Salta al contenuto Salta al menu'

« Indietro

Borse di Dottorato Pegaso 2019

Por Fse 2014-2020

Borse di Dottorato Pegaso 2019

Corsi di dottorato in rete fra Università ed enti di ricerca, anche in collaborazione con imprese. Scadenza 30 gennaio 2019

lunedì, 03 dicembre 2018 12:51

 

Il nuovo avviso e la relativa modulistica sono stati approvati con

Finalità
L'avviso ha lo scopo di finanziare borse di dottorato di durata triennale per frequentare corsi di dottorato realizzati da partenariati fra Università e enti di ricerca, in collaborazione anche con Imprese. I dottorati dovranno prevedere, nella didattica e nell'attività di ricerca, l'utilizzo della lingua inglese e la programmazione di soggiorni di studio e ricerca all'estero (di 6 o 12 mesi) e/o esperienze in contesti applicativi di almeno 3 mesi. Risorse: 5.500.000 euro. L'avviso è finanziato dal Fondo sociale europeo e rientra nell'ambito del progetto Giovanisì.

Chi può presentare domanda
Possono presentare domanda Associazioni temporanee di scopo (ATS) costituite o costituende fra:

  • Università pubbliche statali e Università non statali riconosciute dal Ministero dell'istruzione, università e ricerca (Miur), con sede legale e/o almeno una sede operativa in Toscana
  • Istituti di istruzione universitaria a ordinamento speciale con sede legale e/o almeno una sede operativa in Toscana
  • Enti di ricerca pubblici nazionali con sede legale e/o almeno una sede operativa in Toscana

Le borse saranno assegnate ai dottorandi dalle stesse Istituzioni universitarie che realizzano il corso.

Beneficiari della borsa Pegaso
Giovani laureati utilmente classificati nella graduatoria di ammissione al corso di dottorato, di età non superiore a 35 anni al momento della domanda di ammissione, in possesso di una adeguata conoscenza della lingua inglese (equiparabile almeno al livello B2), disponibili a effettuare soggiorni di studio e ricerca all'estero per almeno 6/12 mesi e a frequentare corsi per l'acquisizione di soft skills nell'arco del triennio di corso. 

Borsa di dottorato
Il contributo regionale trasferito al soggetto che realizza il corso è così quantificato:

  • borsa Pegaso con soggiorno all'estero di 6 mesi: 61.300,00 euro per il triennio;
  • borsa Pegaso "internazionale" con soggiorno all'estero di 12 mesi: 66.150,00 euro per il triennio;
  • borsa Pegaso a tematica vincolata senza soggiorno all'estero: 56.450,00 euro per il triennio.

Scadenza e modalità di presentazione della domanda
Le domande devono essere presentate alla Regione Toscana – Settore DSU e sostegno alla ricerca, dal 6 dicembre 2018, giorno successivo alla data di pubblicazione dell'avviso sul BURT, sino al termine perentorio del 30 gennaio 2019.
Le domande devono essere trasmesse tramite l'applicazione "Formulario di presentazione dei progetti FSE on line"

Per poter procedere alla compilazione è necessario che l'operatore dell'ente sia registrato al sistema informativo FSE. L'accesso al sistema on line può avvenire  tramite:

a)  il sistema SPID (Sistema Pubblico di identità digitale).

b) la propria carta nazionale dei servizi (CNS) abilitata.

In questo caso si ricorda che il candidato può utilizzare la propria tessera sanitaria abilitata o un certificato digitale rilasciato da una certification authority riconosciuta. È inoltre necessario un lettore smart card.

Per presentare la domanda occorre compilare il formulario on line ed allegare in upload la seguente documentazione:

  1. domanda di finanziamento e dichiarazioni redatte secondo gli schemi allegati (file editabile allegato A)
  2. formulario descrittivo di progetto redatto secondo lo schema allegato (file editabile allegato B)
  3. copia dell'atto di costituzione della ATS se già costituita, oppure lettera di intenti sottoscritta dai partner da cui risulti l'impegno a costituirsi in caso di approvazione del progetto
  4. documentazione/attestazione degli eventuali soggetti esterni alla ATS, pubblici e/o privati, che finanzino borse per la frequenza al corso
  5. lettera di adesione al progetto di eventuali altri soggetti collaboratori/sostenitori, per i quali non è prevista associazione formale in ATS. La lettera deve specificare il ruolo/funzione dei soggetti stessi nell'ambito del progetto
  6. copia carta identità dei soggetti sottoscrittori (non necessaria in caso i documenti siano firmati in digitale)
  7. altra eventuale documentazione utile ai fini della valutazione

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consultare integralmente il testo dell'avviso e i suoi allegati dei quali pubblichiamo in formato editabile

Per saperne di più
Contattare il Settore DSU e sostegno alla ricerca:
altaformazioneuniversitaria@regione.toscana.it
settoredsu@regione.toscana.it
oppure l'Ufficio Giovanisì info@giovanisi.it numero verde: 800098719.
        
Per problemi tecnici connessi alla procedura on line contattare il numero 800688306

Comunita europea commissione

Ultima modifica: 03/12/2018 15:05:44 - Id: 15892554
  • Condividi
  • Condividi