Salta al contenuto Salta al menu'

Bando sottomisura 7.1: siti Natura 2000 e aree protette, contributi per i piani di gestione

Programma regionale di sviluppo rurale 2014-2020

Bando sottomisura 7.1: siti Natura 2000 e aree protette, contributi per i piani di gestione

Scorrimento della graduatoria approvato con decreto del 19 novembre 2018. Scadenza prorogata alle ore 13 del 28 aprile 2017. Un bando regionale da 1,8 milioni per sostenere la redazione e l'aggiornamento dei piani di gestione dei siti individuati in attuazione della Direttiva europea Habitat e degli strumenti di tutela e gestione delle aree protette della Toscana.

mercoledì, 03 agosto 2016 09:00
venerdì, 28 aprile 2017 13:00
Non specificato


Sostenere con un contributo in conto capitale del 100% delle spese ammissibili la  redazione, il completamento, l'aggiornamento  dei  piani  di  gestione  dei  siti  Natura  2000,  in  attuazione dell'art.  6  della  Direttiva  Habitat e la redazione / aggiornamento degli strumenti di tutela e  gestione delle aree protette della Toscana istituite ai sensi della normativa nazionale e regionale. E' questo l'obiettivo del bando "Sostegno per la stesura e l'aggiornamento di piani  di sviluppo dei comuni e dei villaggi situati nelle zone rurali e dei servizi comunali di base, nonché di piani di tutela e di gestione dei siti Natura 2000 e di altre zone ad alto valore naturalistico" che la Regione Toscana ha approvato e pubblicato con decreto dirigenziale n. 6578 del 26 luglio 2016.


Il bando è cofinanziato dal Programma di sviluppo rurale (Psr) Feasr 2014-2020. La Regione ha stabilito come attuare la sottomisura 7.1 del Psr 2014-2020 nella delibera di Giunta n.  588 del 21 giugno 2016. Il bando regionale tiene conto anche delle "Disposizioni comuni  per  l'attuazione  delle  misure  ad investimento"  approvate con decreto del direttore dell'Artea n. 63 del 28 giungo 2016.


Graduatorie

In evidenza: scorrimento della graduatoria approvato con decreto Artea n. 128 del 19 novembre 2018:


Predisposizione ed approvazione della graduatoria preliminare al finanziamento delle domande presentate approvate con decreto Artea n. 71/2017:


Finalità

Il bando è finalizzato a sostenere redazione, aggiornamento e completamento dei piani di gestione  dei siti Natura 2000 e la redazione e aggiornamento degli strumenti di tutela e gestione delle aree protette, anche per porre rimedio alla situazione di parziale / incompleta pianificazione dei siti Natura 2000, che si è determinata a seguito dell'entrata in vigore della legge regionale  "Riordino delle funzioni provinciali e attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 56 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni) (l.r. n. 22/2015).  In particolare il bando, per i siti Natura 2000, favorisce e incentiva anche il completamento del piano di gestione, esistente prima dell'entrata in vigore della legge 22/2015, con la pianificazione di quella porzione di territorio attualmente mancante nel piano stesso.

Destinatari

Potenziali beneficiari dei contributi. Possono presentare domanda di contributo gli enti pubblici gestori di aree protette e dei siti Natura 2000 tra i quali anche la Regione Toscana, in seguito all'attuazione della legge regionale n. 22 del 3 marzo  2015  sul  riordino  delle  funzioni  provinciali.  Tra  le  predette funzioni  è  compresa  anche la  gestione  dei  siti Natura 2000 che dall' 1 gennaio 2016 è passata alla Regione Toscana in seguito alla soppressione delle Province.

I  potenziali beneficiari  sono  quelli  previsti  nel bando.

Nel caso in cui un  singolo  sito Natura  2000  presenta  più  enti  gestori,  competenti  per  porzioni  diverse  della superficie del sito, oltre a presentarsi la possibilità di un completamento del piano di gestione del sito  Natura  2000  come  sopra  riportato,  si  può  verificare  anche  il  caso  della  prima  redazione  del  piano  di gestione stesso o del suo  aggiornamento.  In tutti questi casi, per accedere al contributo del bando, gli enti gestori, singolarmente beneficiari, devono costituire un'Associazione Temporanea di scopo per giungere alla redazione / completamento / aggiornamento di un unico piano di gestione del sito in questione (le modalità sono riportate nel paragrafo 4.1.1 del bando).

Scadenza e presentazione domanda

Le domande di aiuto, stato di avanzamento dei lavori (Sal) e pagamento possono essere compilate e presentate soltanto online, utilizzando la piattaforma web di Artea, utilizzando la modulistica in essa presente. Le credenziali di accesso (username e password) alla piattaforma web Artea, vanno richieste ad Artea stessa (info alla pagina https://www.artea.toscana.it/sezioni/servizi/richiesta/intro_richiesta.htm

Data di scadenza presentazione domande: venerdi, 28 aprile 2017, ore 13:00

Interventi ammissibili

Le attività finanziabili, con relative condizioni, sono:
Intervento A: la redazione (compreso il completamento/aggiornamento) dei piani di gestione per i siti Natura 2000 dell' Elenco dei siti Natura 2000" (allegato 1 del bando), ossia i quei siti Natura 2000 per i quali è prevista la redazione del piano di gestione nel rispetto della Direttiva 92/43/CEE (Direttiva Habitat), del decreto del Presidente della Repubblica n. 357/21997 e della legge regionale n. 30/2015.
Con l'intervento A si prevede in particolare, per lo stesso sito Natura 2000, l'adesione a uno solo dei seguenti punti:
- Intervento A.1: redazione di piani di gestione previsti per i siti Natura 2000;
- Intervento A.2: completamento dei piani di gestione dei siti Natura 2000;
- Intervento A.3.: aggiornamento dei piani di gestione dei siti Natura 2000;
- Intervento A.4: redazione / aggiornamento degli strumenti di tutela e gestione delle Aree protette ove questi possano avere anche valenza di piani di gestione dei siti Natura 2000, nei casi in cui gli enti gestori dei siti Natura 2000 abbiano a disposizione altri strumenti per la tutela e gestione di tali siti. Questo intervento non è cumulabile con il successivo intervento B.

Intervento B: redazione / aggiornamento degli strumenti di tutela e gestione per le Aree protette ritenuti necessari per garantire un'adeguata pianificazione, regolamentazione e programmazione in dette aree quando questi strumenti non possono avere valenza di piano di gestione del siti Natura 2000 (intervento non cumulabile con l'intervento A.4).

Tipo di incentivo

Il sostegno finanziario è concesso in forma di contributo in conto capitale e riconosciuto nella misura del 100% delle spese ammissibili, sostenuti e rendicontati.

Spese ammissibli

Il bando ammette per entrambe le tipologie di intervento A (A1, A2, A3 e A4) e B, i tipi seguenti di spese (vedi paragrafo 4.2 del bando):

  • spese  sostenute  per  indagini  preliminari  e  sopralluoghi  finalizzati  alla  definizione/implementazione  e predisposizione  degli  elaborati  (di  carattere  conoscitivo,  progettuale  e  gestionale)  dei  piani  di  gestione dei siti Natura 2000 e degli strumenti di pianificazione delle aree protette, in particolare:
    - servizi di consulenza tecnico-scientifica: tali servizi fanno riferimento a prestazioni  finalizzate esclusivamente per l'attività di progetto rese da professionisti (persone fisiche o giuridiche);
    - elaborazione e produzione di: dati, testi normativi e/o tecnico-scientifici, cartografie;
  • spese generali come previste dal paragrafo "14.3.13. Spese generali" della suddetta DGR 518/2016, fino ad un massimo del 10% del totale rendicontato;
  • IVA e altre imposte e tasse

Stato di avanzamento lavori

E' previsto un primo pagamento allo stato di avanzamento lavori (SAL) per la realizzazione e

Dotazione finanziaria

Il bando ha un budget di 1,8 milioni di euro

Valutazione e ammissibilità

Una Commissione di valutazione, che sarà appositamente nominata, provvederà alla verifica dell'ammissibilità dei progetti di pianificazione.

Criteri di selezione

I criteri di selezione sono legati al raggiungimento degli obiettivi previsti dalla scheda di misura del Psr 2014-2020.

Decreto n. 147 del 11/01/2017
Modifiche ai criteri di selezione della sottomisura 7.1, utili per una migliore predisposizione della graduatoria dei soggetti che beneficiano dell'aiuto

Per conoscere tutti i dettagli

necessari a presentare correttamente la domanda consultare integralmente il bando e i suoi allegati  (approvato con decreto n. 6578/2016) e anche le sue successive modifiche approvate con decreto dirigenziale n. 13852 del 20 dicembre 2016, con decreto n. 147 dell'11 gennaio 2017 con cui sono state apportate alcune piccole modifiche ai criteri di selezione (utili per una migliore predisposizione della graduatoria dei soggetti che beneficiano dell'aiuto) e con Decreto n. 1236 dell'8 febbraio 2017

Decreto n. 3211 del 20/03/2017 Proroga presentazione domande (venerdi, 28 aprile 2017, ore 13:00)
 

Per saperne di più

E' attivo il servizio "Scrivici" un form di richiesta informazioni e chiarimenti da compilare e inviare online.

Regione Toscana

Ultima modifica: 18/01/2019 14:30:55 - Id: 13593453
  • Condividi
  • Condividi