Salta al contenuto Salta al menu'

Difesa del suolo

In Primo Piano

Studi e banche dati sulla difesa del suolo

Studi e dati relativi alla prevenzione del rischio idrogeologico e idraulico

Modulistica per la tutela delle opere idrauliche e la gestione delle risorse idriche e della costa

Autorizzazioni idrauliche , concessioni acque pubbliche e aree del demanio fluviale, invasi e sedimenti marini

Canoni per l'occupazione di suolo 2019

Concessioni per l'utilizzo del demanio idrico

Bando Pubblico per interventi di riduzione del rischio idraulico tratti coperti corsi d'acqua

Con Decreto n.12728 del 26-07-2019 è stata nominata la commissione di valutazione delle domande.

Interventi di manutenzione sui corsi d'acqua, annualità 2019

La Regione ha approvato gli atti necessari alla realizzazione degli interventi di manutenzione programmati per il 2019 sui fiumi e torrenti toscani.

Carta dei servizi della Direzione Difesa del suolo e Protezione civile

La Carta dei Servizi è il documento attraverso il quale ciascun Ente erogatore di servizi assume determinati impegni nei confronti della propria utenza in relazione ai servizi resi ed informa...
« Indietro

Canoni per l'occupazione di suolo 2019

Canoni per l'occupazione di suolo 2019

Concessioni per l'utilizzo del demanio idrico (Regolamento di attuazione - articolo 5, legge regionale 80/2015)

Il demanio è il complesso dei beni appartenenti allo stato o ad altri enti pubblici territoriali come regioni, province, comuni, destinati all'uso diretto o indiretto da parte dei cittadini. Il demanio idrico comprende beni immobili di proprietà dello Stato come i fiumi, i torrenti, i laghi e tutte le acque definite come pubbliche.
I beni del demanio idrico sono di tutti, ma è solo attraverso una concessione che ci si riserva il diritto di poterli utilizzare. L'uso privato sottrae il bene alla pubblica fruizione e per questo deve essere autorizzato da parte della pubblica amministrazione.

Dal 1° gennaio 2016, la Regione Toscana è titolare delle funzioni in materia di Difesa del Suolo ai sensi della l.r. 22/2015, subentrando alle Amministrazioni provinciali per quanto riguarda i procedimenti relativi alle concessioni dei beni del demanio pubblico fluviale.

La Regione Toscana con Regolamento 60/R/2016 e s.m.i. ha disciplinato le modalità di rilascio delle concessioni per l'utilizzo del demanio idrico, definendo inoltre i criteri per la determinazione del canone annualmente dovuto >>

La Regione Toscana con delibera ha approvato le tariffe per la determinazione del canone.

>> DGRT n.888 del 07.08.2017
>> DGRT n.1414 del 17-12-2018
>> DGRT n.1035 del 05.08.2019
 

SCADENZE

  • 31 DICEMBRE 2019 TERMINE ULTIMO PER IL PAGAMENTO DEL CANONE RELATIVO ALL'ANNO 2019


 

MODALITA' DI PAGAMENTO DEL CANONE PER L'ANNO 2019

La Regione Toscana entro il mese di dicembre 2019 provvederà ad inviare ai titolari di regolare atto di concessione, nonché agli occupanti senza titolo di cui alla l.r. 77/2016 le richieste di pagamento per l'anno 2019.
 

IL PAGAMENTO DEL CANONE DEVE ESSERE EFFETTUATO ENTRO IL

31 DICEMBRE 2019

I versamenti potranno essere effettuati con le modalità descritte nell'allegato 1 alla DGR n.1414/2018


NOTA BENE: in caso di mancata comunicazione da parte dell'amministrazione regionale, il concessionario è comunque tenuto al pagamento del canone o indennizzo entro il termine stabilito. I settori regionali del Genio Civile competenti per territorio forniranno il supporto necessario per la determinazione del canone (contatta il genio civile del tuo territorio).

Agevolazioni

Con regolamento 60/R/2016, così come modificato dal Regolamento 45 del 08.08.2017 e con D.G.R.T. n. 888 del 07 agosto 2017, avente ad oggetto: "Determinazione dei canoni per l'uso del demanio idrico", la Regione Toscana ha stabilito l'introduzione di un canone agevolato e, in alcuni casi, di un'esenzione per specifiche classi di utenti e categorie di uso, di seguito riportate:

  • per l'uso "Attraversamenti sotterranei o utilizzando manufatti esistenti" il canone non è dovuto se il manufatto principale è già in concessione al titolare dell'attraversamento e non vi è aumento della superficie occupata in proiezione;
  • per gli orti ad uso familiare con superficie inferiore a 500mq viene determinato l'uso gratuito a cittadini economicamente svantaggiati che presentano un Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) pari alla seconda fascia di reddito;
  • qualora il bene demaniale in concessione rappresenti l'unico accesso alla proprietà del concessionario, il canone definito per tale categoria di uso è ridotto del sessanta per cento rispetto all'importo di cui all'Allegato A della presente deliberazione.

Qualora la pratica in questione si riferisca alle fattispecie sopra riportate, previa comunicazione al Genio Civile competente da parte del titolare della concessione attestante quanto sopra, il soggetto concessionario avrà diritto al pagamento per l'anno di riferimento di un canone agevolato rispetto a quanto riportato nel bollettino allegato o all'esenzione.

La suddetta comunicazione dovrà riportare la dicitura "consapevole delle sanzioni penali e civili, nel caso di dichiarazioni mendaci, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall'art. 76 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000, sotto la propria responsabilità, dichiara...". Scarica Il modello per l'autocertificazione >>

Le dichiarazioni sono rilasciate sotto la propria responsabilità e, in caso di affermazioni mendaci o false, saranno applicabili sanzioni penali.


 MODALITÀ DI REGOLARIZZAZIONE PER COLORO CHE NON SONO IN POSSESSO DI REGOLARE ATTO DI CONCESSIONE AI SENSI DELLA L-R- 77/2016

La Regione Toscana con l.r. 77/2016 e ss.mm.ii. ha inteso disciplinare i casi di occupazione senza titolo, introducendo la possibilità di regolarizzarsi alle seguenti categorie di soggetti:

  • soggetti che in passato hanno presentato domanda all'amministrazione competente, senza aver mai ottenuto l'atto di concessione;
  • soggetti che NON hanno presentato domanda all'amministrazione competente ma hanno regolarmente versato gli importi richiesti.
     

Ai fini della regolarizzazione, per coloro che sono in regola con in pagamenti pregressi, dovranno essere comunicati al settore del Genio Civile territorialmente competente i dati e la documentazione relativi all'occupazione del bene demaniale, di seguito elencati:

1. Comunicazione entro il 30/01/2019 al competente settore del Genio civile dei dati necessari al fine del rilascio della concessione.

La comunicazione dei dati dovrà essere effettuata avvalendosi delle schede predisposte in funzione del tipo di utilizzo del bene demaniale occupato. Si raccomanda di trasmettere sempre anche la scheda anagrafica. Resta salva la facoltà degli Uffici di richiedere informazioni o eventuali integrazioni degli atti o dei documenti necessari ai fini del rilascio della concessione.

  • SCHEDA TECNICA (compilare una scheda per ogni bene demaniale occupato)

2. entro il 31 Dicembre 2018 i soggetti interessati sono,tenuti al pagamento di una maggiorazione, pari al 20 per cento del corrispettivo pagato alla Provincia  nel quinquennio  antecedente al 1° gennaio 2016.

 

Contatti / Informazioni

Nel caso di richieste di chiarimenti agli Uffici, al fine di un tempestivo riscontro, si invita cortesemente di specificare nel testo della mail il riferimento della pratica e l'indicazione del comune in cui si trova il bene demaniale occupato.

Ufficio Relazioni con il Pubblico della Regione Toscana (N° verde: 800 86 0070). Orario: - Lunedi, Mercoledi, Venerdi: 9,00 - 13,30 - Martedi e Giovedi: 9,00 - 16,30

 


Ultima modifica: 09/09/2019 16:38:53 - Id: 13593388