rete.toscana.it/idol/tirocinioOnLine/index.html
 

Anna Luisa Freschi

 

Regione Toscana

Ultima modifica: 18/09/2017 13:39:05 - Id: 14071177
  • Condividi
  • Condividi