Salta al contenuto Salta al menu'

Beni architettonici

In Primo Piano

Giardini e ville della Toscana

Un panorama su oltre 160 giardini aperti al pubblico

Ville e Giardini medicei in Toscana

Catalogo e video delle ville e dei giardini in Toscana

Leonardo Savioli 100

L'eredità di un architetto toscano a un secolo dalla nascita

I luoghi della Fede in Toscana

Conoscenza, difesa e valorizzazione del patrimonio storico religioso della Toscana

Casa Pascoli Barga

Casa Pascoli Barga

Casa Pascoli Barga


Nella storia della poesia fra Otto e Novecento Giovanni Pascoli (San Mauro di Romagna 1855 - Bologna 1912) si inserisce come uno dei maggiori protagonisti. Profondi ed intensi i suoi rapporti con le contemporanee correnti artistiche e decisiva la sua influenza sulla poesia italiana successiva.
Nel 1895 Pascoli visitò per la prima volta Barga e pochi mesi dopo quella prima visita decise di trasferirsi nella casa dove rimase fino alla sua morte. Era un luogo a Lui congeniale ed amava trascorrervi tutto il suo tempo quando era libero dagli obblighi accademici. Numerosi sono gli aneddoti che riguardano il decennio trascorso da Pascoli a Barga e poi i quaranta anni successivi che vi trascorse la sorella Maria, ma forse la cosa più importante è che questa casa era consona alla sua personalità di poeta. Qui poteva avvicinarsi, più che in ogni altro luogo, alle fonti stesse della sua ispirazione: la vita dei campi, il paesaggio, la descrizione della natura, il linguaggio, ma anche la solitudine e l'allontanamento dal mondo.
La casa, dopo la morte della sorella Maria, è divenuta un museo che conserva, oltre agli arredi originali, un ricco patrimonio archivistico, composto da lettere, documenti, scritti ancora inediti, una vera miniera per chi voglia approfondire la personalità, le letture e gli studi del Poeta.


Ultima modifica: 25/03/2013 12:24:49 - Id: 276827
Caricamento in corso...

Case della memoria Casa Pascoli