Salta al contenuto Salta al menu'

Vaccinazioni

Campagna contro il meningococco C

Campagna contro il meningococco C

Misure di profilassi e prevenzione

 

Nel 2015 è stato registrato in Toscana un  aumento dei casi di meningococco C rispetto agli anni precedenti, anche nella fascia di età più adulta della popolazione. Una situazione che ha richiesto un continuo monitoraggio da parte di esperti toscani e dell'Istituto Superiore di Sanità e l'adozione di misure mirate alla prevenzione della diffusione dell'infezione.
La vaccinazione è la misura più efficace per ridurre il rischio di diffusione delle infezioni trasmesse dalle malattie batteriche invasive poiché assicura una protezione diretta del vaccinato ma anche indiretta, nei confronti della popolazione generale in quanto riduce la circolazione del batterio anche negli eventuali portatori.

Misure di profilassi e prevenzione
Per prevenire la diffusione del meningococco C, sono state pertanto introdotte modifiche al calendario vaccinale regionale ed adottate alcune misure di profilassi aggiuntive e temporanee.

La vaccinazione contro il meningococco C, come da calendario vaccinale, è sempre offerta gratuitamente:

  • ai nuovi nati (13° mese di vita )  secondo le modalità indicate nel calendario regionale (delibera Giunta regionale n.571/2015);
  • a tutti i ragazzi di età tra 11 e 20 anni - ovvero dagli 11 anni compiuti al compimento dei 20 anni-,  non vaccinati in precedenza  o già vaccinati nell'infanzia (richiamo).
    Ogni Azienda USL ha definito le modalità per offrire attivamente la vaccinazione, cioè a chiamata diretta, tramite scuola o altro;
  • ai soggetti a rischio individuati nel calendario vaccinale regionale - punto 2.3.8 Allegato 1 delibera Giunta regionale 571/2015 .


Misure temporanee di promozione della vaccinazione contro il meningococco C valide fino al 31 marzo 2017

1. Offerta gratuita della vaccinazione contro il meningococco C

  • su richiesta, alle persone di età tra 20 e 45 anni - ovvero dai 20 anni compiuti al compimento dei 45 anni - residenti  o con domicilio sanitario nell'area della Asl Toscana Nord Ovest (province di Massa e Carrara, Lucca, Pisa, Livorno) e della Asl Toscana Sud Est  (province di Grosseto, Siena, Arezzo)
     
  • su richiesta, alle persone dai 20 anni compiuti residenti o con domicilio sanitario nell'area dell'Asl Toscana Centro – (province di Firenze, Prato, Pistoia)
     
  • alle persone sottoposte a profilassi in quanto contatti di un caso di meningococco C. Queste persone sono individuate dai Servizi di Igiene Pubblica delle Aziende USL
     
  • alle persone che hanno frequentato la stessa comunità in cui si è verificato  un caso  di sepsi/meningite da meningococco C nei 10 giorni precedenti l'inizio dei sintomi con contatto stretto o regolare, su valutazione dell'Igiene Pubblica della Azienda USL. Per ulteriori specificazioni, il termine comunità è definito all'allegato 2 della delibera di Giunta regionale n. 571/2015
     
  • su richiesta, agli studenti fuori sede delle Università presenti sul territorio toscano (non residenti e privi di domicilio sanitario in Toscana), previa presentazione di un documento di iscrizione valido per l'anno in corso

2. Offerta della vaccinazione contro il meningococco C con compartecipazione al costo della spesa secondo il tariffario delle prestazioni - delibera Giunta regionale 391/2015

  • su richiesta, alle persone oltre i 45 anni di età - 45 anni compiuti - residenti o con domicilio sanitario nella Asl Toscana Nord Ovest (province di  Massa e Carrara, Lucca, Pisa, Livorno) e della Asl Toscana Sud Est  (province di Grosseto, Siena, Arezzo)
     
  • su richiesta, alle persone non residenti  e prive di domicilio sanitario in Toscana che frequentano in modo continuativo il territorio toscano (es. motivi di lavoro), previa presentazione della documentazione che attesti la presenza ricorrente o continuativa sul territorio toscano

La vaccinazione antimeningococco C è resa disponibile presso i servizi vaccinali pubblici territoriali – (Servizi di Igiene Pubblica e Distrettuale ), i medici di medicina generale e i pediatri di famiglia, secondo le modalità organizzative in atto nelle singole Aziende USL.


Dove informarsi

  • Per informazioni mediche sulla malattia, contattare il medico di medicina generale o il pediatra
     
  • Per informazioni sulla vaccinazione antimeningococco C e per prenotare un appuntamento, rivolgersi alla Azienda USL di appartenenza

    Massa Carrara ►► Lucca 
    Pistoia                         Prato 
    Pisa  Livorno 
    Siena  Arezzo 
    Grosseto  Firenze 
    Empoli  Viareggio 





     


     

  • Per informazioni sulla campagna di vaccinazione contro il meningococco C ed avere riferimenti della Azienda Usl competente, sono attivi il  numero verde regionale 800556060 dalle 9.00 alle 15.00, dal lunedì al venerdì e l'indirizzo info.meningococcoc@regione.toscana.it
    Il numero verde non dà informazioni di carattere medico.

 
Si ricorda che:
Il calendario regionale delle vaccinazioni e le prime misure di profilassi contro il meningococco C sono stati approvati con delibera della Giunta regionale n. 571 del 27/04/2015. In particolare il nuovo calendario vaccinale è pubblicato nell'Allegato 1 della stessa delibera.


Le misure straordinarie di profilassi sono state aggiornate con delibera della Giunta Regionale n. 85 del 16/02/2016 e prorogate al 31 marzo 2017 con delibera della Giunta regionale n. 941 del 27/9/2016.
 

Info
- Prevenzione della diffusione del meningococco C in Toscana. Ulteriori interventi per la promozione della vaccinazione e per lo studio e l'analisi delle possibili cause - Delibera n. 85 del 16/02/2016

- Vaccinazione antimeningococco B  ►►

- Per chi si reca in Toscana. Il Ministero della Salute non ritiene necessario fornire specifiche raccomandazioni a coloro che si recano in Toscana, nelle aree maggiormente interessate dai casi di Meningococco C (Azienda Usl Toscana Centro), per viaggi di lavoro o soggiorni turistici.
E' quanto testualmente stabilito dalla circolare n. 5783 del 1 marzo 2016 e dal comunicato stampa del 4 marzo 2016, entrambi dello stesso Ministero della Salute.


 


Ultima modifica: 24/11/2016 14:54:04 - Id: 12570799