Salta al contenuto Salta al menu'

Tributi

In Primo Piano

Concessioni demanio idrico, regolarizzazione agevolata dell'imposta fino al 30 novembre

  La Regione Toscana, con legge regionale 68/2016 aveva ridotto l'imposta regionale sulle concessioni di aree del demanio idrico, al 50% del canone di concessione....

Tributi regionali: guida a pagamento, modulistica, contenzioso, glossario e normativa

Modulistica  Tributi e sanzioni tributarie Contenzioso tributario vai alla pagina dedicata Come rateizzare le sanzioni tributarie ed amministrative Come...

Guida alla tassa automobilistica

Chi deve pagarla, quando, quanto e come pagare   Quando e quanto si paga la tassa automobilistica : consulta il tariffario regionale 2017 (file pdf) ...

Tributi regionali: servizio di pagamento online

Puoi pagare comodamente online sulla piattaforma Iris di Regione Toscana: https://iris.rete.toscana.it/public/

Come rateizzare le sanzioni tributarie ed amministrative

Tributi regionali

Come rateizzare le sanzioni tributarie ed amministrative

Informazioni ed istruzioni pratiche per il contribuente

Richiesta di rateizzazione di sanzioni tributarie prima dell'iscrizione a ruolo
Richiesta di rateizzazione delle sanzioni tributarie iscritte a ruolo
Richiesta di rateizzazione della sanzione amministrativa pecuniaria

Richiesta di rateizzazione di sanzioni tributarie prima dell'iscrizione a ruolo

La Regione Toscana, ai sensi dell'art. 15 "Rateizzazione del debito tributario accertato e della relativa sanzione" della legge regionale n. 31/2005 Norme generali in materia di tributi regionlai, come modificato dall'art. 6 L.R. 21/12/2007 n. 67 su richiesta del contribuente, persona fisica od organizzazione, può concedere, nell'ipotesi di disagiate condizioni economiche e di temporanea situazione di obiettiva difficoltà, la ripartizione del pagamento delle somme iscritte a ruolo fino ad un massimo di trenta rate mensili.
La situazione di disagiate condizioni economiche e di temporanea situazione di obiettiva difficoltà, è quella in cui si trova il contribuente che è nell'impossibilità di pagare il debito iscritto a ruolo in una unica soluzione, ma che tuttavia è in grado di sopportare l'onere finanziario derivante dalla ripartizione del debito in un numero di rate congruo rispetto alle sue condizioni patrimoniali. La sussistenza di tale situazione dovrà comunque essere dimostrata dal debitore, anche al fine di consentire all'ufficio, attraverso l'esame della documentazione prodotta, di effettuare la predetta valutazione di congruità nella determinazione del numero di rate da accordare.

La Regione ha inoltre stabilito, con deliberazione di Giunta Regionale n. 38 del 28/01/2008 le modalità di concessione della rateazione ed i criteri per la definizione del numero delle rate in riferimento all'importo della sanzione.
La rateazione non viene concessa qualora il debito totale sia pari o inferiore ad Euro 150,00 per le persone fisiche e ad Euro 3.000,00 per le organizzazioni, ai sensi dell'art. 15 della legge regionale 31/2005. Se l'importo è superiore ad Euro 50.000,00, il riconoscimento di tali benefici è subordinato alla presentazione d'idonea garanzia, sotto forma di polizza fidejussoria o fidejussione bancaria.

La richiesta di rateizzazione, da indirizzare alla Regione Toscana settore "Politiche fiscali e riscossione" via di Novoli, 26 - 50127 Firenze, deve essere presentata, in bollo e utilizzando l'apposito modulo, entro il termine, a pena di decadenza, di sessanta giorni dalla notificazione dell'atto impositivo e/o sanzionatorio.

All'istanza deve essere allegata la seguente documentazione:
1) per le persone fisiche, copia della cartella di pagamento, copia di un documento di identità e copia della documentazione attestante il reddito annuo lordo complessivo, ai fini I.R.P.E.F., del nucleo familiare del richiedente (scarica il modello dell'istanza per Persone Fisiche; applicare all'istanza compilata una marca da bollo ai sensi del D.P.R. 26/10/1972, n. 642 e tariffa D.M. 20/08/1992.
2) per le organizzazioni, copia della cartella di pagamento e copia di un documento di identità del legale rappresentante (scarica il modello dell'istanza per Organizzazioni; applicare all'istanza compilata una marca da bollo ai sensi del D.P.R. 26/10/1972, n. 642 e tariffa D.M. 20/08/1992.

In caso di omesso pagamento, anche di una sola rata, il debitore decade automaticamente dal beneficio con obbligo di estinguere il debito residuo entro il termine di trenta giorni dalla scadenza della rata non pagata.
Al contribuente decaduto dal beneficio della rateazione non può essere concessa una successiva rateazione prima che sia decorso il termine di tre anni dalla data di decadenza.
Le rate mensili in cui si dilazionerà il pagamento del debito scadono l'ultimo giorno di ogni mese.
Sono fatte salve eventuali richieste di minor rateazione formulate dall'interessato.
 

Richiesta di rateizzazione delle sanzioni tributarie iscritte a ruolo

Si comunica che a decorrere dal 15/03/2008, ai sensi dell'art. 36 L. 28/02/2008 n. 31 di conversione del D.L. 31/12/2007 n. 248, l'ufficio competente per la concessione delle rateizzazioni delle cartelle di pagamento è l'Agente della riscossione che ha emesso la cartella. I contribuenti sono quindi invitati a rivolgersi all'Agente della riscossione competente per ogni chiarimento.

 

Richiesta di rateizzazione della sanzione amministrativa pecuniaria

Scarica il modello dell'istanza per la rateizzazione della sazione amministrativa ai sensi dell'art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445
 


Ultima modifica: 07/10/2016 12:08:25 - Id: 116200