Salta al contenuto Salta al menu'

Apprendistato, bando per promuovere il successo formativo

Programma operativo regionale del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020. Giovanisì

Apprendistato, bando per promuovere il successo formativo

Domande a partire dal 11 luglio 2019, a sportello fino ad esaurimento risorse

mercoledì, 10 luglio 2019 08:28

 

La Regione Toscana ritiene strategiche le azioni che coinvolgono gli attori del sistema educativo e del mercato del lavoro interessati a vario titolo ad attivare l'apprendistato di I livello, al fine di innalzare il livello di coinvolgimento delle imprese e delle istituzioni di formazione nei relativi percorsi.

Per questo, in conformità agli indirizzi  per le azioni che favoriscono l'attivazione di contratti di apprendistato nel sistema duale in Toscana, stabiliti con delibera di Giunta regionale n. 435 del 1/04/2019, come modificata dalla delibera n. 732 del 3/6/2019, la Regione ha approvato il bando "Promozione del successo formativo degli apprendisti attraverso interventi volti a favorire il raccordo didattico e organizzativo tra l'isituzione formativa e l'impresa"  con decreto dirigenziale n. 11000 del 25 giugno 2019 pubblicato sul Burt del 10 luglio 2019.

Il bando è cofinanziato dal Programma operativo regionale del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020 e rientra nell'ambito del progetto regionale Giovanisì per l'autonomia dei giovani.

 

Finalità. L' avviso pubblico finanzia, nell'ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani, azioni di supporto alla progettazione del singolo percorso in apprendistato di I livello e tutoring formativo funzionale a favorire il raccordo tra competenze da acquisire nell'ambito del percorso di studi con le competenze/abilità da acquisire nel corso delle attività lavorative.

Destinatari. I progetti di formazione devono essere presentati ed attuati da:

Non sono ammesse ATI / ATS oltre quella già costituita relativamente a percorsi IFTS; in questo caso, il soggetto che presenta la domanda è il soggetto capofila del relativo RTI

Scadenza e presentazione della domanda. Le domande di finanziamento,  contenenti la proposta progettuale, possono essere presentate al settore "Programmazione in materia di IeFP, Apprendistato, Tirocini, Formazione continua, Territoriale e Individuale. Uffici regionali di Grosseto e Livorno" a partire dal 11 luglio 2019 (giorno successivo alla pubblicazione sul Burt del decreto dirigenziale n. 11000 del 25/06/2019), con modalità a sportello fino ad esaurimento delle risorse disponibili, e comunque non oltre le ore 23.59 del 30 maggio 2020, pena la non ammissibilità.
La domanda (e la documentazione allegata prevista dall'avviso) deve essere trasmessa tramite l'applicazione "Formulario di presentazione dei progetti FSE online" previa registrazione al Sistema Informativo FSE all'indirizzo https://web.rete.toscana.it/fse3

Si accede al Sistema Informativo FSE


Principale gruppo target dei progetti.  Gli interventi dovranno essere rivolti a giovani fino a 25 anni di età, assunti o da assumere con contratto di apprendistato di I livello in attuazione della delibera di Giunta 1408/2016, inseriti in percorsi finalizzati
al conseguimento di uno dei titoli di seguito riportati:
1) Qualifica professionale di durata biennale per i giovani drop-out usciti dal sistema scolastico
2) Qualifica professionale triennale (Livello 3 del Quadro Europeo delle qualifiche - EQF);
3) Diplomi professionali quadriennali (Livello 4 del Quadro Europeo delle qualifiche - EQF);
4) Diploma di istruzione secondaria di secondo grado (Livello 4 del Quadro Europeo delle
qualifiche - EQF).
5) Certificato di specializzazione tecnica superiore (IFTS) (Livello 4 del Quadro Europeo delle qualifiche - EQF).

Progetti prioritari. Sono ritenuti prioritari i progetti presentati nell'ambito dei seguenti settori:

  • green economy
  • blue economy
  • servizi alla persona
  • valorizzazione del patrimonio culturale, ICT

I progetti devono inoltre tener conto della parità di genere e delle pari opportunità, in particolare nella descrizione della strategia.

Interventi finanziabili. Le attività sono finalizzate a sostenere l'avvio e la realizzazione di contratti di apprendistato e consistono nel finanziamento dei seguenti interventi:

  • Intervento tipologia A: Supporto alla progettazione del singolo percorso in apprendistato di I livello (e compresa la stesura del protocollo e del PFI): personalizzazione e progettazione del percorso di apprendistato in duale in coerenza con i fabbisogni di professionalità delle imprese.
    L'intervento deve riferirsi a contratti di Apprendistato di I livello stipulati o da stipulare dopo la data di approvazione dell'avviso.
     
  • intervento tipologia B: Tutoring formativo funzionale a favorire il raccordo tra competenze da acquisire nell'ambito del percorso di studi con le competenze/abilita da acquisire nel corso delle attività lavorative. Rientrano in questa tipologia di intervento le azioni volte a facilitare le relazioni tra tutor formativo e tutor aziendale, unitamente a interventi di monitoraggio degli interventi effettuati e alla preparazione/valutazione degli studenti in relazione alle attività svolte in apprendistato.

L'intervento può riferirsi a:

  • contratti di apprendistato di I livello stipulati prima della data di approvazione dell'avviso. Le attività sono finanziabili dalla data di approvazione dell'avviso fino alla conclusione del periodo formativo del contratto.
  • contratti di apprendistato di I livello stipulati o da stipulare dopo la data di approvazione dell'avviso.

In caso di contratto di apprendistato di I livello stipulato o da stipulare dopo la data di approvazione dell'avviso pubblico, gli interventi di cui alle Tipologie A e B riferiti ad un medesimo apprendista sono cumulabili.


Importo massimo finanziabile per progetto.  Importo massimo finanziabile per tipologia di intervento:

  • tipologia A: 2.000 euro per contratto
  • tipologia B: contributo per il tutoraggio formativo  3.000 euro annui per ogni apprendista, per ogni anno di durata del periodo formativo del contratto.


Rimborso dei costi

  • Tasso forfettario fino al 40% dei costi diretti per il personale a copertura degli altri costi del progetto (di seguito per brevità "staff + 40%"), ai sensi dell'art. 14.2 del Regolamento (UE) n.1304/2013.

Per la disciplina di dettaglio della suddetta modalità di semplificazione dei costi si rimanda a quanto previsto nella delibera n. 1343/2017 e successive modifiche e integrazioni, che approva le "Procedure di gestione degli interventi formativi oggetto di sovvenzioni a valere sul Por Fse 2014-2020".

Nell'opzione "staff + 40%" possono essere valorizzate nel Ped (piani economici di dettaglio) solo le voci di spesa relative ai costi diretti del personale nell'ambito della componente B costi diretti  […]fatte salve eventuali limitazioni stabilite dall'avviso pubblico.
Per le voci di spesa della componente B costi diretti che possono essere valorizzate nel Ped in riferimento alle tipologie di interventi finanziabili,  si rimanda all'art. 8 punto 8.3 Modalità di rimborso dei costi dell'avviso pubblico.

Dotazione finanziaria. Il bando ha un budget finanziario (delibera di Giunta n. 509 del 17/05/2018) di 1.200.000 euro a valere sul Por Fse 2014-2020 asse A Occupazione - A.2.1.3.d "Misure di integrazione istruzione/formazione/lavoro, (anche impresa formativa simulata) campagne informative e servizi a supporto delle imprese, degli Organismi formativi, delle Scuole e dei soggetti del mercato del lavoro interessati a vario titolo nell'attuazione del Sistema duale, finalizzati all'attivazione di contratti di apprendistato in duale".

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda consultare integralmente il testo del bando e i suoi allegati:

allegati in singolo file e in file editabile:
- Ammissibilità e valutazione  (allegato 2 del bando)
- Istruzioni per la compilazione (allegato 3 del bando)
- Domanda e dichiarazioni (allegato 4 del bando, file editabile .doc)
- Formulario seconda parte (allegato 5 del bando, file editabile .doc)


Per problemi tecnico-informatici durante la presentazione online delle domande

  • numero verde 800 688 306 attivo dal lunedì al venerdì- dalle ore 9:30 alle 13:00 e  dalle 15:00 alle 17:30
     

Per saperne di più contattare

  • il settore regionale competente: settore "Programmazione in materia di IeFP, Apprendistato, Tirocini, Formazione continua, Territoriale e Individuale. Uffici regionali di Grosseto e Livorno" scrivendo a  apprendistato@regione.toscana.it

oppure

 

Anna Luisa Freschi

Regione Toscana

Ultima modifica: 12/09/2019 12:19:47 - Id: 16489152
  • Condividi
  • Condividi