Salta al contenuto Salta al menu'

Comunicare l'effettuazione di interventi sul platano

Cosa fare per

Comunicare l'effettuazione di interventi sul platano

Servizio Fitosanitario Regionale

 

Comunicazione d'intervento su platani:

 

I platani possono essere affetti da Ceratocystis platani agente del cancro colorato, una malattia pericolosa e diffusibile sottoposta ad un regime di lotta obbligatoria.
 

Al fine di limitarne la diffusione, gli interventi di potatura, di abbattimento e di scavo in prossimità dell'apparato radicale dei platani, devono essere eseguiti osservando le prescrizioni previste dal Decreto Ministeriale di lotta obbligatoria del 29/02/2012 e del Piano d'Azione Regionale, l'ultimo dei quali (versione 4 del 07/08/2015) è stato approvato con Decreto Dirigenziale n. 4021 del 09/09/2015.

Le piante infette e quelle immediatamente adiacenti debbono essere rapidamente ed obbligatoriamente abbattute ed eliminate, anche se tutelate da altre norme legislative, a spese dei proprietari, secondo le indicazioni impartite dal Servizio fitosanitario regionale che applica le specifiche norme tecniche riguardanti i tempi e le modalità di abbattimento, di trasporto e di eliminazione delle piante e del materiale di risulta, nonché le modalità di disinfezione degli attrezzi. Gli interessati sono tenuti a comunicare al Servizio fitosanitario regionale entro 48 ore dall'inizio dei lavori la data di inizio degli abbattimenti..

 

Chi deve presentare la comunicazione per interventi sui platani:

Tutti i proprietari dei platani, sia privati che pubblici, qualora intendessero eseguire interventi di qualunque tipo sulle piante, compresi gli scavi che coinvolgano l'apparato radicale, devono inviare, prima dell'inizio dei lavori, una comunicazione preventiva d'intervento al Servizio fitosanitario regionale.

 

Come fare la richiesta:

Inviando l'apposito modulo al Servizio fitosanitario regionale

 

Scarica il modulo:

Richiesta autorizzazione interventi su Platano

 

A chi inviare le richiesta:

Mediante e-mail, con richiesta di ricevuta di ritorno, al Servizio fitosanitario regionale

Via Pietrapiana, 30 Firenze cap. 50121

fitosanitario-platano@regione.toscana.it

Oppure per PEC

regionetoscana@postacert.toscana.it

 

I tempi e le formalità necessarie:

A seguito della comunicazione preventiva d'intervento il Servizio fitosanitario regionale provvede ad effettuare un sopralluogo.

Il Servizio fitosanitario regionale, dopo il sopralluogo, trasmette ai richiedenti un verbale di accertamento con l'indicazione delle prescrizioni, sia per quanto riguarda l'effettuazione degli interventi che per il conferimento del materiale legnoso di risulta.

In caso di mancata risposta da parte del Servizio fitosanitario regionale entro i tempi indicati nel Piano d'Azione Regionale (5 gg. per le zone indenni e tampone e 30 gg per le zone focolaio e contenimento) si applica la norma del silenzio assenso.

Gli interessati comunque, anche nel caso di applicazione del silenzio assenso, dovranno osservare le indicazioni contenute nel Piano d'Azione Regionale.

 

Quanto costa:

Non è previsto nessun costo per l'effettuazione del sopralluogo.

 

Vedi la normativa:

Decreto n.5203 del 04-07-2016  e allegati:
Aggiornamento del Piano d'Azione Regionale (Versione 6 del 20/6/2016) per il controllo del cancro colorato del platano Ceratocystis platani – (J.M. Walter) Engelbr. & T. C. Harr


D.M. 29/02/2012 – Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l'eradicazione del cancro colorato causato da Ceratocystis fimbriata

Testo atto

 

 

D.M. 06/07/2015 – Modifica del decreto 29 febbraio 2012 recante misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l'eradicazione del cancro colorato del platano causato da Ceratocystis fimbriata

 

Testo atto

 

 


Ultima modifica: 17/07/2017 10:33:30 - Id: 68304