Salta al contenuto Salta al menu'

Accesso civico

Accesso civico


Nell'ipotesi di mancata pubblicazione di un atto, documento o altra informazione che deve essere pubblicata ai sensi della normativa vigente, i cittadini possono esercitare il diritto di accesso civico ai sensi dell'art. 5 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33.

Il diritto viene esercitato attraverso la richiesta dei documenti non pubblicati.

L'Amministrazione, entro trenta giorni, deve procedere alla pubblicazione nel sito web del dato richiesto e, contestualmente, trasmetterlo al richiedente o in alternativa può comunicare al medesimo l'avvenuta pubblicazione e indicare il collegamento ipertestuale a quanto richiesto. Se invece il documento, l'informazione o il dato richiesti sono già pubblicati ai sensi della normativa vigente, la Regione provvede a specificare al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.

La richiesta di accesso civico è riconosciuta a chiunque, è gratuita, non deve essere motivata, deve essere presentata al Responsabile della trasparenza che si pronuncia sulla stessa.

Il Responsabile della trasparenza per le strutture della Giunta regionale, così come indicato nel Programma triennale della trasparenza, è Antonella Barlacchi dirigente del Settore "Comunicazione organizzativa e tutela della privacy" della Direzione  "Organizzazione e sistemi informativi"

In caso di ritardo o mancata risposta da parte del Responsabile della trasparenza, il richiedente, ai sensi del comma 4 dell'art. 5 del citato d.lgs. 33/2013, può ricorrere al titolare del potere sostitutivo.

Ai sensi dell'art. 11bis della l.r. 40/2009, che individua i soggetti responsabili della correttezza e della celerità del procedimento e dell'esercizio dei poteri sostitutivi, il potere sostitutivo è esercitato da Carla Donati direttore della Direzione "Organizzazione e sistemi informativi".

Moduli:


Ultima modifica: 07/04/2016 15:56:55 - Id: 4102240