Salta al contenuto Salta al menu'

Centri per l’impiego

In Primo Piano

Recapiti e orari degli uffici sul territorio

con una mappa georeferenziata per orientarsi tra gli sportelli territoriali della Toscana

Cercare lavoro in Toscana

Cercare lavoro in Toscana

I servizi per cercare lavoro in Toscana, dove e come informarsi sulle offerte di lavoro.

Se le opportunità occupazionali sono in Toscana più favorevoli che in altre zone di Italia, occorre però considerare che il mercato del lavoro  è in continua evoluzione ed è soggetto a grandi trasformazioni.

Chi cerca lavoro in Toscana può

  • informarsi sulle procedure di accesso e di registrazione dei lavoratori contattando gli Uffici della Regione Toscana per il Lavoro - Centri per l'Impiego;
  • registrarsi al servizio gratuito della Regione Toscana Borsa Lavoro Toscana, dove è possibile trovare le offerte di lavoro inserite direttamente dalle aziende registrate, consultare i servizi web degli Uffici della Regione Toscana per il Lavoro - Centri per l'Impiego per l'incrocio domanda/offerta di lavoro e, infine,  visionare le offerte di lavoro provenienti dai maggiori quotidiani diffusi a livello regionale.
  • rivolgersi alle Agenzie per il lavoro autorizzate che operano sul territorio.

Il contesto territoriale e produttivo
La Toscana ha una popolazione di 3 milioni 753 mila abitanti (al 1° gennaio 2015) ed un tasso di disoccupazione del 9,5% (media I semestre 2015) che, malgrado l'aumento registrato a partire dal 2008 per la crisi globale, rimane considerevolmente al di sotto della media italiana (12,5% media I semestre ) ed europea, soprattutto rispetto all'Euro Zona (9,6% nella UE a 28 e 11,1 % nell'Euro Zona). In Toscana il tasso di occupazione totale nella popolazione 15-64 anni nell'anno 2014 si è attestato al 63,8%, il tasso femminile al 56,9 %. Il tasso di disoccupazione giovanile (fascia 15-29 anni), sempre nel 2014, è risultato pari al 25,9%, rispetto al 31,6% nazionale e al 17,3 della UE a 28.

La Toscana è dotata di un tessuto produttivo altamente competitivo, orientato all' esportazione e fondato soprattutto su imprese di piccole dimensioni che negli anni recenti hanno ridotto l'occupazione e hanno dovuto riadattarsi ai mutamenti dell' economia internazionale.

Nell' economia il settore terziario riveste un ruolo predominante (il 70,0% del totale degli occupati), rispetto all' industria (il 26,5%) ed all'agricoltura (il 3,5%) ed appare in costante evoluzione sia per la crescita di servizi in settori tradizionali (con un ruolo importante nel turismo e nel commercio) sia per lo sviluppo delle professioni nei servizi ai settori produttivi innovativi e dell' Innovation and Communication Technologies.
Il modello di sviluppo regionale resta basato sul ruolo trainante delle piccole imprese le quali, nonostante l'elevata mortalità degli anni recenti, garantisce tassi occupazionali relativamente elevati alla popolazione sia maschile che femminile. La partecipazione al mercato del lavoro evidenzia, infatti, tassi di attività (71,1%) superiori alla media italiana (63,9 %).

Tra le dinamiche attualmente presenti c'é una situazione comune alle aree economiche più avanzate del paese: da un lato le aziende non riescono a trovare le figure ricercate e, dall'altro, i giovani non riescono ad inserirsi nel mercato del lavoro, sia per la debolezza della domanda di lavoro, sia perché non sempre sono adeguatamente qualificati. La carenza di manodopera semplice, o da specializzare, rappresenta un problema a cui le imprese toscane riescono in parte a far fronte ricorrendo a forza lavoro immigrata.


Ultima modifica: 27/10/2017 12:30:57 - Id: 272545