Salta al contenuto Salta al menu'

Paesaggio

In Primo Piano

Agevolazioni fiscali per sostenere la cultura e il paesaggio in toscana

La LR 18/2017, che ha abrogato e sostituito la LR 45/2012, prevede agevolazioni fiscali per imprese, liberi professionisti, fondazioni (comprese le fonazioni bancarie) che contribuiscano alla...

Piano di indirizzo territoriale con valenza di piano paesaggistico

Avviso di approvazione dell'integrazione del piano di indirizzo territoriale (PIT) con valenza di piano paesaggistico.

Carta dei vincoli. Il sistema informativo territoriale

Il progetto del Sistema informativo territoriale per i beni culturali e paesaggistici della Regione

Il governo del territorio (Legge regionale 65/2014)

Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 53, parte prima, del 12 novembre 2014

Commissione Regionale per il Paesaggio

Art. 137 D.Lgs 42/2004 e LR 26/2012 e s.m.i.

Garante regionale dell'informazione e della partecipazione

Aassicura l'informazione e la partecipazione dei cittadini nella formazione degli atti di governo
« Indietro

Commissione Regionale per il Paesaggio

Commissione Regionale per il Paesaggio

Art. 137 D.Lgs 42/2004 e LR 26/2012 e s.m.i.

La Commissione Regionale del Paesaggio è un organismo previsto dall'articolo 137 del Decreto Legislativo 42/2004; in Toscana è stata istituita con Legge regionale 6 giugno 2012, n. 26, rivista e riaggiornata con Legge regionale 12 dicembre 2017, n. 70.

Il compito principale della Commissione Regionale del Paesaggio, non l'unico, è fare le Proposte di Dichiarazione di Notevole Interesse Pubblico alla Regione, per le tipologie di beni paesaggistici che l'articolo 136 del D.Lgs.42/2004 elenca specificatamente, palesando così, alla fine del lungo e complesso procedimento amministrativo previsto, l'obiettivo della tutela e salvaguardia del territorio:

a) le cose immobili che hanno cospicui caratteri di bellezza naturale, singolarità geologica o memoria storica, ivi compresi gli alberi monumentali;
b) le ville, i giardini e i parchi, non tutelati dalle disposizioni della parte seconda del presente codice che si distinguono per la loro non comune bellezza;
c) i complessi di cose immobili che compongono un caratteristico aspetto avente un valore estetico e tradizionale, inclusi i centri e i nuclei storici;
d) le bellezze panoramiche e così pure quei punti di vista o di belvedere, accessibili al pubblico, dai quali si goda lo spettacolo di quelle bellezze.

Ai sensi dell' art. 140 del Decreto Legislativo 42/2004, la dichiarazione di notevole interesse pubblico costituisce parte integrante del Piano Paesaggistico Regionale. Così, potranno entrare a far parte del PIT-PPR gli immobili e le aree per i quali, alla data di entrata in vigore del Codice, risulta avviato ma non ancora concluso il procedimento di dichiarazione di notevole interesse pubblico (vedi Allegato 2B).

La Commissione Regionale del Paesaggio, che opera dal maggio 2013, si occupa anche, in primis, di addivenire a una soluzione definitiva sui Beni Paesaggistici di cui all'Allegato 4B del PIT-PPR al fine di "definirne la corretta delimitazione e rappresentazione cartografica e risolvere le incertezze derivanti da formulazioni non univocamente interpretabili contenute nel decreto istitutivo".

Fanno parte di diritto della Commissione Regionale del Paesaggio, oltreché  la Regione Toscana rappresentata dal Settore Tutela e Riqualificazione e Valorizzazione del Paesaggio, anche il Ministero  per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo,  rappresentato dal Segretariato Regionale e da tutte le Soprintendenze competenti per il loro territorio.

Fanno parte altresì della Commissione, un Rappresentante delle cinque Università della Toscana, un rappresentante degli Enti Locali scelto dal Consiglio delle Autonomie Locali, un rappresentante del mondo dell' associazionismo ambientale e un rappresentante del Comando Regionale dei Carabinieri Forestali nei casi in cui il procedimento per la proposta di dichiarazione di notevole interesse pubblico riguardi filari, alberate e alberi monumentali.
 

Ai sensi dell' articolo 139 comma 2 del D.Lgs.42/2004, Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, riportiamo di seguito la documentazione, in formato pdf, relativa alla Proposta di Dichiarazione di Notevole Interesse Pubblico Paesaggistico "Località Fosso Bianco-Frazione Bagni San Filippo" nel Comune di Castiglion d'Orcia (Si), Proposta formulata dalla Commissione in sede di riunione del 6 marzo 2018.

 


Ultima modifica: 21/03/2018 16:21:22 - Id: 15146554