Salta al contenuto Salta al menu'

Censimento generale Agricoltura 2010

Censimento generale Agricoltura 2010

Pubblicati i risultati definitivi del VI Censimento Istat dell'agricoltura

In evidenza

La Toscana al 6° Censimento Generale Agricoltura

I dati definitivi della Toscana

Indice

 

 

 





Cos'è il censimento

Un'analisi approfondita della realtà agricola italiana è importante per il nostro Paese e per l'Unione Europea, che ha l'obiettivo di sostenere la produzione agricola degli Stati Membri.
A differenza dei Censimenti precedenti, in cui sono state censite le aziende di qualsiasi dimensione, per il 2010 l'Unione Europea chiede di rilevare soltanto le aziende i cui terreni si estendano al di sopra di una dimensione che, in Italia, varia da Regione a Regione.

I dati raccolti offriranno un quadro informativo sulla struttura del sistema agricolo e zootecnico, a livello nazionale, regionale e locale. A trarne vantaggio sarà chi, come te, fa parte del mondo agricolo. I dati che emergeranno dal Censimento, infatti, avranno impatto sullo sviluppo delle politiche agricole nazionali e comunitarie. Il Censimento, inoltre, assolverà gli obblighi di rilevazione stabiliti dai Regolamenti sulle statistiche agricole strutturali e sulle superfici viticole del Parlamento e del Consiglio europei.


torna all'indice

 

Obbiettivi

I principali obiettivi della rilevazione consistono nel:
 

  1. Fornire un quadro informativo statistico sulla struttura del sistema agricolo e zootecnico a livello nazionale, regionale e locale;
  2. Consentire l'aggiornamento e la validazione del registro statistico delle aziende agricole, realizzato dall'Istat mediante l'integrazione di basi dati di fonte amministrativa;
  3. Assolvere agli obblighi di rilevazione stabiliti dal Regolamento (CE) n. 1166/2008 del Parlamento Europeo e del Consiglio 19/11/2008, relativamente alle indagini sulla struttura delle aziende agricole e sui metodi di produzione, nonché il Regolamento (CEE) n.357/79 del Consiglio del 05/02/1979 e successive modificazioni, relativamente alle indagini statistiche sulle superfici viticole.


torna all'indice

 

Soggetti attuatori

La complessità delle funzioni da svolgere, e delle relazioni fra i soggetti coinvolti richiede la definizione esplicita di un'organizzazione e dei compiti di ciascun soggetto coinvolto.

L'obiettivo è quello di definire le funzioni degli organi del censimento identificando i soggetti sul territorio e le modalità di reclutamento e le funzioni dei soggetti che attueranno il censimento. In accordo con il Piano generale di censimento predisposto dall'ISTAT, il PIC definisce una struttura territoriale che implementa un modello di rappresentatività territoriale in base alla rappresentatività sul territorio e alla capacità di attuare quanto previsto dal presente piano.

Gli organi e i soggetti coinvolti sono:
 

  1. Ufficio Regionale di Censimento (URC) e Commissione Tecnica Regionale (CTR)
  2. Uffici Territoriali di Censimento (UTC) e Commissioni Tecniche Territoriali (CTT)
  3. Coordinatori intercomunali (CiC) e loro responsabili (RpCiC)
  4. Uffici Comunali di Censimento (UCC) e Coordinatori Comunali (CoC)
  5. Rilevatori (RIL)

Le funzioni e le responsabilità di questi organi e soggetti sono descritte nel seguito del presente documento. La responsabilità del censimento è in carico all'ISTAT e nel territorio agli UTC.


torna all'indice

 

Normativa regionale e Piano integrato di censimento

Delibera N. 407 del 31-03-2010
Oggetto: Sesto censimento generale dell'agricoltura 2010: recepimento del protocollo d'intesa fra l'ISTAT, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano approvato dalla Conferenza unificata nella seduta del 26 novembre 2009 e approvazione Piano Regionale di Censimento.

Decreto N. 2367 del 18 Maggio 2010
Oggetto: Approvazione nuovo Piano Integrativo di Censimento di cui alla delibera n. 407 del 31/03/2010.

Decreto N. 2825 del 09 Giugno 2010
Oggetto: Delibera n.407 del 31/03/2010: nomina membri Commissione Tecnica Regionale per il VI° Censimento dell'Agricoltura 2010.
Allegato - Elenco soggetti interni ed esterni a Regione Toscana

Decreto N° 3183 del 28 Giugno 2010

Oggetto: VI censimento dell'agricoltura: presa d'atto della costituzione degli Uffici Territoriali di Censimento presso le province Toscane.


torna all'indice

 

Normativa statale di riferimento

  • Decreto legge n. 78 del 31 maggio 2010 convertito con modificazioni nella legge 30 luglio 2010, n. 122, i cui commi 6 e 7 dell'art. 50 riguardano le operazioni del censimento dell'agricoltura e stabiliscono: l'ufficializzazione del Piano generale di censimento quale fonte regolamentare ufficiale; l'autorizzazione a usare forme contrattuali flessibili per le operazioni censuarie; l'autorizzazione a usare forme di lavoro autonomo per incarichi di rilevatore e coordinatore. Il reclutamento dei coordinatori  intercomunali e dei loro eventuali responsabili, dei coordinatori comunali e dei rilevatori deve avvenire secondo quanto previsto dallo schema di regolamento e dal Piano Generale di Censimento. Art. 50 del DL n. 78 sui censimenti, quale risulta nella sua stesura definitiva dalla legge di conversione n. 122 del 30 luglio 2010. Le modifiche apportate in sede di conversione sono indicate in corsivo tra doppie parentesi. Tutti i riferimenti normativi di interesse richiamati nell'art. 50 sono riportati in calce all'articolo stesso;


torna all'indice

 

A chi è rivolto

Nei mesi trascorsi, l'Istat ha realizzato una lista delle Aziende agricole zootecniche da censire, integrando archivi amministrativi diversi.

Entro ottobre, se risulterai tra i conduttori delle aziende interessate, riceverai una lettera da parte nostra che ti spiegherà, in modo semplice e dettagliato, i motivi e i vantaggi del 6° Censimento generale dell'Agricoltura.
Il giorno di riferimento del Censimento è domenica 24 ottobre 2010. Nel rispondere alle domande del questionario dovrai quindi fare riferimento a quella data (o in alcuni casi all'annata agraria).

Entro il 31 gennaio 2011, ti contatterà un rilevatore (ce ne sono oltre 10 mila attivi su tutto il territorio nazionale) per compilare insieme il questionario.


Cosa si intende per Aziende agricole zootecniche?
Per azienda agricola e zootecnica si intende "l'unità tecnico-economica costituita da terreni (anche in appezzamenti non contigui), da eventuali impianti e attrezzature varie in cui si attua, in via principale o secondaria, l'attività agricola e zootecnica ad opera di un conduttore (una persona fisica, una società o un ente), che ne sopporta il rischio da solo (come conduttore coltivatore o conduttore con salariati o compartecipanti) o in forma associata".

Scopri la documentazione ufficiale sul sito dell'Istat


torna all'indice

 

Dove e quando


scarica il calendario in formato pdf

Legenda degli acronimi:
UCC: ufficio comunale di censimento
URC: ufficio regionale di censimento

 

Attività Data Attori
Raccolta dei dati presso le unità di rilevazione 25 ottobre 2010 - 31 gennaio 2011 Rete di rilevazione
Revisione dei dati raccolti 25 ottobre 2010 - 15 febbraio 2011 UCC
Predisposizione dei modelli riepilogativi a livello comunale Entro il 21 febbraio 2011 UCC
Revisione e controllo dei riepiloghi comunali Entro il 28 febbraio 2011 UCC
Confezionamento e spedizione dei questionari alla ditta di registrazione dell'Istat Entro il 28 febbraio 2011 UCC
Diffusione dei dati provvisori nazionali Entro il 30 giugno 2011 Istat/Regione
Controllo e correzione dei dati censuari per variabili "primarie" e "secondarie" 1 aprile 2011- 31 dicembre 2011 Istat/Regioni
Diffusione dei dati definitivi e trasmissione a Eurostat (Reg.CE n.1166/2008) 30 giugno 2012 Istat


torna all'indice

 

Come

Per la prima volta nella storia dei censimenti italiani sarà possibile partecipare al Censimento dell'Agricoltura direttamente online.
Sarai tu a scegliere: potrai incontrare uno dei nostri rilevatori per compilare insieme il questionario cartaceo o censire online la tua azienda, in totale autonomia.

Abbatteremo così costi e tempi. Grazie al sistema di acquisizione ideato potrai compilare il questionario in modo semplice e sicuro. È una delle grandi novità di quest'anno.

Potrai compilare il questionario in due modi diversi. A te la scelta.

  • Puoi scegliere la compilazione online. Sarà sufficiente collegarsi a questa pagina sul sito dell'Istat e autenticarsi, inserendo login e password d'accesso. Troverai la tua password e le istruzioni all'interno della lettera che ti invieremo nel mese di ottobre.
  • Quando verrai contattato dal rilevatore, prendi un appuntamento con lui. L'incontro si terrà presso la tua residenza o la sede legale della tua azienda, e insieme compilerete il questionario. (fax simile del questionario)


torna all'indice

 

FAQ - domande più frequenti

Aspetti giuridici


D. Perché il regolamento 1166/2008 introduce l'obbligo di nuova rilevazione campionaria sui metodi di produzione (MdP)?
R. Il regolamento europeo introduce l'obbligo di una nuova rilevazione campionaria sui metodi di produzione (MdP), al fine di migliorare la qualità degli indicatori agro-ambientali e di fornire supporto informativo alla definizione e alla valutazione delle politiche agro-ambientali.

D. Chi provvede all'esecuzione dei censimenti?
R. Ai sensi dell'art. 15 del decreto legislativo n. 322/89 l'Istat provvede all'esecuzione dei censimenti. La stessa norma prevede che l'Istat, per lo svolgimento delle rilevazioni, si possa avvalere della collaborazione degli uffici di statistica del Sistema statistico nazionale (Sistan).

D. Cosa disciplina il regolamento di esecuzione del Censimento dell'Agricoltura?
R. Il regolamento disciplina la struttura organizzativa del 6° Censimento generale dell'Agricoltura e le operazioni tecniche demandate all'Istat e agli altri organi di Censimento. A tal fine esso stabilisce che l'Istat rediga il Piano Generale di Censimento e che, in accordo con esso, le Regioni e Province autonome redigano propri piani regionali

D. Il 6° Censimento generale dell'Agricoltura è previsto dal Programma statistico nazionale 2008-2010?
R. Si, Il 6° Censimento generale dell'Agricoltura è previsto dal Programma statistico nazionale 2008-2010 - Aggiornamento 2009-2010 (codice IST-02112) approvato con DPCM del 3 agosto 2009, ed inserito nell'elenco delle rilevazioni che comportano obbligo di risposta per i soggetti privati, a norma dell'art. 7 del d.lgs. 6 settembre 1989, n. 322, approvato con DPR 15 novembre 2009.

D. Come viene regolata l'attività censuaria delle Regioni e delle Province autonome?
R. L'attività censuaria svolta dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e Bolzano è oggetto di una separata disciplina, stabilita nelle sue linee fondamentali dal Protocollo d'intesa stipulato tra l'Istat e la Conferenza Stato-Regioni il 26 novembre 2009.


Segreto statistico e tutela della privacy


D. L'attività censuaria è svolta nel rispetto della normativa che regola il trattamento dei dati personali?
R. Si, l'attività censuaria è svolta nel rispetto della normativa che regola il trattamento dei dati personali di cui al d.lgs 196/2003, nonché in armonia con le regole stabilite dal Codice deontologico definito per gli Enti del Sistema statistico nazionale ai sensi dell'art. 29 del citato decreto legge

D. Il 6° Censimento dell'Agricoltura è una rilevazione soggetta all'obbligo di risposta?
R. Si, il 6° Censimento dell'Agricoltura è una rilevazione soggetta all'obbligo di risposta.

D. Cosa comporta la mancata fornitura dei dati richiesti mediante il questionario?
R. La mancata fornitura dei dati richiesti mediante il questionario di rilevazione, accertata dai competenti Uffici di Censimento, comporta l'applicazione delle sanzioni amministrative ai sensi degli artt. 7 e 11 del d.lgs. 6 settembre 1989, n. 322, e successive modificazioni e integrazioni, e del DPR 31 dicembre 2009.

D. I dati raccolti sono tutelati dal segreto statistico?
R. Si, i dati raccolti sono tutelati dal segreto statistico e saranno trattati nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali (d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali a scopi statistici e di ricerca scientifica effettuati nell'ambito del Sistema statistico nazionale). I coordinatori e i rilevatori, inoltre, in quanto incaricati di pubblico servizio, sono tenuti all'osservanza del segreto di ufficio ai sensi dell'art. 326 del codice penale.

D. I dati raccolti potranno essere utilizzati, anche per successivi trattamenti?
R. Si, i medesimi dati potranno essere utilizzati, anche per successivi trattamenti, esclusivamente per scopi statistici dai soggetti del Sistema statistico nazionale, nonché dagli uffici di Censimento ai sensi del Regolamento di esecuzione, ed essere comunicati per finalità di ricerca scientifica alle condizioni e secondo le modalità previste dall'art. 7 del Codice di deontologia per i trattamenti di dati personali effettuati nell'ambito del Sistema statistico nazionale. La diffusione dei dati potrà avvenire anche in forma disaggregata in conformità a quanto previsto dall'art. 4, comma 2, del citato Codice di deontologia.

D. Chi è il titolare del Censimento dell'Agricoltura?
R. Titolare della rilevazione censuaria è l'Istituto nazionale di statistica – via Cesare Balbo, 16 – 00184 ROMA. I responsabili del trattamento dei dati sono, per le fasi di rispettiva competenza, il Direttore centrale della Direzione dei censimenti generali (DCCG) dell'Istat e i responsabili degli Uffici di Censimento, ai quali è possibile rivolgersi anche per quanto riguarda l'esercizio dei diritti dell'interessato.

D. E' obbligatorio per i rispondenti fornire informazioni complete e corrette?
R. Si, è fatto obbligo ai rispondenti di fornire, tramite la compilazione del questionario, informazioni complete e corrette, per non incorrere nell'attivazione della procedura sanzionatoria di cui agli artt. 7 e 11 del d.lgs. 322/89.



torna all'indice
 

Contatti




torna all'indice

 

Link - altre risorse in rete




torna all'indice


 


Ultima modifica: 02/05/2013 12:12:52 - Id: 272869
  • Condividi
  • Condividi