Salta al contenuto Salta al menu'

Guida incentivi

In Primo Piano

Imprese, bandi aperti e agevolazioni

Bandi per finanziamenti e agevolazioni in vari settori produttivi, per start up giovanili, micro, piccole, medie e grandi imprese. Incentivi per innovazione, garanzie, credito, servizi...

La nuova edizione della Guida di orientamento agli incentivi per le imprese

Online la edizione n. 1 anno X, aggiornata al 30 aprile 2017. Disponibile anche un supplemento su rimozione e smaltimento di amianto, specifico per gli enti locali.

Agevolazioni Irap alle imprese in Toscana

Imposta regionale sulle attività produttive (Irap)

Agevolazioni Irap alle imprese in Toscana

Sgravi fiscali alle imprese dalla legge varata a fine 2013: azzeramento dell'aliquota ordinaria dell'Irap, deduzioni Irap per assunzione di personale dipendente, credito d'imposta, esenzioni e applicazione dell'aliquota più vantaggiosa. Le caratteristiche di ciascuna agevolazione.


Riferimenti normativi delle agevolazioni fiscali: legge regionale 24 dicembre 2013, n. 79 "Riordino degli sgravi fiscali alle imprese a valere sull'imposta regionale sulle attività produttive (Irap)" pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 63, parte prima, del 31 dicembre 2013.

Sgravi fiscali alle imprese a valere sull'Irap, in regime "de minimis" (la norma "de minimis" prevede che gli aiuti inferiori a € 200.000,00 siano dispensati dall'obbligo di notifica preventiva alla Commissione europea):

1) Per l'anno d'imposta 2014 azzeramento dell'aliquota ordinaria dell'Irap per le imprese
costituite nel 2014
in settori ad alta tecnologia e a medio-alta tecnologia secondo la vigente
classificazione dei settori produttivi Ateco, operanti nei comparti dell'industria e dei servizi

2) Deduzioni dalla base imponibile Irap per assunzione di personale dipendente delle micro, piccole e media imprese. La base imponibile Irap, per i tre periodi d'imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2013, può essere dedotta delle spese sostenute per assumere, nel 2014, determinate categorie di lavoratori (vedi articolo 5 quindecies, comma 1, lettera d bis), della L.R. 35/2000, lavoratori inseriti nelle liste di mobilità, lavoratori che percepiscono il trattamento di mobilità,
lavoratori licenziati a partire dal 1 gennaio 2008 per giustificato motivo oggettivo), con contratto di lavoro a tempo indeterminato e a tempo determinato (almeno biennale 6 ) purché over 55 (vedi il Regolamento di attuazione dell'articolo 2 della legge regionale 27 dicembre 2012, n. 77 in materia di detrazioni alle micro, piccole e medi imprese).

3) Crediti d'imposta (legge regionale n. 45/2012, art. 2, comma 1): alle imprese, anche individuali, è riconosciuto un credito d'imposta sull'Irap pari al 20% delle erogazioni liberali destinate in favore di soggetti pubblici o privati senza scopo di lucro, con sede legale o stabile organizzazione operativa in Toscana, che abbiano previsto nello statuto o nell'atto costitutivo le finalità della promozione, organizzazione e gestione di attività culturali,  valorizzazione del patrimonio culturale, del paesaggio.
Sono escluse dall'agevolazione le imprese in difficoltà economica; banche; fondazioni bancarie; compagnie e imprese di assicurazione

4) Credito d'imposta. Alle microimprese che negli esercizi 2014 e 2015 effettuano investimenti in progetti di internazionalizzazione è riconosciuto un credito di imposta Irap per un importo non superiore a 15mila euro, calcolato esclusivamente sulla base delle spese sostenute per la locazione degli spazi espositivi in fiere internazionali svolte in paesi esteri europei, in forma singola o associata.
Alle micro e piccole imprese che realizzano sistemi di gestione integrata, ed ottengono almeno 2 certificazioni della quali almeno una sia tra le seguenti: ISO 14001; SA8000; BS OHSAS 18001; registrazione EMAS, è riconosciuto un credito di imposta IRAP per un importo non superiore a € 15mila euro
L'agevolazione non è cumulabile con altre agevolazioni pubbliche concesse sulle stesse spese

5) Esenzioni. Gli esercenti degli esercizi commerciali in territori montani che svolgono congiuntamente in un solo esercizio altri servizi di particolare interesse per la collettività, sono esentati dal pagamento dell'Irap.

6) Aliquota più vantaggiosa. I soggetti passivi Irap possono applicare l'aliquota più vantaggiosa
nel caso in cui la normativa regionale preveda per essi una pluralità di aliquote.


Ultima modifica: 01/03/2017 16:15:39 - Id: 11565593
  • Condividi
  • Condividi