Salta al contenuto Salta al menu'

Commissioni Pari opportunità in Toscana: indagine 2019

Commissioni Pari opportunità in Toscana: indagine 2019

Scarso il personale e le risorse finanziarie dedicate alle Commissioni pari opportunità. Dove le commissioni non sono presenti le pari opportunità sono comunque presidiate attraverso deleghe ad assessori, consiglieri, Unione dei Comuni e altri organismi. A dirlo sono gli enti locali che hanno partecipato (167 tra sindaci e presidenti) all'indagine 2019 condotta dalla Regione


Quanti Comuni hanno istituito la Commissione Pari opportunità (Po)? Il personale delle Commissioni Po è impiegato stabilmente o occasionalmente nella commissione? L'amministrazione dell'ente finanzia la Commissione Po? Cosa fanno le Commissioni Po? Quali difficoltà incontrano nel loro lavoro? Quanta attenzione riscuote la questione Pari opportunità nei vari contesti? Sono alcuni dei quesiti a cui cerca di rispondere l'indagine "Le Commissioni Pari Opportunità in Toscana -  anno 2019" promossa dalla Commissione regionale Pari opportunità della Toscana (Consiglio regionale) e curata dal settore "Sistema informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica" della direzione Organizzazione e Sistemi Informativi della Regione Toscana. 

Hanno partecipato all'indagine, compilando il questionario, 167 tra sindaci e presidenti, con un tasso di risposta complessivo pari al 59%. I Comuni che hanno partecipato di più all'indagine sono quelli delle province di Siena e Grosseto (oltre l'85%), quelli che hanno aderito meno sono i Comuni della provincia di Massa Carrara (23,5%).
 

Quanti Comuni dei partecipanti all'indagine hanno istituito la Commissione?
- 45 enti, pari al 26,9% dei Comuni che hanno risposto al questionario, hanno istituito una Commissione Pari Opportunità.
La mancata istituzione della Commissione è legata a ragioni diverse:
- nel 36% dei casi la funzione di "pari opportunità" è delegata ad un assessore / consigliere dell'ente stesso,
- nel 30% tale funzione è delegata all'Unione dei Comuni,
- nel 10,7% la Commissione non è valutata prioritaria.
- tra le altre motivazioni c'è la difficoltà di istituirla per i piccoli Comuni, e, in altri casi, sono stati istituiti organismi come i Centri Pari opportunità.

Il personale delle Commissioni Pari opportunità è stabile o occasionale?
- il 37,8% degli enti che hanno risposto al questionario si avvale di personale assegnato stabilmente alle CPO;
- il 60% si avvale di personale che solo occasionalmente si dedica alle attività della Commissione.

L'amministrazione dell'ente finanzia la Commissione Pari opportunità?
- il 56% delle Amministrazioni che hanno risposto al questionario stanzia annualmente risorse finanziarie per le attività della Commissione, sia pur in misura molto modesta
- il restante 44% non stanzia alcuna risorsa finanziaria

Cosa fanno le Commissioni Pari opportunità?
- attività di sensibilizzazione rivolte ai cittadini/e (89%)
- attività di formazione rivolte agli studenti/esse (76%).
- studi e patrocini della Commissione Po circa il 60% delle CPO,
- pubblicazione di libri il 31% dei rispondenti.
- pareri espressi su provvedimenti amministrativi dell'Amministrazione (attività marginale).


Grafico 1 - Iniziative e attività realizzate negli ultimi due anni dalle Commissioni Po



Quali difficoltà?
La carenza di personale è la maggiore criticità segnalata dai rispondenti, seguita dalla carenza di risorse finanziarie. I rispondenti evidenziano anche che nello svolgimento delle funzioni, le Commissioni incontrano varie difficoltà:
- difficoltà nell' individuare e coinvolgere
persone disponibili a far parte delle Commissioni;
- difficoltà di partecipazione delle commissarie alle riunioni e attività
- scarsa sensibilità del contesto generale


Cosa pensano i partecipanti all'indagine sull'attenzione alla questione Pari opportunità nei vari contesti?
Nelle valutazioni espresse il tema Pari opportunità ottiene un voto medio di circa 6 (valori da 1 a 10) in tutti i contesti, con differenze poco significative. L'ambito per il quale si rileva maggior attenzione è quello della Pubblica amministrazione, quello che invece registra minor attenzione è il mondo del lavoro.


Grafico 2 - Attenzione al tema delle Pari Opportunità nei vari contesti – voto medio
 

 


Anna Luisa Freschi


Ultima modifica: 12/07/2019 14:35:03 - Id: 16473764